Mute Triathlon

WTS Montreal : Betto finisce sulle ginocchia

A Montreal Betto finisce sulle ginocchia

                       A Montreal, Betto finisce sulle ginocchia

E’ stata una gara di quelle dure, con 34 atlete al via e solo 26 al traguardo, la penultima tappa del circuito WTS che si è corsa ieri a Montreal.

Dopo la frazione di nuoto che ha visto l’inglese Holland partire nettamente in ritardo rispetto alle altre concorrenti , un quintetto entra in T1 con un buon vantaggio sulle inseguitrici, con le due americane Zaferes e Cook ,  le inglesi Coldwell e Learmonth e l’olandese Kingma.

Cook e Kingma perdono subito terreno, da dietro iniziano a recuperare terreno alcune inseguitrici tirate dalle “solite” Spirig, Holland e Knibb. Una volta avvenuto il ricongiungimento, il gruppo inizia a perdere qualche unità, fino ad entrare in T2 con 13 atlete in testa.

Quando tutti si aspettavano un altro show della Spirig, è la Holland che prendere la testa della gara, allungando sulle rivali riuscendo a portare a casa la seconda vittoria consecutiva in WTS e la terza della stagione. Alle sue spalle chiude la Zaferes, che precede l’altra inglese Taylor-Brown.

Male Alice Betto, al rientro dal periodo di altura in Colorado, dopo un nuoto che l’ha vista entrare in T1 a circa 1′ dalla leader, ha subito durante la frazione ciclistica , transitando quasi sempre nelle ultime posizioni del gruppo senza però staccarsi, mentre è completamente naufragata nella frazione finale, riuscendo a mantenere il 12° posto (su 13 atlete entrate in testa alla gara con oltre 3′ di vantaggio sulle inseguitrici) solo grazie alla penalità che la Gentle ha dovuto scontare e che non le ha permesso di raggiungere l’azzurra nonostante il distacco in T2 superiore ai 3′ ! All’arrivo la Betto è crollata al suolo molto sofferente. Per l’azzurra solito copione di gara quindi, con il 18° tempo nella frazione finale (su 26 atlete al traguardo ) a oltre 3′ dalla vincitrice.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

WTS Montreal : Betto finisce sulle ginocchia

26th agosto, 2018
A Montreal Betto finisce sulle ginocchia

                       A Montreal, Betto finisce sulle ginocchia

E’ stata una gara di quelle dure, con 34 atlete al via e solo 26 al traguardo, la penultima tappa del circuito WTS che si è corsa ieri a Montreal.

Dopo la frazione di nuoto che ha visto l’inglese Holland partire nettamente in ritardo rispetto alle altre concorrenti , un quintetto entra in T1 con un buon vantaggio sulle inseguitrici, con le due americane Zaferes e Cook ,  le inglesi Coldwell e Learmonth e l’olandese Kingma.

Cook e Kingma perdono subito terreno, da dietro iniziano a recuperare terreno alcune inseguitrici tirate dalle “solite” Spirig, Holland e Knibb. Una volta avvenuto il ricongiungimento, il gruppo inizia a perdere qualche unità, fino ad entrare in T2 con 13 atlete in testa.

Quando tutti si aspettavano un altro show della Spirig, è la Holland che prendere la testa della gara, allungando sulle rivali riuscendo a portare a casa la seconda vittoria consecutiva in WTS e la terza della stagione. Alle sue spalle chiude la Zaferes, che precede l’altra inglese Taylor-Brown.

Male Alice Betto, al rientro dal periodo di altura in Colorado, dopo un nuoto che l’ha vista entrare in T1 a circa 1′ dalla leader, ha subito durante la frazione ciclistica , transitando quasi sempre nelle ultime posizioni del gruppo senza però staccarsi, mentre è completamente naufragata nella frazione finale, riuscendo a mantenere il 12° posto (su 13 atlete entrate in testa alla gara con oltre 3′ di vantaggio sulle inseguitrici) solo grazie alla penalità che la Gentle ha dovuto scontare e che non le ha permesso di raggiungere l’azzurra nonostante il distacco in T2 superiore ai 3′ ! All’arrivo la Betto è crollata al suolo molto sofferente. Per l’azzurra solito copione di gara quindi, con il 18° tempo nella frazione finale (su 26 atlete al traguardo ) a oltre 3′ dalla vincitrice.

By
@novellimarco
backtotop