Mute Triathlon

WTS Leeds: Caporetto per Fabian e Betto

Taylor – Brown e Birthwistle trionfano a Leeds

Due prime assolute per i due vincitori in WTS nella tappa di Leeds che si è appena conclusa.

La gara che ha aperto la tappa inglese è stata quella femminile , che ha visto un gruppetto di atlete prendere la testa della corsa dopo le prime fasi di gara. La prima vittima del percorso ciclistico impegnativo è stata la francese Beaugrand, che perde quasi subito le ruote del gruppo di testa, per poi fare lo stesso nel finale della seconda frazione anche con il gruppo delle inseguitrici.

Una volta indossate le scarpe da corsa, sembrava quasi scontata la cavalcata solitaria dell’americana Zaferes, ma l’alteta a stelle e strisce non aveva fatto i conti con la padrona di casa Taylor-Brown, che dapprima rientra sulla leader  del circuito mondiale, per poi piazzare l’allungo decisivo. Al traguardo la gioia dell’inglese  è incontenibile,mentre Zaferes ( che ha festeggiato oggi il suo compleanno ) precede una altrettanto raggiante Learmonth , altra inglese sul podio nella gara di casa. Con il secondo miglior parziale assoluto nella frazione finale, l’atleta del team Dedaelementi, l’inglese Stanford, chiude 5° in rimonta, portando 3 atlete inglesi nella top 5.

Colpi di scena anche nella gara maschile, che al via vedeva tutte le medaglie degli ultimi 2 giochi olimpici e gli ultimi campioni mondiali. Dopo vari tentativi di fuga in bici dei due padroni di casa Bronwlee, si arriva in t2 con un gruppo numeroso in testa alla gara. Schomburg schizza via subito incredibilmente, il suo vantaggio arriva a toccare i 24″. Dietro però il gruppo risale, la prima vittima illustre è Alistair Bronwnlee, che “salta” clamorosamente, seguito poi anche dal fratello Jonathan. Dopo metà dell’ultima frazione, è Schoeman che prova l’allungo , che sembra essere quello giusto, ma sotto la spinta dell’immenso Gomez, viene ripreso. A questo punto è l’australiano Birtwhistle che piazza l’allungo decisivo,  lasciando  ai suoi avversari la lotta per la medaglia d’argento , che conquista a sorpresa l’americano McElroy che precede Gomez. Solo 6° il leader della classifica mondiale Luis, mentre addirittura 29° il campione del mondo Mola.

Gara nelle retrovie per quasi tutti gli azzurri, ad eccezione di Olmo, che è stata sempre nel gruppo delle inseguitrici, per chiudere con un buon 12° posto finale. La gara di Steinhauser è stata condizionata da un nuoto abbastanza lento, che l’ha costretta a pedalare nel 3° gruppo e a chiudere con una buona frazione finale in 19° posizione. Altra gara disastrosa per Betto, che perde il secondo gruppo in T1, per poi chiudere con un 10000 abbastanza lento, che la fa chiudere nelle retrovie al 23° posto su 28 atlete  al traguardo  a oltre 5′ dalla vincitrice.

Anche per Fabian gara disastrosa, con il gruppo di testa perso in T1, per poi chiudere lontanissimo dalla testa della gara  in 43° posizione ( su 47) a quasi 5′ da Birtwhistle, con il terzultimo pariziale nella frazione finale.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

WTS Leeds: Caporetto per Fabian e Betto

9th giugno, 2019

Taylor – Brown e Birthwistle trionfano a Leeds

Due prime assolute per i due vincitori in WTS nella tappa di Leeds che si è appena conclusa.

La gara che ha aperto la tappa inglese è stata quella femminile , che ha visto un gruppetto di atlete prendere la testa della corsa dopo le prime fasi di gara. La prima vittima del percorso ciclistico impegnativo è stata la francese Beaugrand, che perde quasi subito le ruote del gruppo di testa, per poi fare lo stesso nel finale della seconda frazione anche con il gruppo delle inseguitrici.

Una volta indossate le scarpe da corsa, sembrava quasi scontata la cavalcata solitaria dell’americana Zaferes, ma l’alteta a stelle e strisce non aveva fatto i conti con la padrona di casa Taylor-Brown, che dapprima rientra sulla leader  del circuito mondiale, per poi piazzare l’allungo decisivo. Al traguardo la gioia dell’inglese  è incontenibile,mentre Zaferes ( che ha festeggiato oggi il suo compleanno ) precede una altrettanto raggiante Learmonth , altra inglese sul podio nella gara di casa. Con il secondo miglior parziale assoluto nella frazione finale, l’atleta del team Dedaelementi, l’inglese Stanford, chiude 5° in rimonta, portando 3 atlete inglesi nella top 5.

Colpi di scena anche nella gara maschile, che al via vedeva tutte le medaglie degli ultimi 2 giochi olimpici e gli ultimi campioni mondiali. Dopo vari tentativi di fuga in bici dei due padroni di casa Bronwlee, si arriva in t2 con un gruppo numeroso in testa alla gara. Schomburg schizza via subito incredibilmente, il suo vantaggio arriva a toccare i 24″. Dietro però il gruppo risale, la prima vittima illustre è Alistair Bronwnlee, che “salta” clamorosamente, seguito poi anche dal fratello Jonathan. Dopo metà dell’ultima frazione, è Schoeman che prova l’allungo , che sembra essere quello giusto, ma sotto la spinta dell’immenso Gomez, viene ripreso. A questo punto è l’australiano Birtwhistle che piazza l’allungo decisivo,  lasciando  ai suoi avversari la lotta per la medaglia d’argento , che conquista a sorpresa l’americano McElroy che precede Gomez. Solo 6° il leader della classifica mondiale Luis, mentre addirittura 29° il campione del mondo Mola.

Gara nelle retrovie per quasi tutti gli azzurri, ad eccezione di Olmo, che è stata sempre nel gruppo delle inseguitrici, per chiudere con un buon 12° posto finale. La gara di Steinhauser è stata condizionata da un nuoto abbastanza lento, che l’ha costretta a pedalare nel 3° gruppo e a chiudere con una buona frazione finale in 19° posizione. Altra gara disastrosa per Betto, che perde il secondo gruppo in T1, per poi chiudere con un 10000 abbastanza lento, che la fa chiudere nelle retrovie al 23° posto su 28 atlete  al traguardo  a oltre 5′ dalla vincitrice.

Anche per Fabian gara disastrosa, con il gruppo di testa perso in T1, per poi chiudere lontanissimo dalla testa della gara  in 43° posizione ( su 47) a quasi 5′ da Birtwhistle, con il terzultimo pariziale nella frazione finale.

By
@novellimarco
backtotop