Mute Triathlon

WTS Montreal: buono il rientro di Fabian

Buon rientro per Fabian ed Edmonton

Buon rientro per Fabian a Montreal (foto ITU Media)

Dopo le donne, è toccato agli uomini scendere in gara nella penultima tappa del circuito WTS a Montreal. Giornata uggiosa e strada bagnata, che non ha però impedito agli atleti di regalare una gara tirata fino all’ultimo metro, che si è decisa solo nel finale.

Nel nuoto il rientrante sudafricano Shoeman dimostra di essere di un altro livello per tutti, conducendo la frazione dall’inizio , con il solo americano Rider a tenere il suo passo sino alla T1. Dopo una veloce transizione i due provano subito una azione solitaria in bici, ma da dietro non hanno intenzione di far scappare nessuno. Dopo qualche tentativo di fuga non andato a buon fine. il danese Schilling sembra voler rompere gli indugi una volta per tutte, supportato poi dall’israeliano Sagev che scappa dal gruppo cercando di dargli man forte. Quando sembra che la fuga non possa andare in porto, parte il perfetto gioco di squadra dei norvegesi, pilotato da Blummenfelt che viene supportato da Stornes, che prima raggiungono i fuggitivi, poi aumentano il vantaggio sugli inseguitori, perdendo Sagiv, stremato dal primo tentativo di  fuga. A loro si unisce in seconda battuta il coraggiosissimo giovane canadese Paquet, classe 1997.

Il vantaggio si assenta intorno al minuto in T2, con i due norvegesi , Paquet e Schilling a comandare le operazioni. Blummenfelt cerca subito l’allungo, ma il danese non cede di schianto, mentre da dietro inizia la prevista rimonta del duo Mola e Murray, che guadagnano terreno metro dopo metro. L’ultima frazione è un testa a testa fra Blummenfelt e Mola, con lo spagnolo che si avvicina inesorabilmente fino a superare l’ottimo norvegese nelle fasi finali di gara.  La lotta per il terzo posto premia l’australiano Britwhistle, autore del solito finale irresistibile, che mette alle spalle Murray.

Buon rientro in gara dopo l’infortunio alla clavicola per l’azzurro Fabian, che è stato nelle prime posizioni durante il nuoto, sempre nel gruppo di testa nella frazione ciclistica, senza spendere energie prezione, per chiudere con un buon 10000 che lo porta a chiudere in 14° posizione, con un parziale podistico in linea con alcuni atleti che hanno chiuso nella top 10.

Da segnalare l’ 8° posto del canadese Mislawchuk, che corre per il team italiano di Deda Elementi, che si presenterà alla Grand Final in Goald Cost all’ottavo posto nel rank della WTS.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

WTS Montreal: buono il rientro di Fabian

27th agosto, 2018
Buon rientro per Fabian ed Edmonton

Buon rientro per Fabian a Montreal (foto ITU Media)

Dopo le donne, è toccato agli uomini scendere in gara nella penultima tappa del circuito WTS a Montreal. Giornata uggiosa e strada bagnata, che non ha però impedito agli atleti di regalare una gara tirata fino all’ultimo metro, che si è decisa solo nel finale.

Nel nuoto il rientrante sudafricano Shoeman dimostra di essere di un altro livello per tutti, conducendo la frazione dall’inizio , con il solo americano Rider a tenere il suo passo sino alla T1. Dopo una veloce transizione i due provano subito una azione solitaria in bici, ma da dietro non hanno intenzione di far scappare nessuno. Dopo qualche tentativo di fuga non andato a buon fine. il danese Schilling sembra voler rompere gli indugi una volta per tutte, supportato poi dall’israeliano Sagev che scappa dal gruppo cercando di dargli man forte. Quando sembra che la fuga non possa andare in porto, parte il perfetto gioco di squadra dei norvegesi, pilotato da Blummenfelt che viene supportato da Stornes, che prima raggiungono i fuggitivi, poi aumentano il vantaggio sugli inseguitori, perdendo Sagiv, stremato dal primo tentativo di  fuga. A loro si unisce in seconda battuta il coraggiosissimo giovane canadese Paquet, classe 1997.

Il vantaggio si assenta intorno al minuto in T2, con i due norvegesi , Paquet e Schilling a comandare le operazioni. Blummenfelt cerca subito l’allungo, ma il danese non cede di schianto, mentre da dietro inizia la prevista rimonta del duo Mola e Murray, che guadagnano terreno metro dopo metro. L’ultima frazione è un testa a testa fra Blummenfelt e Mola, con lo spagnolo che si avvicina inesorabilmente fino a superare l’ottimo norvegese nelle fasi finali di gara.  La lotta per il terzo posto premia l’australiano Britwhistle, autore del solito finale irresistibile, che mette alle spalle Murray.

Buon rientro in gara dopo l’infortunio alla clavicola per l’azzurro Fabian, che è stato nelle prime posizioni durante il nuoto, sempre nel gruppo di testa nella frazione ciclistica, senza spendere energie prezione, per chiudere con un buon 10000 che lo porta a chiudere in 14° posizione, con un parziale podistico in linea con alcuni atleti che hanno chiuso nella top 10.

Da segnalare l’ 8° posto del canadese Mislawchuk, che corre per il team italiano di Deda Elementi, che si presenterà alla Grand Final in Goald Cost all’ottavo posto nel rank della WTS.

By
@novellimarco
backtotop