Mute Triathlon

WTS Bermuda: Betto OK , Fabian KO

WTS Bermuda

                                                    WTS Bermuda

E’ andata in scena nelle Bermuda la seconda tappa del circuito WTS 2018 , con due italiani al via, Betto in campo femminile e Fabian in campo maschile.

I primi a partire sono stati gli uomini , con un epilogo a sorpresa. Il nuoto ha visto il sud africano Shoeman, vincitore della prima tappa, fare subito il ritmo, con Varga stranamente attardato di qualche secondo. Il tracciato ciclistico, abbastanza impegnativo, ha di fatto deciso la gara. Il norvegese Stornes, classe 1997, dove aver ricucito il gap accumulato nel nuoto, parte dopo pochi km per una fuga solitaria, ai più sembrata “suicida”, ma che gli ha permesso di accumulare un vantaggio che è aumentato giro dopo giro sino a superare i 2′. Alle sue spalle i suoi compagni di nazionale Iden e Blummenfelt, insieme al danese Schilling, forzano il ritmo nel finale e scaricano il resto del gruppo, presentandosi in T2 con 1′ 20″ circa di svantaggio dal fuggitivo e circa 1′ di vantaggio sul gruppo di Mola e Schoeman.

Nonostante lo sforzo profuso sulle due ruote, Stornes riesce a mantenere la prima posizione e, dopo il suo primo podio internazionale circa un mese fa a Madeira, arriva la prima affermazione in WTS. Dietro di lui , a completare la storica tripletta per la Norvegia, Blummenfelt e Ide. Solo 4° lo spagnolo Mola, a cui non basta il miglior parziale nella frazione finale. 9° l’australiano Bailie che corre per il marchio italiano Deda Elementi , così come il canadese Mislawchuk (24°)

In campo femminile tutto come da pronostico, con la padrona di casa Duffy che si è prontamente rifatta dal ritiro nella prima tappa, regalando al suo pubblico il solito show. Dopo essere uscita davanti nella frazione di nuoto, ha lasciato sul posto le sue inseguitrici, chiudendo la seconda frazione con 1′ circa di vantaggio su un gruppetto di inseguitrici, comprendente Alice Betto. Anche nella frazione finale Duffy fa segnare il miglior parziale e trionfa con quasi 2′ di vantaggio sulla Holland che precede in volata l’americana Zaferes. Da segnalare il 4° posto dell’americana Kasper, anche lei atleta del gruppo italiano Deda Elementi , attuale leader della serie mondiale WTS dopo 2 tappe.

Buona la prova di Alice Betto, che chiude al 6° posto assoluto con le solite solide frazioni di nuoto e ciclismo, mentre nella corsa riesce a stringere i denti e a far segnale un discreto parziale , chiudendo comunque a 4’26” dalla Duffy. Per quanto riguarda Fabian, dopo un buon nuoto, ha patito la frazione ciclistica, perdendo anche in una occasione il gruppo , per poi concludere la gara anticipatamente a causa di una caduta, con probabile frattura della clavicola.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

WTS Bermuda: Betto OK , Fabian KO

3rd maggio, 2018
WTS Bermuda

                                                    WTS Bermuda

E’ andata in scena nelle Bermuda la seconda tappa del circuito WTS 2018 , con due italiani al via, Betto in campo femminile e Fabian in campo maschile.

I primi a partire sono stati gli uomini , con un epilogo a sorpresa. Il nuoto ha visto il sud africano Shoeman, vincitore della prima tappa, fare subito il ritmo, con Varga stranamente attardato di qualche secondo. Il tracciato ciclistico, abbastanza impegnativo, ha di fatto deciso la gara. Il norvegese Stornes, classe 1997, dove aver ricucito il gap accumulato nel nuoto, parte dopo pochi km per una fuga solitaria, ai più sembrata “suicida”, ma che gli ha permesso di accumulare un vantaggio che è aumentato giro dopo giro sino a superare i 2′. Alle sue spalle i suoi compagni di nazionale Iden e Blummenfelt, insieme al danese Schilling, forzano il ritmo nel finale e scaricano il resto del gruppo, presentandosi in T2 con 1′ 20″ circa di svantaggio dal fuggitivo e circa 1′ di vantaggio sul gruppo di Mola e Schoeman.

Nonostante lo sforzo profuso sulle due ruote, Stornes riesce a mantenere la prima posizione e, dopo il suo primo podio internazionale circa un mese fa a Madeira, arriva la prima affermazione in WTS. Dietro di lui , a completare la storica tripletta per la Norvegia, Blummenfelt e Ide. Solo 4° lo spagnolo Mola, a cui non basta il miglior parziale nella frazione finale. 9° l’australiano Bailie che corre per il marchio italiano Deda Elementi , così come il canadese Mislawchuk (24°)

In campo femminile tutto come da pronostico, con la padrona di casa Duffy che si è prontamente rifatta dal ritiro nella prima tappa, regalando al suo pubblico il solito show. Dopo essere uscita davanti nella frazione di nuoto, ha lasciato sul posto le sue inseguitrici, chiudendo la seconda frazione con 1′ circa di vantaggio su un gruppetto di inseguitrici, comprendente Alice Betto. Anche nella frazione finale Duffy fa segnare il miglior parziale e trionfa con quasi 2′ di vantaggio sulla Holland che precede in volata l’americana Zaferes. Da segnalare il 4° posto dell’americana Kasper, anche lei atleta del gruppo italiano Deda Elementi , attuale leader della serie mondiale WTS dopo 2 tappe.

Buona la prova di Alice Betto, che chiude al 6° posto assoluto con le solite solide frazioni di nuoto e ciclismo, mentre nella corsa riesce a stringere i denti e a far segnale un discreto parziale , chiudendo comunque a 4’26” dalla Duffy. Per quanto riguarda Fabian, dopo un buon nuoto, ha patito la frazione ciclistica, perdendo anche in una occasione il gruppo , per poi concludere la gara anticipatamente a causa di una caduta, con probabile frattura della clavicola.

By
@novellimarco
backtotop