Mute Triathlon

Un XTerrista “fenomenale”

Nel 2017 un atleta italiano, che aveva gareggiato con il tesseramento giornaliero, si era reso protagonista di una prestazione “monstre” nella frazione podistica dell XGardaman. Il duo parziale nell’ultima frazione, non solo risultava il migliore, ma più veloce di ben 9′ rispetto a quello del vincitore assoluto, Marcello Ugazio, uno dei migliori specialisti a livello mondiale nel cross , proprio nell’ultima frazione. In quella occasione, nonostante risultasse evidente a tutti che quel parziale fosse palesemente impossibile da realizzare, i giudici non hanno squalificato l’atleta .

In occasione dell’ultimo mondiale XTerra, lo stesso atleta si è reso protagonista di un’altra prestazione “fenomenale” nella frazione podistica, dove ha nuovamente  fatto segnare il miglior parziale assoluto, distaccando di diversi minuti sia il campione mondiale, che tutti i più forti a livello internazionale. Grazie a questo, ha conseguitola seconda posizione di categoria e il titolo di vice campione mondiale XTerra. Anche in questo caso, ad oggi, non c’è stato alcun provvedimento per l’atleta.

Quello che salta all’occhio è come in occasione dell’ XTerra di Scanno, lo stesso atleta abbia corso quasi 20′ più lento di un atleta come SERRANO, uno dei big a livello mondiale, che a Maui ha invece accusato 13′ di ritardo dal “fenomeno” italiano.  A Maui il secondo parziale di corsa sarebbe di Weiss, distaccato di quasi 4′ , mentre il vincitore assoluto Akerson , risulta più lento di ben 6′ !!!!

Sui social si è scatenata subito una discussione, sulla bacheca dell’atleta e della sua società, dopo post trionfalistici, qualcuno ha iniziato a mettere in evidenza come il risultat0 fosse quantomeno sospetto. L’interessato ha iniziato a rimuovere alcuni commenti e a bloccare alcune persone , senza mai dare alcuna spiegazione . Naturalmente lo stesso non ha scaricato la traccia GPS della propria gara. A Maui, pur essendo un campionato mondiale, non è presente il sistema di cronometraggio e non vi sono controlli sui percorsi. Data la conformazione dei tracciati, ci sono diversi punti dove si può tagliare il percorso senza essere visti.

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Un XTerrista “fenomenale”

30th ottobre, 2018

Nel 2017 un atleta italiano, che aveva gareggiato con il tesseramento giornaliero, si era reso protagonista di una prestazione “monstre” nella frazione podistica dell XGardaman. Il duo parziale nell’ultima frazione, non solo risultava il migliore, ma più veloce di ben 9′ rispetto a quello del vincitore assoluto, Marcello Ugazio, uno dei migliori specialisti a livello mondiale nel cross , proprio nell’ultima frazione. In quella occasione, nonostante risultasse evidente a tutti che quel parziale fosse palesemente impossibile da realizzare, i giudici non hanno squalificato l’atleta .

In occasione dell’ultimo mondiale XTerra, lo stesso atleta si è reso protagonista di un’altra prestazione “fenomenale” nella frazione podistica, dove ha nuovamente  fatto segnare il miglior parziale assoluto, distaccando di diversi minuti sia il campione mondiale, che tutti i più forti a livello internazionale. Grazie a questo, ha conseguitola seconda posizione di categoria e il titolo di vice campione mondiale XTerra. Anche in questo caso, ad oggi, non c’è stato alcun provvedimento per l’atleta.

Quello che salta all’occhio è come in occasione dell’ XTerra di Scanno, lo stesso atleta abbia corso quasi 20′ più lento di un atleta come SERRANO, uno dei big a livello mondiale, che a Maui ha invece accusato 13′ di ritardo dal “fenomeno” italiano.  A Maui il secondo parziale di corsa sarebbe di Weiss, distaccato di quasi 4′ , mentre il vincitore assoluto Akerson , risulta più lento di ben 6′ !!!!

Sui social si è scatenata subito una discussione, sulla bacheca dell’atleta e della sua società, dopo post trionfalistici, qualcuno ha iniziato a mettere in evidenza come il risultat0 fosse quantomeno sospetto. L’interessato ha iniziato a rimuovere alcuni commenti e a bloccare alcune persone , senza mai dare alcuna spiegazione . Naturalmente lo stesso non ha scaricato la traccia GPS della propria gara. A Maui, pur essendo un campionato mondiale, non è presente il sistema di cronometraggio e non vi sono controlli sui percorsi. Data la conformazione dei tracciati, ci sono diversi punti dove si può tagliare il percorso senza essere visti.

 

By
@novellimarco
backtotop