Mute Triathlon

Un lutto per la famiglia dei triathleti italiani

A Bisuschio in provincia di Varese è deceduto per cause ancora da accertare ( si pensa ad un malore)  un triathleta: Giuseppe Zanovello.
Di seguito l’articolo apparso nelle news de “La Prealpina”:

S’è sentito male in sella alla sua bicicletta, probabilmente mentre stava provando il tracciato della gara di triathlon in programma domenica 16 settembre in paese. Un malore che purtroppo s’è rivelato fatale a Giuseppe Zanovello, 49 anni, appassionato di questa disciplina sportiva che unisce nuoto, podismo e, appunto, ciclismo.
Il personale del 118 ha cercato a lungo di rianimarlo ma per l’uomo, residente a Bisuschio, non c’è stato nulla da fare: è morto al Pronto soccorso dell’ospedale di Circolo di Varese poco dopo il ricovero. La tragedia è avvenuta la sera di martedì 4 settembre, qualche minuto prima delle 20, in una zona boschiva nei pressi di via Mascagni, non lontano dalla strada provinciale 9. A quell’ora, infatti, un suo amico che era uscito con lui nel tardo pomeriggio per un allenamento in bici ha lanciato l’allarme al 118. È stato lui a trovare Zanovello a terra privo di sensi. In pochi minuti a Bisuschio sono arrivate ambulanza e auto medica del 118, il cui personale ha immediatamente avviato le manovre di rianimazione del triatleta, che era in arresto cardiaco. Poi la corsa a sirene spiegate verso l’ospedale, dove in serata è stato constatato il decesso. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri di Varese; in un primo tempo, infatti, la dinamica non era del tutto chiara, e si era pensato anche all’ipotesi di un incidente. Ipotesi esclusa dopo i primi accertamenti sulla bici e sul luogo della disgrazia. I medici del “Circolo” hanno poi confermato che si è trattato di un decesso per cause naturali, forse un infarto. Geometra con la passione dello sport, Zanovello apparteneva a una famiglia numerosa (aveva sette fratelli) e molto nota a Bisuschio. Con altri amici e concittadini condivideva l’hobby del triathlon, che lo aveva portato a partecipare a diverse competizioni a livello amatoriale.

Le nostre condoglianze alla famiglia Zanovello

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Un lutto per la famiglia dei triathleti italiani

5th settembre, 2012

A Bisuschio in provincia di Varese è deceduto per cause ancora da accertare ( si pensa ad un malore)  un triathleta: Giuseppe Zanovello.
Di seguito l’articolo apparso nelle news de “La Prealpina”:

S’è sentito male in sella alla sua bicicletta, probabilmente mentre stava provando il tracciato della gara di triathlon in programma domenica 16 settembre in paese. Un malore che purtroppo s’è rivelato fatale a Giuseppe Zanovello, 49 anni, appassionato di questa disciplina sportiva che unisce nuoto, podismo e, appunto, ciclismo.
Il personale del 118 ha cercato a lungo di rianimarlo ma per l’uomo, residente a Bisuschio, non c’è stato nulla da fare: è morto al Pronto soccorso dell’ospedale di Circolo di Varese poco dopo il ricovero. La tragedia è avvenuta la sera di martedì 4 settembre, qualche minuto prima delle 20, in una zona boschiva nei pressi di via Mascagni, non lontano dalla strada provinciale 9. A quell’ora, infatti, un suo amico che era uscito con lui nel tardo pomeriggio per un allenamento in bici ha lanciato l’allarme al 118. È stato lui a trovare Zanovello a terra privo di sensi. In pochi minuti a Bisuschio sono arrivate ambulanza e auto medica del 118, il cui personale ha immediatamente avviato le manovre di rianimazione del triatleta, che era in arresto cardiaco. Poi la corsa a sirene spiegate verso l’ospedale, dove in serata è stato constatato il decesso. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri di Varese; in un primo tempo, infatti, la dinamica non era del tutto chiara, e si era pensato anche all’ipotesi di un incidente. Ipotesi esclusa dopo i primi accertamenti sulla bici e sul luogo della disgrazia. I medici del “Circolo” hanno poi confermato che si è trattato di un decesso per cause naturali, forse un infarto. Geometra con la passione dello sport, Zanovello apparteneva a una famiglia numerosa (aveva sette fratelli) e molto nota a Bisuschio. Con altri amici e concittadini condivideva l’hobby del triathlon, che lo aveva portato a partecipare a diverse competizioni a livello amatoriale.

Le nostre condoglianze alla famiglia Zanovello

 

By
@novellimarco
backtotop