Mute Triathlon

Triathlon: Quando influisce il nuoto sulla prestazione in bici?

Quanto infliuisce il nuoto sulla prestazione in bici?

Quanto infliuisce il nuoto sulla prestazione in bici?

Uno studio del 2019 effettuato da Jeffrey Rothschild e George H Corcker ( https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30959840/ ), ha cercato di esaminare gli effetti di una nuotata di 2 km sui marker delle successive prestazioni ciclistiche in triatleti Age Group ben allenati. Quindici gli atleti testati (10 maschi, cinque femmine, 38,3 ± 8,4 anni) che hanno eseguito due test di ciclismo progressivo , effettuati a due e dieci giorni di distanza, uno dei quali immediatamente dopo a una nuotata di 2 km (33,7 ± 4,1 min).

La potenza ciclica alla concentrazione di lattato nel sangue di 4 mM è diminuita dopo il nuoto di una media del 3,8% (p = 0,03, IC 95% -7,7, 0,2%), mentre la frequenza cardiaca durante il ciclo sottomassimale (220 W per i maschi, 150 W per le femmine)aumentata in media del 4,0% (p = 0,02, 95% CI 1,7, 9,7%), rispetto al ciclismo senza nuoto precedente. Il consumo massimo di ossigeno è diminuito in media del 4,0% (p = 0,01, IC 95% -6,5, -1,4%) e la potenza di picco è diminuita in media del 4,5% (p <0,01, IC 95% -7,3, -2,3% ) dopo il nuoto, rispetto al ciclismo senza nuoto precedente. I risultati di questo studio suggeriscono che i marker del ciclismo sottomassimale e massimo sono compromessi dopo una nuotata di 2 km.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Triathlon: Quando influisce il nuoto sulla prestazione in bici?

24th giugno, 2020
Quanto infliuisce il nuoto sulla prestazione in bici?

Quanto infliuisce il nuoto sulla prestazione in bici?

Uno studio del 2019 effettuato da Jeffrey Rothschild e George H Corcker ( https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30959840/ ), ha cercato di esaminare gli effetti di una nuotata di 2 km sui marker delle successive prestazioni ciclistiche in triatleti Age Group ben allenati. Quindici gli atleti testati (10 maschi, cinque femmine, 38,3 ± 8,4 anni) che hanno eseguito due test di ciclismo progressivo , effettuati a due e dieci giorni di distanza, uno dei quali immediatamente dopo a una nuotata di 2 km (33,7 ± 4,1 min).

La potenza ciclica alla concentrazione di lattato nel sangue di 4 mM è diminuita dopo il nuoto di una media del 3,8% (p = 0,03, IC 95% -7,7, 0,2%), mentre la frequenza cardiaca durante il ciclo sottomassimale (220 W per i maschi, 150 W per le femmine)aumentata in media del 4,0% (p = 0,02, 95% CI 1,7, 9,7%), rispetto al ciclismo senza nuoto precedente. Il consumo massimo di ossigeno è diminuito in media del 4,0% (p = 0,01, IC 95% -6,5, -1,4%) e la potenza di picco è diminuita in media del 4,5% (p <0,01, IC 95% -7,3, -2,3% ) dopo il nuoto, rispetto al ciclismo senza nuoto precedente. I risultati di questo studio suggeriscono che i marker del ciclismo sottomassimale e massimo sono compromessi dopo una nuotata di 2 km.

By
@novellimarco
backtotop