Mute Triathlon

Triathlon: 4 anni di squalifica per Montanari

                               Massimo della pena per Montanari

Massimo della squalifica per il triatleta Marco Montanari, che ieri è stato squalifcato dalla TNA per 4 anni! Risultato positivo alla sostanza Arimistane Metabolita nel corso di un controllo svoltosi in occasione dell’ultima edizione dell’Elbaman, la sue posizione era stata difesa da diverse persone , che citavano casi simili in cui si sarebbe trattato di presunti integratori inquinati  e cercando comunque di “alleviare” la sua posizione.

La sentenza della Nado, che lo ha punito con il massimo della pena, in tal senso è emblematica , non lasciando spazio ad alcuna possibilità di errore da parte dell’atleta, o qualsivoglia assunzione “involontaria” o per fini teraeutici.

Certamente chi difende certe posizioni dovrebbe evitare di parlare di valori dello sport e invocare il patibolo o l’assoluzione a seconda del grado di coinvolgimento con la persona al centro dei casi di doping

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Triathlon: 4 anni di squalifica per Montanari

4th febbraio, 2020

                               Massimo della pena per Montanari

Massimo della squalifica per il triatleta Marco Montanari, che ieri è stato squalifcato dalla TNA per 4 anni! Risultato positivo alla sostanza Arimistane Metabolita nel corso di un controllo svoltosi in occasione dell’ultima edizione dell’Elbaman, la sue posizione era stata difesa da diverse persone , che citavano casi simili in cui si sarebbe trattato di presunti integratori inquinati  e cercando comunque di “alleviare” la sua posizione.

La sentenza della Nado, che lo ha punito con il massimo della pena, in tal senso è emblematica , non lasciando spazio ad alcuna possibilità di errore da parte dell’atleta, o qualsivoglia assunzione “involontaria” o per fini teraeutici.

Certamente chi difende certe posizioni dovrebbe evitare di parlare di valori dello sport e invocare il patibolo o l’assoluzione a seconda del grado di coinvolgimento con la persona al centro dei casi di doping

By
@novellimarco
backtotop