Mute Triathlon

Steinwandter e Dossena conquistano Lecco.

Tutto come da pronostici a Lecco nel duathlon sprint valido come TERZA tappa del circuito nazionale di duathlon 2013.
La pronosticata pioggia non è caduta su Lecco , per la gioia dei circa 500 atleti che hanno dato spettacolo sul lungo lago chiuso al traffico.
La prima batteria è partita alle ore 10.00 con protagonista il giovane (classe 1997) verbanese dell’Atletica Bellinzago Stefano Micotti , che prende il largo in bici e vince solitario in 1 ora  circa. A seguire è partita la batteria clou della gara maschile con subito 3 atleti al comando, il carabiniere Massimo De Ponti, l’alto-atesino Matthias Steinwandter e Fabio Villari del TD Rimini, ad inseguire i giovani Mosso (Virtus) e Chitti (Cus Parma). Nel primo giro in bici Villari perde contatto dal duo Steinwndter-De Ponti, dietro inizia la rimonta di un gruppetto con Della Pasqua (TD Rimini), Bonazzi (Freezone) e Rossi (Triathlon Cremona Stradivari) a tirare. In T2 i due apripista si presentano solitari, dietro entrano compatti, il più veloce ad uscire è Steinwandter seguito a pochi metri da Massimo De Ponti, dietro Chitti viene richiamato a raccogliere la  sua bici caduta in T2 e perde di fatto il podio virtuale. Negli ultimi 2.5 km Steinwandter mantiene il piccolo vantaggio acquisito in T2 e vince in poco più di 54′ , con De Ponti a pochissimi secondi. Per il terzo posto la spunta Villari sul compagnio di squadra Della Pasqua.
Gara senza storia quella femminile, troppo forte Sara Dossena per le rivali, già in T1 il suo vantaggio è considerevole, quasi 2′ su Parodi (Virtus), Cretu (Atl. Bellinzago ) e Ingletto (Firenze Triathlon), ma dopo pochi km Cretu perde il gruppo e da dietro la sua giovane compagna di squadra (classe 1995 ) Giulia Sforza rientra sul gruppo delle inseguitrici. Sara Dossena continua la sua cavalcata solitaria aumentando il suo già ampio vantaggio, mentre dietro  il podio si gioca tra Ingletto, Sforza e Parodi. Sara Dossena vince solitaria in poco più di 1.02′, mentre dietro è Chiara Ingletto a spuntarla per il secondo posto davanti a Parodi e Sforza.

CLASSIFICHE

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


  1. Tra l’altro Daria 2 erano tigrotti 😉 Comunque non credo che sia comunque da calssificare il tutto come colpa dell’organizzazione , sono cose difficilmente prevedibili

  2. Vattla'piè on 8 aprile 2013 at 20:06 said:

    La classifica della gara è stata falsata dalle numerose forature soprattutto nella prima batteria! In tutto ci sono stati 17 atleti ritirati. Le forature sono state causate da frammenti di vetro. Mi auguro che nella prossima manifestazione si tenga presente quanto accaduto. Le macchine spazza-strade ci sono, ne ho incrociate ben due al lavoro al mattino a Lecco, ovviamente fuori dalla zona transennata del percorso ciclistico.

Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Steinwandter e Dossena conquistano Lecco.

8th aprile, 2013

Tutto come da pronostici a Lecco nel duathlon sprint valido come TERZA tappa del circuito nazionale di duathlon 2013.
La pronosticata pioggia non è caduta su Lecco , per la gioia dei circa 500 atleti che hanno dato spettacolo sul lungo lago chiuso al traffico.
La prima batteria è partita alle ore 10.00 con protagonista il giovane (classe 1997) verbanese dell’Atletica Bellinzago Stefano Micotti , che prende il largo in bici e vince solitario in 1 ora  circa. A seguire è partita la batteria clou della gara maschile con subito 3 atleti al comando, il carabiniere Massimo De Ponti, l’alto-atesino Matthias Steinwandter e Fabio Villari del TD Rimini, ad inseguire i giovani Mosso (Virtus) e Chitti (Cus Parma). Nel primo giro in bici Villari perde contatto dal duo Steinwndter-De Ponti, dietro inizia la rimonta di un gruppetto con Della Pasqua (TD Rimini), Bonazzi (Freezone) e Rossi (Triathlon Cremona Stradivari) a tirare. In T2 i due apripista si presentano solitari, dietro entrano compatti, il più veloce ad uscire è Steinwandter seguito a pochi metri da Massimo De Ponti, dietro Chitti viene richiamato a raccogliere la  sua bici caduta in T2 e perde di fatto il podio virtuale. Negli ultimi 2.5 km Steinwandter mantiene il piccolo vantaggio acquisito in T2 e vince in poco più di 54′ , con De Ponti a pochissimi secondi. Per il terzo posto la spunta Villari sul compagnio di squadra Della Pasqua.
Gara senza storia quella femminile, troppo forte Sara Dossena per le rivali, già in T1 il suo vantaggio è considerevole, quasi 2′ su Parodi (Virtus), Cretu (Atl. Bellinzago ) e Ingletto (Firenze Triathlon), ma dopo pochi km Cretu perde il gruppo e da dietro la sua giovane compagna di squadra (classe 1995 ) Giulia Sforza rientra sul gruppo delle inseguitrici. Sara Dossena continua la sua cavalcata solitaria aumentando il suo già ampio vantaggio, mentre dietro  il podio si gioca tra Ingletto, Sforza e Parodi. Sara Dossena vince solitaria in poco più di 1.02′, mentre dietro è Chiara Ingletto a spuntarla per il secondo posto davanti a Parodi e Sforza.

CLASSIFICHE

By
@novellimarco
backtotop