Mute Triathlon

Start list di Caorle, regolamento tecnico e circolare gare non rispettati per le donne

Confusione

Start list di Caorle non rispetta regolamento tecnico e circolare gare

Sono state pubblicate sul sito Fitri le start list dei campionati italiani assoluti di triathlon olimpico. A differenza di quanto dichiarato nella presentazione della manifestazione, non saranno al via 3 dei 4 azzurri che difenderanno i nostri colori alle olimpiadi di Rio, tra cui il campione uscente Davide Uccellari, Alessandro Fabian e Charlotte Bonin, con la sola AnnaMaria Mazzetti ai nastri di partenza.

La prima cosa che salta all’occhio è la presenza di diversi M2 e M3, che ancora una volta fa riflettere sui criteri di partecipazione a questo evento, che dovrebbe rappresentare il clou dell’attività agonistica nazionale, ma che di fatto non si differenzia più di tanto da una normale gara rank. Considerando il percorso multilap, sarà problematico far rispettare la regola del “doppiaggio”, secondo la quale i concorrenti doppiati non possono accodarsi a chi li supera, regola praticamente MAI fatta rispettare , ma che in un campionato italiano e con un certo tipo di percorso potrebbe causare non pochi problemi agli atleti elite.

Sono 10 gli atleti Junior che dovrebbero aver ricevuto la Wild card, in quando non avrebbero avuto i requisiti per partire in prima batteria, sarebbe interessante sapere se abbiano rispettato o meno i termini di richiesta previsti dal regolamento tecnico

 

64.04 Le società dovranno far pervenire alla Federazione le richieste di Wild Card per i propri atleti almeno sette giorni prima della gara interessata.

 

Per quanto riguarda le donne , pur non avendo senso una batteria con solo elite e le 5 wild card previste, non si è rispettato il regolamento tecnico ne tantomeno la circolare gare, con tutte le atlete che partiranno in batteria unica. Siamo quindi di fronte all’ennesimo caso in cui la Fitri opera noncurante dei propri stessi regolamenti, creando figli e figliastri.

Come è possibile però che in campo maschile in seconda batteria ci siano atleti come Gabriele Salini ,che in base al rank avrebbe il pettorale 13 e che ha dimostrato , vincendo alcune gare importanti, di essere un atleta di ottimo livello , Ivan Risti (pettorale 16 in base al rank), Butturini, Terranova, Intagliata, che potrebbero tranquillamente lottare per una top 10 assoluta, mentre in prima ci sono atleti addirittura al loro esordio sulla distanza e nettamente inferiori a questi atleti? Sono forse più meritevoli certi Junior di loro di partire in prima batteria? Il regolamento tecnico vigente è datato 2015, per cui non si capisce come un atleta come Salini, che anche lo scorso anno non era elite o U23, a distanza di un anno si trovi dal partire in prima batteria alla seconda, nonostante il regolamento non sia cambiato e il suo livello sia addirittura migliorato!

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Start list di Caorle, regolamento tecnico e circolare gare non rispettati per le donne

27th luglio, 2016
Confusione

Start list di Caorle non rispetta regolamento tecnico e circolare gare

Sono state pubblicate sul sito Fitri le start list dei campionati italiani assoluti di triathlon olimpico. A differenza di quanto dichiarato nella presentazione della manifestazione, non saranno al via 3 dei 4 azzurri che difenderanno i nostri colori alle olimpiadi di Rio, tra cui il campione uscente Davide Uccellari, Alessandro Fabian e Charlotte Bonin, con la sola AnnaMaria Mazzetti ai nastri di partenza.

La prima cosa che salta all’occhio è la presenza di diversi M2 e M3, che ancora una volta fa riflettere sui criteri di partecipazione a questo evento, che dovrebbe rappresentare il clou dell’attività agonistica nazionale, ma che di fatto non si differenzia più di tanto da una normale gara rank. Considerando il percorso multilap, sarà problematico far rispettare la regola del “doppiaggio”, secondo la quale i concorrenti doppiati non possono accodarsi a chi li supera, regola praticamente MAI fatta rispettare , ma che in un campionato italiano e con un certo tipo di percorso potrebbe causare non pochi problemi agli atleti elite.

Sono 10 gli atleti Junior che dovrebbero aver ricevuto la Wild card, in quando non avrebbero avuto i requisiti per partire in prima batteria, sarebbe interessante sapere se abbiano rispettato o meno i termini di richiesta previsti dal regolamento tecnico

 

64.04 Le società dovranno far pervenire alla Federazione le richieste di Wild Card per i propri atleti almeno sette giorni prima della gara interessata.

 

Per quanto riguarda le donne , pur non avendo senso una batteria con solo elite e le 5 wild card previste, non si è rispettato il regolamento tecnico ne tantomeno la circolare gare, con tutte le atlete che partiranno in batteria unica. Siamo quindi di fronte all’ennesimo caso in cui la Fitri opera noncurante dei propri stessi regolamenti, creando figli e figliastri.

Come è possibile però che in campo maschile in seconda batteria ci siano atleti come Gabriele Salini ,che in base al rank avrebbe il pettorale 13 e che ha dimostrato , vincendo alcune gare importanti, di essere un atleta di ottimo livello , Ivan Risti (pettorale 16 in base al rank), Butturini, Terranova, Intagliata, che potrebbero tranquillamente lottare per una top 10 assoluta, mentre in prima ci sono atleti addirittura al loro esordio sulla distanza e nettamente inferiori a questi atleti? Sono forse più meritevoli certi Junior di loro di partire in prima batteria? Il regolamento tecnico vigente è datato 2015, per cui non si capisce come un atleta come Salini, che anche lo scorso anno non era elite o U23, a distanza di un anno si trovi dal partire in prima batteria alla seconda, nonostante il regolamento non sia cambiato e il suo livello sia addirittura migliorato!

By
@novellimarco
backtotop