Mute Triathlon

Spettacolo e grandi nomi alla due giorni di Lido delle Nazioni

 

Non sono mancati  i grandi nomi nella due giorni di Lido delle Nazioni che oltre al Campionato italiani di paratriathlon ha proposto un triathlon sprint e un olimpico entrambi validi per il rank italiano.
Sabato nel triathlon sprint in campo maschile un parterre di partenti di primissimo piano con Davide Uccellari (Fiamme Azzurre), Giulio  Molinari (Carabinieri), l’ungherese Csaba Rendes (Tri Cremona Stradivari), Luca Facchinetti (Td Rimini), Alex Ascenzi (Fiamme Azzurre), Pederzolli, Risti (DDS), Salini (707),Degasperi, Pozzati (Cus Trento), e gli argentini Baldini, Confalonieri e Bonari (Los Tigres) a dividersi i favori del pronostico, mentre in campo femminile Gaia Peron (Fiamme Oro) era la favorita con Battistoni (707) , Zane (Cus Trento), Signorini (Tri Cremona Stradivari ) e Myriam Grassi (Peperoncino) a cercare di impensierirla.
La gara maschile ha visto Pozzati a guidare il gruppo composto da Molinari, Facchinetti, Rendes,  Uccellari, Ascenzi, con leggermente staccati Risti, Salini, Pavan e Pederzolli, ad inseguire Baldini e Degasperi.
Il primo colpo di scena nel gruppetto degli inseguitori quando Risti per prendere la ruota di Baldini cade rovinosamente, mentre Pavan è vittima di una foratura. Baldini parte da solo all’inseguimento del gruppo di testa che sottto la spinta di Molinari non conce nulla agli avversari. Si arriva in T2 con il gruppo dei fuggitivi compatto, Baldini a circa 1′  e ad oltre 2′ il gruppo con Degasperi, Pederzolli, Salini e Bonari . Nella frazione finale prende il largo Davide Uccelari (Fiamme Azzurre), mentre alle sue spalle ottima prova di Facchinetti che conquista il secondo posto davanti all’ungherese Rendes. Al quarto posto Giulio Molinari che precede Ascenzi, Baldini, Degasperi, Pederzolli, Bonari e Salini.
Tra le donne  gara dominata da Gaia Peron che prende subito il largo a nuoto uscendo dall’acqua con un margine di circa 30″ sulle inseguitrici per poi aumentare il suo vantaggio nella frazione in bici corsa in solitaria e controllare nell’ultima frazione tagliando il traguardo vittoriosa davanti a Elisa Battistoni (707) che ha la meglio su Ilaria Zane (Cus Trento) e Veronica Signorini (Tri Cremona Stradivari).
Domenica si è corso il triathlon olimpico con altrettanto livello nelle due gare. Tra gli uomini il più veloce in acqua è stato lo svizzero Anderlind che ha preceduto di pochi secondi Molinari, Facchinetti, Ballerini (Raschiani Tri Pavese) e Pederzolli, mentre a circa 50″ emergevano Degasperi e Baldini. Davanti Molinari e Facchinetti decidono di salutare la compagnia , da dietro rinviene prepotentemente l’argentino Baldini che dopo aver scaricato Degasperi, scarica anche Anderlind e Pederzolli, mentre Ballerini è costretto al ritiro per foratura. Al km 30 Baldini e a circa 15″-20″ dai due battistrada che decidono di aumentare il ritmo e arrivano in t2 da soli con un vantaggio di circa 1′ su Baldini che decide di risparmiarsi per i 10 km finali, mentre Degasperi e Pederzolli rientrano in T2 a circa 2′ da Baldini. Nella frazione conclusiva Molinari e Facchinetti decidono di correre insieme, Baldini riesce a contenere senza problemi lo scontato tentativo di rimonta di Degasperi, mentre Pederzolli perdeva leggermente terreno. La classifica finale premia Molinari davanti a Facchinetti (arrivo ex equo per i due ) , Baldini, Degasperi, Pederzolli, Franceschi (Junior della Galileo),  Paridni (Junior – Fenice Tri), Anderlind e Confalonieri.
In campo femminile stesso copione dello sprint di Sabato con la Peron che prende subito il largo e dopo una gara solitaria vince davanti alla Zane e Battistoni, con la giovane Sara Papais (Td Rimini) che chiude 4°.
I titoli regionali Trentino Alto Adige sono andati a Degasperi e Zane  del Cus Trento.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Spettacolo e grandi nomi alla due giorni di Lido delle Nazioni

24th settembre, 2013

 

Non sono mancati  i grandi nomi nella due giorni di Lido delle Nazioni che oltre al Campionato italiani di paratriathlon ha proposto un triathlon sprint e un olimpico entrambi validi per il rank italiano.
Sabato nel triathlon sprint in campo maschile un parterre di partenti di primissimo piano con Davide Uccellari (Fiamme Azzurre), Giulio  Molinari (Carabinieri), l’ungherese Csaba Rendes (Tri Cremona Stradivari), Luca Facchinetti (Td Rimini), Alex Ascenzi (Fiamme Azzurre), Pederzolli, Risti (DDS), Salini (707),Degasperi, Pozzati (Cus Trento), e gli argentini Baldini, Confalonieri e Bonari (Los Tigres) a dividersi i favori del pronostico, mentre in campo femminile Gaia Peron (Fiamme Oro) era la favorita con Battistoni (707) , Zane (Cus Trento), Signorini (Tri Cremona Stradivari ) e Myriam Grassi (Peperoncino) a cercare di impensierirla.
La gara maschile ha visto Pozzati a guidare il gruppo composto da Molinari, Facchinetti, Rendes,  Uccellari, Ascenzi, con leggermente staccati Risti, Salini, Pavan e Pederzolli, ad inseguire Baldini e Degasperi.
Il primo colpo di scena nel gruppetto degli inseguitori quando Risti per prendere la ruota di Baldini cade rovinosamente, mentre Pavan è vittima di una foratura. Baldini parte da solo all’inseguimento del gruppo di testa che sottto la spinta di Molinari non conce nulla agli avversari. Si arriva in T2 con il gruppo dei fuggitivi compatto, Baldini a circa 1′  e ad oltre 2′ il gruppo con Degasperi, Pederzolli, Salini e Bonari . Nella frazione finale prende il largo Davide Uccelari (Fiamme Azzurre), mentre alle sue spalle ottima prova di Facchinetti che conquista il secondo posto davanti all’ungherese Rendes. Al quarto posto Giulio Molinari che precede Ascenzi, Baldini, Degasperi, Pederzolli, Bonari e Salini.
Tra le donne  gara dominata da Gaia Peron che prende subito il largo a nuoto uscendo dall’acqua con un margine di circa 30″ sulle inseguitrici per poi aumentare il suo vantaggio nella frazione in bici corsa in solitaria e controllare nell’ultima frazione tagliando il traguardo vittoriosa davanti a Elisa Battistoni (707) che ha la meglio su Ilaria Zane (Cus Trento) e Veronica Signorini (Tri Cremona Stradivari).
Domenica si è corso il triathlon olimpico con altrettanto livello nelle due gare. Tra gli uomini il più veloce in acqua è stato lo svizzero Anderlind che ha preceduto di pochi secondi Molinari, Facchinetti, Ballerini (Raschiani Tri Pavese) e Pederzolli, mentre a circa 50″ emergevano Degasperi e Baldini. Davanti Molinari e Facchinetti decidono di salutare la compagnia , da dietro rinviene prepotentemente l’argentino Baldini che dopo aver scaricato Degasperi, scarica anche Anderlind e Pederzolli, mentre Ballerini è costretto al ritiro per foratura. Al km 30 Baldini e a circa 15″-20″ dai due battistrada che decidono di aumentare il ritmo e arrivano in t2 da soli con un vantaggio di circa 1′ su Baldini che decide di risparmiarsi per i 10 km finali, mentre Degasperi e Pederzolli rientrano in T2 a circa 2′ da Baldini. Nella frazione conclusiva Molinari e Facchinetti decidono di correre insieme, Baldini riesce a contenere senza problemi lo scontato tentativo di rimonta di Degasperi, mentre Pederzolli perdeva leggermente terreno. La classifica finale premia Molinari davanti a Facchinetti (arrivo ex equo per i due ) , Baldini, Degasperi, Pederzolli, Franceschi (Junior della Galileo),  Paridni (Junior – Fenice Tri), Anderlind e Confalonieri.
In campo femminile stesso copione dello sprint di Sabato con la Peron che prende subito il largo e dopo una gara solitaria vince davanti alla Zane e Battistoni, con la giovane Sara Papais (Td Rimini) che chiude 4°.
I titoli regionali Trentino Alto Adige sono andati a Degasperi e Zane  del Cus Trento.

By
@novellimarco
backtotop