Mute Triathlon

SPECIALE ELEZIONI:Analiziamo le elezioni dei comitati regionali in chiave Elezioni Fitri.

Sono terminate le elezioni dei Comitati Regionali che di fatto hanno lanciato il lungo sprint tra Bianchi e Bertrandi , entrambi in corsa alla nomina di Presidente della Fitri . Ecco come sono andate e gli eletti:

REGIONE ELETTI
CAMPANIA Presidente: Errico Perillo Consiglieri: Gennaro Cavallaro, Corrado Crivelli, Massimo Rubino de Ritis, Marco Paino, Antonio Fimiani.
EMILIA ROMAGNA Presidente: Stefano Bettini Consiglieri: Carlo Chitti, Luigi Poggi, Massimo Salvaderi, Patrizia Dorsi, Stefano Carbonieri.
LAZIO Presidente: Luigi Ruperto Consiglieri: Eric Del Bianco, Mauro Guidaldi, Massimiliano Zanetti, Francesco Quintiliani, Leonardo Fiorella.
LIGURIA Presidente: Marco Ivaldo Consiglieri: Maurizio De Benedetti, Marco De Marco, Erika Luzzo, Silvano Luciani, Roberta Casella
LOMBARDIA Presidente: Mauro Garavaglia Consiglieri: Maurizio De Ponti, Paolo Mevio, Roberto Roggiero, Federica Ferrari, Alessandro Magni, Giuseppe Patanè
PIEMONTE Presidente: Carlo Rista Consiglieri: Enrico Sforza ,Ivano Rivera, Davide Nerattini, Claudio Risso e Andrea Tibaldi
PUGLIA Presidente: Claudio Meliota Consiglieri: Domenico Ruggeri, Davide Rizzello, Vito Giannotti, Valentino Muschitiello, Vito Marzulli
TOSCANA Presidente: Francesco Laino Consiglieri: Riccardo Ciregia, Antonio Lo Re, Alessandro Boretti, Antonio Lavorgna e Nicola Pratesi
SICILIA Presidente: Mario Lombardo Consiglieri: Leonardo Vona, Massimiliano Occhione, Pietro Rallo, Massimiliano Lo Curto, Mariagrazia Prestigiacomo.
VENETO Presidente: Aldo Zanetti Consiglieri: Alessandro Zanetti, Paolo Albiero, Glenda Antico, Vladi Vardiero, Paolo Corrà, Paolo Rossi.

Andiamo ad analizzare con Marco Novelli, candidato consigliere, come sono andate queste elezioni regionali e come potrebbero leggersi in chiave Bianchi/Bertrandi.

A parte la Puglia e il Lazio dove i candidati erano due , in tutti gli altri comitati regionali c’era un solo candidato presidente. L’elezione più discussa è stata quella del Lazio dove sembrerebbe che ci sarà un ricorso per via di alcune società a cui non è stato permesso di votare a causa di un “cavillo” burocratico. In Puglia (dove c’era l’altro “ballottaggio”) riconferma dell’ottimo Meliota.
Analizzando i Presidenti eletti in base alle ipotetiche o dichiarate simpatie verso Bianchi o Bertrandi, abbiamo una situazione di sostanziale parità con Veneto, Lazio,Puglia certamente dalla parte di Bianchi,  Piemonte, Sicilia, Campania dalla parte di Bertrandi.  L’Emilia Romagna dovrebbe essere dalla parte di Bertrandi , mentre la Lombardia dovrebbe essere dalla parte di Bianchi. La Liguria si è dichiarata “neutrale”, mentre la Toscana pur avendo Pratesi tra le fila di Bertrandi, all’interno non è così compatta verso questa lista. Fa riflettere l’elezione del “rappresentante di Bianchi” nel Lazio, in quanto nonostante  i gruppi sportivi militari, che hanno 3 rappresentanti nella lista Bertrandi, ha vinto un “sostenitore” di Bianchi.
Il confronto si presenta quindi serrato e sul filo dell’ultimo voto, molto faranno (come sempre) le deleghe e i voti degli indecisi che più che mai decideranno l’esito delle prossime elezioni

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

SPECIALE ELEZIONI:Analiziamo le elezioni dei comitati regionali in chiave Elezioni Fitri.

15th ottobre, 2012

Sono terminate le elezioni dei Comitati Regionali che di fatto hanno lanciato il lungo sprint tra Bianchi e Bertrandi , entrambi in corsa alla nomina di Presidente della Fitri . Ecco come sono andate e gli eletti:

REGIONE ELETTI
CAMPANIA Presidente: Errico Perillo Consiglieri: Gennaro Cavallaro, Corrado Crivelli, Massimo Rubino de Ritis, Marco Paino, Antonio Fimiani.
EMILIA ROMAGNA Presidente: Stefano Bettini Consiglieri: Carlo Chitti, Luigi Poggi, Massimo Salvaderi, Patrizia Dorsi, Stefano Carbonieri.
LAZIO Presidente: Luigi Ruperto Consiglieri: Eric Del Bianco, Mauro Guidaldi, Massimiliano Zanetti, Francesco Quintiliani, Leonardo Fiorella.
LIGURIA Presidente: Marco Ivaldo Consiglieri: Maurizio De Benedetti, Marco De Marco, Erika Luzzo, Silvano Luciani, Roberta Casella
LOMBARDIA Presidente: Mauro Garavaglia Consiglieri: Maurizio De Ponti, Paolo Mevio, Roberto Roggiero, Federica Ferrari, Alessandro Magni, Giuseppe Patanè
PIEMONTE Presidente: Carlo Rista Consiglieri: Enrico Sforza ,Ivano Rivera, Davide Nerattini, Claudio Risso e Andrea Tibaldi
PUGLIA Presidente: Claudio Meliota Consiglieri: Domenico Ruggeri, Davide Rizzello, Vito Giannotti, Valentino Muschitiello, Vito Marzulli
TOSCANA Presidente: Francesco Laino Consiglieri: Riccardo Ciregia, Antonio Lo Re, Alessandro Boretti, Antonio Lavorgna e Nicola Pratesi
SICILIA Presidente: Mario Lombardo Consiglieri: Leonardo Vona, Massimiliano Occhione, Pietro Rallo, Massimiliano Lo Curto, Mariagrazia Prestigiacomo.
VENETO Presidente: Aldo Zanetti Consiglieri: Alessandro Zanetti, Paolo Albiero, Glenda Antico, Vladi Vardiero, Paolo Corrà, Paolo Rossi.

Andiamo ad analizzare con Marco Novelli, candidato consigliere, come sono andate queste elezioni regionali e come potrebbero leggersi in chiave Bianchi/Bertrandi.

A parte la Puglia e il Lazio dove i candidati erano due , in tutti gli altri comitati regionali c’era un solo candidato presidente. L’elezione più discussa è stata quella del Lazio dove sembrerebbe che ci sarà un ricorso per via di alcune società a cui non è stato permesso di votare a causa di un “cavillo” burocratico. In Puglia (dove c’era l’altro “ballottaggio”) riconferma dell’ottimo Meliota.
Analizzando i Presidenti eletti in base alle ipotetiche o dichiarate simpatie verso Bianchi o Bertrandi, abbiamo una situazione di sostanziale parità con Veneto, Lazio,Puglia certamente dalla parte di Bianchi,  Piemonte, Sicilia, Campania dalla parte di Bertrandi.  L’Emilia Romagna dovrebbe essere dalla parte di Bertrandi , mentre la Lombardia dovrebbe essere dalla parte di Bianchi. La Liguria si è dichiarata “neutrale”, mentre la Toscana pur avendo Pratesi tra le fila di Bertrandi, all’interno non è così compatta verso questa lista. Fa riflettere l’elezione del “rappresentante di Bianchi” nel Lazio, in quanto nonostante  i gruppi sportivi militari, che hanno 3 rappresentanti nella lista Bertrandi, ha vinto un “sostenitore” di Bianchi.
Il confronto si presenta quindi serrato e sul filo dell’ultimo voto, molto faranno (come sempre) le deleghe e i voti degli indecisi che più che mai decideranno l’esito delle prossime elezioni

By
@novellimarco
backtotop