Mute Triathlon

Seconda tappa del grand prix Italia a Svarc e Dossena

Podio uomini grand prix segrate

Seconda tappa del grand prix Italia andata in archivio a Segrate.

Le prima a partire nel caldo pomeriggio milanese le donne hanno dato il via alla giornata di gare, con  AnnaMaria Mazzetti alla ricerca della rivincita su Sara Dossena dopo Bardolino.  Il nuoto non ha fatto particolare selezione con in testa le “solite” Signorini (Cremona Stradivari), Horwath, Papais (TD Rimini), De Quarto , Tamburri (Minerva), Zane (DDS) e Mazzetti (Fiamme Oro), mentre Dossena (707) accusa solo 40″ dalla testa della gara. Si ripete il copione che sta accompagnando questo 2015, con Priarone (Td Rimini) a trascinare il suo gruppo insieme a Sara Dossena e al 3° giro il ricongiungimento con il primo gruppo è cosa fatta.  Una volta arrivati in T2 Mazzetti effettua un cambio velocissimo e attacca gli ultimi 5 km in testa, Dossena è un po’ più lenta , ma inizia subito la sua rimonta. Al 2° dei 3 giri le due si trovano sole in testa e Mazzetti tenta di resistere , ma come a Bardolino una settimana fa è l’alfiere della 707 a portare a casa la vittoria. Ad oltre 1 minuto chiude terza Angelica Olmo.

La gara maschile parte poco dopo le 17 , alla prima boa un taglio di diversi concorrenti (ne parleremo unitamente ad altri aspetti tecnici in un prossimo articolo) di fatto attarda alcuni buoni nuotatori avvantanggiando altri concorrenti.  Lo junior classe 1997 Matteo Gala (Minerva Roma) comanda le operazioni in acqua, ma subito dietro di lui ci sono Rigoni (Padova Nuoto) , Pozzati ( Cus Trento) , Faldum (PRTeam), Pugliese (Torrino Tri) , De Ponti (Friesian) . Nella frazione ciclistica tentano la fuga  in 6, ma ben presto il gruppo degli inseguitori trainato da uno strepitoso Ceccarelli riesce a rientrare e si fomra al comando un gruppo nutrito.  Ad attaccare i 5 km finali il più veloce è Andrea De Ponti , ma ben presto Svarc (TD Rimini) e Faldum (PPRTeam) lo raggiungono , mentre da dietro risale velocemente. Toth (707). La vittoria si decide quasi in volata con il TD Rimini che porta a casa la vittoria con Svarc davanti a Faldum, mentre sorride ancora la 707 con il 3° posto del suo atleta ungherese. Primo degli italiani Andrea De Ponti che chiude al 4° posto con un calo nella seconda parte della gara.

Da segnalare parecchie cadute in bici in campo maschile e sembrerebbe anche una con qualche conseguenza.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Seconda tappa del grand prix Italia a Svarc e Dossena

29th giugno, 2015

Podio uomini grand prix segrate

Seconda tappa del grand prix Italia andata in archivio a Segrate.

Le prima a partire nel caldo pomeriggio milanese le donne hanno dato il via alla giornata di gare, con  AnnaMaria Mazzetti alla ricerca della rivincita su Sara Dossena dopo Bardolino.  Il nuoto non ha fatto particolare selezione con in testa le “solite” Signorini (Cremona Stradivari), Horwath, Papais (TD Rimini), De Quarto , Tamburri (Minerva), Zane (DDS) e Mazzetti (Fiamme Oro), mentre Dossena (707) accusa solo 40″ dalla testa della gara. Si ripete il copione che sta accompagnando questo 2015, con Priarone (Td Rimini) a trascinare il suo gruppo insieme a Sara Dossena e al 3° giro il ricongiungimento con il primo gruppo è cosa fatta.  Una volta arrivati in T2 Mazzetti effettua un cambio velocissimo e attacca gli ultimi 5 km in testa, Dossena è un po’ più lenta , ma inizia subito la sua rimonta. Al 2° dei 3 giri le due si trovano sole in testa e Mazzetti tenta di resistere , ma come a Bardolino una settimana fa è l’alfiere della 707 a portare a casa la vittoria. Ad oltre 1 minuto chiude terza Angelica Olmo.

La gara maschile parte poco dopo le 17 , alla prima boa un taglio di diversi concorrenti (ne parleremo unitamente ad altri aspetti tecnici in un prossimo articolo) di fatto attarda alcuni buoni nuotatori avvantanggiando altri concorrenti.  Lo junior classe 1997 Matteo Gala (Minerva Roma) comanda le operazioni in acqua, ma subito dietro di lui ci sono Rigoni (Padova Nuoto) , Pozzati ( Cus Trento) , Faldum (PRTeam), Pugliese (Torrino Tri) , De Ponti (Friesian) . Nella frazione ciclistica tentano la fuga  in 6, ma ben presto il gruppo degli inseguitori trainato da uno strepitoso Ceccarelli riesce a rientrare e si fomra al comando un gruppo nutrito.  Ad attaccare i 5 km finali il più veloce è Andrea De Ponti , ma ben presto Svarc (TD Rimini) e Faldum (PPRTeam) lo raggiungono , mentre da dietro risale velocemente. Toth (707). La vittoria si decide quasi in volata con il TD Rimini che porta a casa la vittoria con Svarc davanti a Faldum, mentre sorride ancora la 707 con il 3° posto del suo atleta ungherese. Primo degli italiani Andrea De Ponti che chiude al 4° posto con un calo nella seconda parte della gara.

Da segnalare parecchie cadute in bici in campo maschile e sembrerebbe anche una con qualche conseguenza.

By
@novellimarco
backtotop