Mute Triathlon

Renato Bertrandi presenta la sua candidatura alla presidenza Fitri

Renato Bertrandi annuncia ufficialmente la sua candidatura, nonostante la notizia aspettasso solo l’ufficialità.  Come Bianchi, l’attuale presidente della Fitri ha creato un sito per l’occasione   VEDI SITO

Ecco la presentazione che appare sul sito di Bertrandi:

 Sono trascorsi quasi tre anni dalla mia elezione alla guida della Federazione Italiana Triathlon.
Un’elezione nata da un fatto grave e doloroso: la scomparsa dell’allora presidente Emilio Di Toro.
La conseguente nomina alla guida del Triathlon italiano è stata un passaggio improvviso e difficile, in seguito al quale ci siamo rimboccati le maniche per portare a termine le buone premesse che avevamo identificato nelle linee guida del quadriennio, tutto in nome di una continuità che abbiamo tentato e voluto mantenere.
Tanto lavoro ripagato da altrettante soddisfazioni, oltre tre anni di ‘dolce e amaro’ come successi e preoccupazioni, riflessioni e confronti, alti e bassi, come è normale che sia nell’ambito dei rapporti professionali ed umani. Ma, alla base dei principi di costruzione e relazione, ciò che ci proponiamo per il nuovo quadriennio è la volontà di dialogo e collaborazione, fiducia e lealtà, nei confronti del nostro mondo, della ‘famiglia del triathlon’ riconoscendone il suo prezioso ed indispensabile substrato di cui non possiamo fare a meno.
Ora, per il triathlon italiano e per la sua storia, per il suo sviluppo e la sua necessaria e definitiva crescita, c’è un nuovo quadriennio tutto da costruire, una nuova sfida, una sfida che non mi e non ci spaventa; anzi, ci vede ancor più motivati e pronti a ricominciare con un rinnovato spirito di fare ed anche di ‘far fare’, ascoltando la voce della base, più sicuri e forti dell’esperienza raccolta e con la serenità di chi vuole solo il bene di questo meraviglioso sport.
Abbiamo dimostrato, grazie ai nostri progetti e programmi, che “ci siamo”: ci siamo come nazione nel mondo del triathlon agonistico che conta, e ci siamo nei diversi e necessari passi verso la realizzazione di un obiettivo ambizioso, che guarda alla realizzazione del sogno di uno sport ormai codificato dalla professionalizzazione della sua struttura e da una base in continuo fermento. Nulla è stato improvvisato, nulla è giunto per caso ed ora siamo pronti a ‘capitalizzare’ quanto raccolto, proseguendo su un percorso già stabilito dalla consequenzialità dei progetti avviati in questi ultimi anni, arricchendoli di nuovo sapere e del know-how acquisito sul campo.
L’importante, e lo affermo con forza e sentimento, è che ci sia dialogo e collaborazione tra tutti: senza una visione di insieme ed un progetto globale per il nostro triathlon, non è possibile perseguire obiettivi.
Noi siamo pronti a ricominciare con più determinazione e passione di prima.
Nelle pagine di questo sito potrete trovare il nostro programma i nostri progetti, qualche sogno e le nuove sfide che siamo pronti a condividere con voi.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Renato Bertrandi presenta la sua candidatura alla presidenza Fitri

26th settembre, 2012

Renato Bertrandi annuncia ufficialmente la sua candidatura, nonostante la notizia aspettasso solo l’ufficialità.  Come Bianchi, l’attuale presidente della Fitri ha creato un sito per l’occasione   VEDI SITO

Ecco la presentazione che appare sul sito di Bertrandi:

 Sono trascorsi quasi tre anni dalla mia elezione alla guida della Federazione Italiana Triathlon.
Un’elezione nata da un fatto grave e doloroso: la scomparsa dell’allora presidente Emilio Di Toro.
La conseguente nomina alla guida del Triathlon italiano è stata un passaggio improvviso e difficile, in seguito al quale ci siamo rimboccati le maniche per portare a termine le buone premesse che avevamo identificato nelle linee guida del quadriennio, tutto in nome di una continuità che abbiamo tentato e voluto mantenere.
Tanto lavoro ripagato da altrettante soddisfazioni, oltre tre anni di ‘dolce e amaro’ come successi e preoccupazioni, riflessioni e confronti, alti e bassi, come è normale che sia nell’ambito dei rapporti professionali ed umani. Ma, alla base dei principi di costruzione e relazione, ciò che ci proponiamo per il nuovo quadriennio è la volontà di dialogo e collaborazione, fiducia e lealtà, nei confronti del nostro mondo, della ‘famiglia del triathlon’ riconoscendone il suo prezioso ed indispensabile substrato di cui non possiamo fare a meno.
Ora, per il triathlon italiano e per la sua storia, per il suo sviluppo e la sua necessaria e definitiva crescita, c’è un nuovo quadriennio tutto da costruire, una nuova sfida, una sfida che non mi e non ci spaventa; anzi, ci vede ancor più motivati e pronti a ricominciare con un rinnovato spirito di fare ed anche di ‘far fare’, ascoltando la voce della base, più sicuri e forti dell’esperienza raccolta e con la serenità di chi vuole solo il bene di questo meraviglioso sport.
Abbiamo dimostrato, grazie ai nostri progetti e programmi, che “ci siamo”: ci siamo come nazione nel mondo del triathlon agonistico che conta, e ci siamo nei diversi e necessari passi verso la realizzazione di un obiettivo ambizioso, che guarda alla realizzazione del sogno di uno sport ormai codificato dalla professionalizzazione della sua struttura e da una base in continuo fermento. Nulla è stato improvvisato, nulla è giunto per caso ed ora siamo pronti a ‘capitalizzare’ quanto raccolto, proseguendo su un percorso già stabilito dalla consequenzialità dei progetti avviati in questi ultimi anni, arricchendoli di nuovo sapere e del know-how acquisito sul campo.
L’importante, e lo affermo con forza e sentimento, è che ci sia dialogo e collaborazione tra tutti: senza una visione di insieme ed un progetto globale per il nostro triathlon, non è possibile perseguire obiettivi.
Noi siamo pronti a ricominciare con più determinazione e passione di prima.
Nelle pagine di questo sito potrete trovare il nostro programma i nostri progetti, qualche sogno e le nuove sfide che siamo pronti a condividere con voi.

By
@novellimarco
backtotop