Mute Triathlon

Regolamento Tecnico e Nuova Regola posizionamento bicicletta in T2 – subito in vigore –

FITri: Da oggi è on line il nuovo Regolamento tecnico Fitri per la stagione 2013, comprensivo delle definitive deliberazioni indicate dal Consiglio Federale che hanno variato la gran parte dell’attività partecipativa ed organizzativa, come si evince dalla circolare gare 2013.

IMPORTANTE!!!

Da oggi, entra subito in vigore, la nuova decisione del Consiglio Federale sul posizionamento della bicicletta in T2, che prevede in aggiunta alla precedente regola, la possibilità di ulteriori 2 opzioni.
Per quanto sopra, la regola per il posizionamento della bici al rientro della frazione ciclistica, risulta il più flessibile possibile.
Pertanto, questo il comma (8) inserito nel Regolamento Tecnico aggiornato:
8) In caso di zona cambio predisposta con tubature lineari porta bici, la bici dovrà essere appesa tramite appoggio del sellino posizionandola in modo che l’atleta, tenendo davanti a sé il manubrio con entrambe le mani, legga il numero di gara posizionato sul supporto per la bici, T1.
Al ritorno dalla frazione ciclistica, T2, la bici potrà essere appesa nei seguenti modi, purchè non invada lo spazio riservato ai concorrenti vicini, e a condizione che rimanga perpendicolare al terreno:
posizionata come presa in T1,;
agganciata per la sella con la ruota posteriore sul proprio corridoio di scorrimento;
agganciata con entrambe le leve dei freni o con entrambe le curve del manubrio.
E’ vietato l’aggancio con una curva del manubrio o con una leva del freno.
Il concorrente che, alla fine della frazione ciclistica, non riponga la bicicletta al proprio posto o la riponga in modo scorretto sarà richiamato per sanare l’infrazione e nel caso questo non avvenga, squalificato dai Giudici di Gara che potranno effettuare controlli anche dopo che l’atleta è uscito dalla zona cambio.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


  1. Vattla'piè on 8 aprile 2013 at 20:15 said:

    Proprio ieri chiaccherando tra i presenti a Lecco, sembra che la regola del posizionamento bici sia transitoria. Molto probabilmente si arriverà a riposizionare la bici in avanti, quindi io credo sia meglio abituarsi subito, per motivi di sicurezza non giratela più!
    Usciamo dalla z.c. logicamente in avanti e quindi, altrettanto logicamente rientriamo in avanti, sistemiamo la bici in avanti. Mi lascia ancora perplessa: con le leve o con la sella? Quanto ingombra? Andremo a dar fastidio al vicino o a chi è di fronte?

  2. attenzione perché non vai in ZC al rientro dalla T2 e lasci la bike come ti pare. A parte il discorso sella che già di per se ti obbliga, trovo molto importante valutare bene chi aggancerà la bici per le corna e leve freni. Il regolamento dice molto chiaramente che la bici deve essere agganciata con TUTTE E DUE LE LEVE FRENI questo per permettere alla bici di rimanere perpendicolare al suolo, diversamente si accascia sul fianco e disturba il vicino di gara. Sono felice che si sia arrivati a questa modifica che ha penalizzato molti atleti…io ad esempipo ho perso una gara proprio perché nel 2011 agli italiani a squadre di triathlon la mia straniera aveva riposizionato la bike non come ad ingresso in ZC. Pur essendo uscita prima dall’acqua e prima in bike e quindi non andando in alcun modo a trarre vantaggi su questa operazione, fummo squalificati. Io ovviamente non solo non feci ricorso ma mi sono ritenuto responsabile in veste di team manager della squadra per non aver istruito l’atleta su questa regola che vigeva solo in Italia, ed essendo lei abituata a gare di coppa del Mondo non immaginava una cosa simile. Però attenzione agli organizzatori delle gare. Se le ZC non hanno gli spazi idonei…se ne vedranno delle belle….e allora si che squalifichiamo gli organizzatori da organizzare gare:)

  3. Vattla'piè on 19 marzo 2013 at 20:23 said:

    A me, come qualcuno già sa, fa piacere. Tornare in z.c. e ripartire senza soluzione di continuità. Rimetttere a posto la bici senza doverla alzare e girare… con il pericolo di dare la moltiplica nelle gambe della vicina, è notevolmente meglio.
    Mi chiedo però, nel caso in cui le bici vicine siano state girate come in T1, ci sarà la spazio sufficente per il manubrio?

Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Regolamento Tecnico e Nuova Regola posizionamento bicicletta in T2 – subito in vigore –

18th marzo, 2013
FITri: Da oggi è on line il nuovo Regolamento tecnico Fitri per la stagione 2013, comprensivo delle definitive deliberazioni indicate dal Consiglio Federale che hanno variato la gran parte dell’attività partecipativa ed organizzativa, come si evince dalla circolare gare 2013.

IMPORTANTE!!!

Da oggi, entra subito in vigore, la nuova decisione del Consiglio Federale sul posizionamento della bicicletta in T2, che prevede in aggiunta alla precedente regola, la possibilità di ulteriori 2 opzioni.
Per quanto sopra, la regola per il posizionamento della bici al rientro della frazione ciclistica, risulta il più flessibile possibile.
Pertanto, questo il comma (8) inserito nel Regolamento Tecnico aggiornato:
8) In caso di zona cambio predisposta con tubature lineari porta bici, la bici dovrà essere appesa tramite appoggio del sellino posizionandola in modo che l’atleta, tenendo davanti a sé il manubrio con entrambe le mani, legga il numero di gara posizionato sul supporto per la bici, T1.
Al ritorno dalla frazione ciclistica, T2, la bici potrà essere appesa nei seguenti modi, purchè non invada lo spazio riservato ai concorrenti vicini, e a condizione che rimanga perpendicolare al terreno:
posizionata come presa in T1,;
agganciata per la sella con la ruota posteriore sul proprio corridoio di scorrimento;
agganciata con entrambe le leve dei freni o con entrambe le curve del manubrio.
E’ vietato l’aggancio con una curva del manubrio o con una leva del freno.
Il concorrente che, alla fine della frazione ciclistica, non riponga la bicicletta al proprio posto o la riponga in modo scorretto sarà richiamato per sanare l’infrazione e nel caso questo non avvenga, squalificato dai Giudici di Gara che potranno effettuare controlli anche dopo che l’atleta è uscito dalla zona cambio.

REGOLAMENTO TECNICO FITRI
By
@novellimarco
backtotop