Mute Triathlon

Regolamento, Elite/Age Group: la Federazione sempre più nel caos!

confusione_fitri


In questo 2014 la Federazione ha dimostrato spesso una gestione dei vari aspetti legati alla sua attività a dir poco imbarazzanti. Ricordiamo a Galliate una gara del circuito nazionale di duathlon schivando auto, la premiazione con atleti militari premiati come age group  (come al Mugello) con la bellezza di 3-4 mele. Una delle specialità di questa gestione è il cambio delle regole in corsa e le deroghe date ad hoc. Come non ricordare la famosa regola sulle uniformi del grand prix? La federazione il giorno prima della tappa iniziale di Rimini se ne usciva con una dichiarazione perentoria (http://www.fitri.it/news.php?op=view&id=11255)

Inoltre si comunica che relativamente alle divise di gara, su esplicita richiesta dell’organizzazione della 1^ prova del GP a Rimini, è stata concessa la deroga per gli atleti che non si presenteranno a norma di Regolamento Tecnico, con l’abbigliamento previsto. Attenzione: per le successive 2 prove tale deroga non sarà concessa…”

La parte sottolineata non lasciava spazio ad interpretazioni ( per lo meno si pensava) , tant’è che il Peperoncino triathlon annunciava la sua assenza dalla seconda tappa non potendo regolarizzare le uniformi dei propri atleti a quanto richiesto dal regolamento.  Naturalmente nella seconda tappa di Vieste nessuno ha rispettato il regolamento e la Federazione si è giustificata dicendo che la regola è stata interpretata male.  Sarebbe da chiedere a chi ha affermato ciò cosa volesse significare allora l’articolo apparso sul sito fitri riportato in alto. Forse anche alla stessa Federazione non era chiaro quanto lei stessa aveva scritto. Il tutto dopo che diverse squadre avevano speso soldi per uniformarsi a quanto richiesto dal regolamento tecnico.

Sempre in tema di divise gara, il 24 Aprile entrano in vigore (ennesime) modifiche al regolamento tecnico legate all’utilizzo del due pezzi, subito applicate a Nibbiano in occasione dei C.i. di duathlon classico no draft Age Group. Si arriva però ai Campionati italiani di triathlon medio del Mugello dove con l’ennesima deroga ad hoc la Federazione modifica nuovamente il regolamento, il tutto naturalmente senza essere messo in evidenza ma mascherato in una news il cui titolo non aveva nulla a che fare con la comunicazione in merito : “http://www.fitri.it/news.php?op=view&id=11402

Sul sito Fitri è presente la lista degli atleti aventi diritto a prendere parte al Grand Prix. Una delle voci riguarda ” Atleti che nella stagione corrente ed in quella precedente , hanno partecipato ai Campionati Europei e Mondiali, di qualsiasi specialità, e alle ITU Wts e World Cup”. In questo elenco dovrebbero esserci atleti come Barnaby, Stateff, De Palma, Della Pasqua, Ciuti, Chitti, Fioravanti, Parmigiani, Dossena, Priarone, Papais, invece risultano in altro elenco in base al rank. Forse Dalla Pasqua (vedi body Italia sul podio Europei duathlon U23 2014) non ha nulla anche vedere con Della Pasqua.

Tralasciamo che c’è una sezione riguardante ai professionisti WTC e Degasperi appai invece sempre nell’elenco degli aventi diritto per il rank. A confondere quindi la situazione arriva il super rank, classifica che di per se non ha più alcun valore, dove si scopre che tra gli AGE GROUP (la classifica è riservata appunto solo a loro) abbiamo gente del calibro di Barnaby, Ciuti, Fioravanti, Della Pasqua, De Palma, Stateff, Mosso, Dossena, Stainhauser, Priarone , Papais così come Simic (che ha corso le Olimpiadi di Londra 2012, al Mugello premiata come Age Group), Andrè (campione mondiale duathlon U23 e vincitore a Bardolino 2014), Donat, Dudas… Come se non bastasse ecco spuntare pure due militari , Massimo De Ponti e Margie Santimaria. Il povero Barnaby  potrebbe soffrire di crisi di identità visto che ad Iseo ha corso “fuori gara” in quanto “elite” (ha corso WTS e WC), per il grand prix però non lo è perchè rientra solo grazie al rank ,mentre per il super rank è Age Group…..

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Regolamento, Elite/Age Group: la Federazione sempre più nel caos!

17th luglio, 2014

confusione_fitri


In questo 2014 la Federazione ha dimostrato spesso una gestione dei vari aspetti legati alla sua attività a dir poco imbarazzanti. Ricordiamo a Galliate una gara del circuito nazionale di duathlon schivando auto, la premiazione con atleti militari premiati come age group  (come al Mugello) con la bellezza di 3-4 mele. Una delle specialità di questa gestione è il cambio delle regole in corsa e le deroghe date ad hoc. Come non ricordare la famosa regola sulle uniformi del grand prix? La federazione il giorno prima della tappa iniziale di Rimini se ne usciva con una dichiarazione perentoria (http://www.fitri.it/news.php?op=view&id=11255)

Inoltre si comunica che relativamente alle divise di gara, su esplicita richiesta dell’organizzazione della 1^ prova del GP a Rimini, è stata concessa la deroga per gli atleti che non si presenteranno a norma di Regolamento Tecnico, con l’abbigliamento previsto. Attenzione: per le successive 2 prove tale deroga non sarà concessa…”

La parte sottolineata non lasciava spazio ad interpretazioni ( per lo meno si pensava) , tant’è che il Peperoncino triathlon annunciava la sua assenza dalla seconda tappa non potendo regolarizzare le uniformi dei propri atleti a quanto richiesto dal regolamento.  Naturalmente nella seconda tappa di Vieste nessuno ha rispettato il regolamento e la Federazione si è giustificata dicendo che la regola è stata interpretata male.  Sarebbe da chiedere a chi ha affermato ciò cosa volesse significare allora l’articolo apparso sul sito fitri riportato in alto. Forse anche alla stessa Federazione non era chiaro quanto lei stessa aveva scritto. Il tutto dopo che diverse squadre avevano speso soldi per uniformarsi a quanto richiesto dal regolamento tecnico.

Sempre in tema di divise gara, il 24 Aprile entrano in vigore (ennesime) modifiche al regolamento tecnico legate all’utilizzo del due pezzi, subito applicate a Nibbiano in occasione dei C.i. di duathlon classico no draft Age Group. Si arriva però ai Campionati italiani di triathlon medio del Mugello dove con l’ennesima deroga ad hoc la Federazione modifica nuovamente il regolamento, il tutto naturalmente senza essere messo in evidenza ma mascherato in una news il cui titolo non aveva nulla a che fare con la comunicazione in merito : “http://www.fitri.it/news.php?op=view&id=11402

Sul sito Fitri è presente la lista degli atleti aventi diritto a prendere parte al Grand Prix. Una delle voci riguarda ” Atleti che nella stagione corrente ed in quella precedente , hanno partecipato ai Campionati Europei e Mondiali, di qualsiasi specialità, e alle ITU Wts e World Cup”. In questo elenco dovrebbero esserci atleti come Barnaby, Stateff, De Palma, Della Pasqua, Ciuti, Chitti, Fioravanti, Parmigiani, Dossena, Priarone, Papais, invece risultano in altro elenco in base al rank. Forse Dalla Pasqua (vedi body Italia sul podio Europei duathlon U23 2014) non ha nulla anche vedere con Della Pasqua.

Tralasciamo che c’è una sezione riguardante ai professionisti WTC e Degasperi appai invece sempre nell’elenco degli aventi diritto per il rank. A confondere quindi la situazione arriva il super rank, classifica che di per se non ha più alcun valore, dove si scopre che tra gli AGE GROUP (la classifica è riservata appunto solo a loro) abbiamo gente del calibro di Barnaby, Ciuti, Fioravanti, Della Pasqua, De Palma, Stateff, Mosso, Dossena, Stainhauser, Priarone , Papais così come Simic (che ha corso le Olimpiadi di Londra 2012, al Mugello premiata come Age Group), Andrè (campione mondiale duathlon U23 e vincitore a Bardolino 2014), Donat, Dudas… Come se non bastasse ecco spuntare pure due militari , Massimo De Ponti e Margie Santimaria. Il povero Barnaby  potrebbe soffrire di crisi di identità visto che ad Iseo ha corso “fuori gara” in quanto “elite” (ha corso WTS e WC), per il grand prix però non lo è perchè rientra solo grazie al rank ,mentre per il super rank è Age Group…..

By
@novellimarco
backtotop