Mute Triathlon

Podio sfiorato per Cigana nel Challenge Laguna Phuket

puket

Dopo il successo a pari merito settimana scorsa per Casadei e Cigana i due azzurri erano attesi come protagonisti nel Challenge di Laguna Puket.
Numerosi big al via e gara già tirata nel nuoto dove Petraeus prende il largo ed emerge dall’acqua con 52″ di vantaggio su Collington e 57″ su un terzetto guidato da Casadei comprendente Wilde Croneborg, mentre McKenzie è a circa 25″ dal mestrino. Purtroppo Cigana paga i soliti 4′ sul gruppetto dei migliori.

Nella terribile frazione ciclistica scappano via in tre, Wild, Croneborg e McKenzie, Casadei perde terreno, , mentre Cigana pur rimontando posizioni deve pagare  altri 2′ rispetto ai leaders. La gara si decide a piedi con lo svizzero Wild che riesce ad avere la meglio su Croneborg e McKenzie. Per Cigana la soddisfazione del miglior parziale assoluto nella frazione finale che però non gli è bastato per salire sul podio, chiudendo al 4° posto a poco meno di 4′ dal vice campione mondiale Ironman 2013, praticamente il distacco accumulato a nuoto. Per Casadei un 7° posto che può considerarsi positivo vista la lunghissima stagione del poliziotto veneto. Da segnalare il 100° posto assoluto dell’ex campione tedesco Jurgen Zack che nonostante gli anni che passano fa registrare prestazioni ciclistiche di tutto rispetto.

In campo femminile show dell’austriaca Melissa Hauschildt che dopo essere uscita dall’acqua a circa 1’30” dalla ceca Vodickova si scatena sulla due ruote prendendo decisamente la testa della gara per poi allungare ulteriormente nella frazione finale chiudendo addirittura in 11° posizione assoluta. Dietro a lei la Edwards e al terzo posto la Vodickova. Il miglior age group italiano al traguardo è stato Paolo Tardini che ha chiuso 31° assoluto e 4° nella categoria 30-34.

Ecco il commento di Cigana a fine gara:

podio sfiorato oggi all’Half Challenge Laguna Phuket… un ottimo quarto posto a meno di un minuto dal vice campione mondiale Ironman 2013 McKenzie nell’edizione più dura dal punto di vista climatico che abbia mai fatto qui in Thailandia… più di 40°c con un’umidità alle stelle. Uscito con il mio solito gap di oltre 4′ dal nuoto ho cercato di gestire bene le energie lungo il tracciato della bici. Purtroppo oggi non avevo gran gambe, anzi, mi facevano parecchio male. Ho ripreso e superato il gruppetto degli inseguitori del terzetto al comando giusto nella parte finale del tracciato ricco di strappi anche oltre il 20%. Sono sceso a 6′ dai tre battistrada e con 1’30” di vantaggio su quelli dietro. Ho impostato subito un buon ritmo ma non esagerato visto la temperatura infernale. Non ho mai bevuto così tanto durante una mezza maratona di un triathlon. Ho recuperato molto ma non è bastato perché il gap dopo la bici era troppo. Comunque resta sempre una bella soddisfazione essere sempre protagonista in questa gara. Grazie mille sempre e comunque a Marco Marchese

 che organizza questa trasferta meravigliosa con tutto il gruppo TriathlonTravel e per avermela fatta scoprire 10 anni fa’.

Nella gara a staffetta podio per Marco Marchese che con un “gregario” d’eccezione ha conquistato il bronzo. Ecco il suo racconto:

Con oggi chiudo questa parentesi sportiva che mi sono concesso in questo 2014.
Avevo voglia di riprendermi un pezzo del mio passato e l’ho fatto divertendomi molto e cercando di non sacrificare troppo tempo alle mie cose e alla mia famiglia in questi ultimi due mesi. E’ stato emozionante rientrare sui campi di gara domenica scorsa perchè l’ho fatto dopo 12 anni e affiancato da un amico che stimo tantissimo non solo come atleta, il mitico Marcel Zamora Perez, che ha voluto condividere con me questo rientro spronandomi ogni metro del percorso. Giovedi poi la goliardica gara di nuoto che si fa di consuetudine tra le due gare, dove sono riuscito a non sfigurare nuovamente e infine oggi la staffetta TriathlonTravel con la quale abbiamo ottenuto un bel podio (terzi) grazie a Orazio Ragusa, che si è superato in bici, e alla “moto” Marcel zamora che ha messo un impegno di corsa come fosse in un ironman malgrado i 40°.
Tre gare Tre podi posso essere soddisfatto 

Ricorderò questi 12 giorni speciali in Thailandia perchè li ho condivisi ancora una volta con vecchi e nuovi amici, in primis Massimo Cigana eAlberto Casadei due grandi atleti che mi aiutano a rendere il lavoro sempre più facile durante il viaggio. TriathlonTravel è sinonimo di sport, amicizia e divertimento e anche questa volta abbiamo fatto centro. GRAZIE A TUTTI !

CLASSIFICA

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Podio sfiorato per Cigana nel Challenge Laguna Phuket

30th novembre, 2014

puket

Dopo il successo a pari merito settimana scorsa per Casadei e Cigana i due azzurri erano attesi come protagonisti nel Challenge di Laguna Puket.
Numerosi big al via e gara già tirata nel nuoto dove Petraeus prende il largo ed emerge dall’acqua con 52″ di vantaggio su Collington e 57″ su un terzetto guidato da Casadei comprendente Wilde Croneborg, mentre McKenzie è a circa 25″ dal mestrino. Purtroppo Cigana paga i soliti 4′ sul gruppetto dei migliori.

Nella terribile frazione ciclistica scappano via in tre, Wild, Croneborg e McKenzie, Casadei perde terreno, , mentre Cigana pur rimontando posizioni deve pagare  altri 2′ rispetto ai leaders. La gara si decide a piedi con lo svizzero Wild che riesce ad avere la meglio su Croneborg e McKenzie. Per Cigana la soddisfazione del miglior parziale assoluto nella frazione finale che però non gli è bastato per salire sul podio, chiudendo al 4° posto a poco meno di 4′ dal vice campione mondiale Ironman 2013, praticamente il distacco accumulato a nuoto. Per Casadei un 7° posto che può considerarsi positivo vista la lunghissima stagione del poliziotto veneto. Da segnalare il 100° posto assoluto dell’ex campione tedesco Jurgen Zack che nonostante gli anni che passano fa registrare prestazioni ciclistiche di tutto rispetto.

In campo femminile show dell’austriaca Melissa Hauschildt che dopo essere uscita dall’acqua a circa 1’30” dalla ceca Vodickova si scatena sulla due ruote prendendo decisamente la testa della gara per poi allungare ulteriormente nella frazione finale chiudendo addirittura in 11° posizione assoluta. Dietro a lei la Edwards e al terzo posto la Vodickova. Il miglior age group italiano al traguardo è stato Paolo Tardini che ha chiuso 31° assoluto e 4° nella categoria 30-34.

Ecco il commento di Cigana a fine gara:

podio sfiorato oggi all’Half Challenge Laguna Phuket… un ottimo quarto posto a meno di un minuto dal vice campione mondiale Ironman 2013 McKenzie nell’edizione più dura dal punto di vista climatico che abbia mai fatto qui in Thailandia… più di 40°c con un’umidità alle stelle. Uscito con il mio solito gap di oltre 4′ dal nuoto ho cercato di gestire bene le energie lungo il tracciato della bici. Purtroppo oggi non avevo gran gambe, anzi, mi facevano parecchio male. Ho ripreso e superato il gruppetto degli inseguitori del terzetto al comando giusto nella parte finale del tracciato ricco di strappi anche oltre il 20%. Sono sceso a 6′ dai tre battistrada e con 1’30” di vantaggio su quelli dietro. Ho impostato subito un buon ritmo ma non esagerato visto la temperatura infernale. Non ho mai bevuto così tanto durante una mezza maratona di un triathlon. Ho recuperato molto ma non è bastato perché il gap dopo la bici era troppo. Comunque resta sempre una bella soddisfazione essere sempre protagonista in questa gara. Grazie mille sempre e comunque a Marco Marchese

 che organizza questa trasferta meravigliosa con tutto il gruppo TriathlonTravel e per avermela fatta scoprire 10 anni fa’.

Nella gara a staffetta podio per Marco Marchese che con un “gregario” d’eccezione ha conquistato il bronzo. Ecco il suo racconto:

Con oggi chiudo questa parentesi sportiva che mi sono concesso in questo 2014.
Avevo voglia di riprendermi un pezzo del mio passato e l’ho fatto divertendomi molto e cercando di non sacrificare troppo tempo alle mie cose e alla mia famiglia in questi ultimi due mesi. E’ stato emozionante rientrare sui campi di gara domenica scorsa perchè l’ho fatto dopo 12 anni e affiancato da un amico che stimo tantissimo non solo come atleta, il mitico Marcel Zamora Perez, che ha voluto condividere con me questo rientro spronandomi ogni metro del percorso. Giovedi poi la goliardica gara di nuoto che si fa di consuetudine tra le due gare, dove sono riuscito a non sfigurare nuovamente e infine oggi la staffetta TriathlonTravel con la quale abbiamo ottenuto un bel podio (terzi) grazie a Orazio Ragusa, che si è superato in bici, e alla “moto” Marcel zamora che ha messo un impegno di corsa come fosse in un ironman malgrado i 40°.
Tre gare Tre podi posso essere soddisfatto 

Ricorderò questi 12 giorni speciali in Thailandia perchè li ho condivisi ancora una volta con vecchi e nuovi amici, in primis Massimo Cigana eAlberto Casadei due grandi atleti che mi aiutano a rendere il lavoro sempre più facile durante il viaggio. TriathlonTravel è sinonimo di sport, amicizia e divertimento e anche questa volta abbiamo fatto centro. GRAZIE A TUTTI !

CLASSIFICA

By
@novellimarco
backtotop