Mute Triathlon

Podio in rimonta per “italian running machine” Alessandro Degasperi

Degasperi ancora a podio a Lanzarote

Degasperi ancora a podio a Lanzarote

La sua eccezionale frazione di corsa in occasione della  storica vittoria a Lanzarote gli aveva  valso il soprannome di “italian running machine”. Per Alessandro Degasperi la gara “mas dura” del circuito Ironman nell’isola spagnola è legata a ottimi ricordi e Sabato ha regalato un’altra perla con un secondo posto finale conquistato con un’ottima prestazione nell’ultima frazione, chiusa con il miglior paziale assoluto.

La vittoria è andata allo stratosferico belga Aernouts grazie ad uno stratosferico tempo in bici che gli ha permesso di prendere la testa della gara e di “controllare” nella maratona finale dopo che il francese Guillaume, suo più immediato inseguitore in T2, ha cominciato a perdere terreno nella frazione podistica.

Tra le donne l’ingelse Lucy Charles non ha avuto rivali, scavando un solco incolmabile tra sè e le avversarie in t2 (circa 20 minuti) e chiudendo vittoriosa davanti a Corinna Abraham che grazie al miglior parziale nella maratona finale riesce a sopravanzare l’altra inglese Lucy Gossage. La migliore azzurra al traguardo è Federica De Nicola che chiude al 21° posto assoluto , unica della categoria 18-24 anni al traguardo.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Podio in rimonta per “italian running machine” Alessandro Degasperi

22nd maggio, 2017
Degasperi ancora a podio a Lanzarote

Degasperi ancora a podio a Lanzarote

La sua eccezionale frazione di corsa in occasione della  storica vittoria a Lanzarote gli aveva  valso il soprannome di “italian running machine”. Per Alessandro Degasperi la gara “mas dura” del circuito Ironman nell’isola spagnola è legata a ottimi ricordi e Sabato ha regalato un’altra perla con un secondo posto finale conquistato con un’ottima prestazione nell’ultima frazione, chiusa con il miglior paziale assoluto.

La vittoria è andata allo stratosferico belga Aernouts grazie ad uno stratosferico tempo in bici che gli ha permesso di prendere la testa della gara e di “controllare” nella maratona finale dopo che il francese Guillaume, suo più immediato inseguitore in T2, ha cominciato a perdere terreno nella frazione podistica.

Tra le donne l’ingelse Lucy Charles non ha avuto rivali, scavando un solco incolmabile tra sè e le avversarie in t2 (circa 20 minuti) e chiudendo vittoriosa davanti a Corinna Abraham che grazie al miglior parziale nella maratona finale riesce a sopravanzare l’altra inglese Lucy Gossage. La migliore azzurra al traguardo è Federica De Nicola che chiude al 21° posto assoluto , unica della categoria 18-24 anni al traguardo.

By
@novellimarco
backtotop