Mute Triathlon

Passuello vittoria “fuorilegge” a Forte dei Marmi

Regolamento non uguale per tutti?

Regolamento non uguale per tutti?

 

Sabato 10 Settembre U.S. si è disputato il triathlon Olimpico di Forte dei Marmi che ha visto trionfare in campo maschile Domenico Passuello. L’atleta del ForhansTeam, però, non avrebbe nemmeno potuto partecipare alla manifestazione in base a quanto stabilito dal regolamento Fitri.

 L’atleta livornese infatti risulta iscritto alla WTC come PRO e secondo il regolamento tecnico Fitri è considerato ELITE :

Attività Elite

 L’attività Elite si suddivide in “Elite di primo livello” e “Elite di secondo livello”.

 Fanno parte del raggruppamento “Elite di primo livello” gli atleti rientranti nei punti seguenti:

 1) Atleti appartenenti ai gruppi sportivi militari e corpi dello Stato.

 2) Atleti che nella stagione corrente ed in quella precedente, hanno partecipato ai Campionati Europei e  Mondiali, di qualsiasi specialità, e alle ITU WTS e World Cup.

3) Atleti che sono iscritti come status di professionisti nel circuito WTC.

Lo stesso giorno della gara di Forte dei Marmi (Sabato 10 settembre 2016 – ndr) si è disputata la seconda tappa del Grand Prix Italia a Cesenatico, gara riservata agli atleti Elite di primo e secondo livello. Il regolamento Fitri è chiaro:

Gli atleti che rientrano negli elenchi degli aventi diritto, pubblicati sul sito federale, anche se non iscritti alle prove del Grand Prix, NON potranno partecipare ad altre gare sul territorio italiano nelle date fissate per le prove del Circuito

La possibilità per un atleta rientrante in questi elenchi (come Passuello) di avere una deroga per poter partecipare ad altre gare concomitanti, è subordinata all’accettazione di una  richiesta da presentare alla Fitri.

La società PPR Team, per esempio, l’aveva presentata per alcuni Suoi atleti , vedendosela però rifiutare dalla Federazione.  

Nel caso di Passuello, o si tratta di mancato rispetto del regolamento, o – in ipotesi – di un ennesimo caso di applicazione di “due pesi e due misure”. Va ricordato che due anni fa Mattia De Paoli, considerato Elite per aver preso parte al Campionato Europeo di Triathlon Cross, vinse una gara concomitante con il Grand Prix. Lo stesso atleta era stato squalificato solo alcuni giorni dopo ed obbligato a restituire il montepremi. Medesimo trattamento non era stato riservato, però, ad alcuni atleti lo scorso anno in occasione della finale del Grand Prix tenutasi a Cagliari anno (https://www.triathlonmania.it/triathlon/altro-caso-di-deroga-illegale-al-regolamento-fitri/ ).

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Passuello vittoria “fuorilegge” a Forte dei Marmi

14th settembre, 2016
Regolamento non uguale per tutti?

Regolamento non uguale per tutti?

 

Sabato 10 Settembre U.S. si è disputato il triathlon Olimpico di Forte dei Marmi che ha visto trionfare in campo maschile Domenico Passuello. L’atleta del ForhansTeam, però, non avrebbe nemmeno potuto partecipare alla manifestazione in base a quanto stabilito dal regolamento Fitri.

 L’atleta livornese infatti risulta iscritto alla WTC come PRO e secondo il regolamento tecnico Fitri è considerato ELITE :

Attività Elite

 L’attività Elite si suddivide in “Elite di primo livello” e “Elite di secondo livello”.

 Fanno parte del raggruppamento “Elite di primo livello” gli atleti rientranti nei punti seguenti:

 1) Atleti appartenenti ai gruppi sportivi militari e corpi dello Stato.

 2) Atleti che nella stagione corrente ed in quella precedente, hanno partecipato ai Campionati Europei e  Mondiali, di qualsiasi specialità, e alle ITU WTS e World Cup.

3) Atleti che sono iscritti come status di professionisti nel circuito WTC.

Lo stesso giorno della gara di Forte dei Marmi (Sabato 10 settembre 2016 – ndr) si è disputata la seconda tappa del Grand Prix Italia a Cesenatico, gara riservata agli atleti Elite di primo e secondo livello. Il regolamento Fitri è chiaro:

Gli atleti che rientrano negli elenchi degli aventi diritto, pubblicati sul sito federale, anche se non iscritti alle prove del Grand Prix, NON potranno partecipare ad altre gare sul territorio italiano nelle date fissate per le prove del Circuito

La possibilità per un atleta rientrante in questi elenchi (come Passuello) di avere una deroga per poter partecipare ad altre gare concomitanti, è subordinata all’accettazione di una  richiesta da presentare alla Fitri.

La società PPR Team, per esempio, l’aveva presentata per alcuni Suoi atleti , vedendosela però rifiutare dalla Federazione.  

Nel caso di Passuello, o si tratta di mancato rispetto del regolamento, o – in ipotesi – di un ennesimo caso di applicazione di “due pesi e due misure”. Va ricordato che due anni fa Mattia De Paoli, considerato Elite per aver preso parte al Campionato Europeo di Triathlon Cross, vinse una gara concomitante con il Grand Prix. Lo stesso atleta era stato squalificato solo alcuni giorni dopo ed obbligato a restituire il montepremi. Medesimo trattamento non era stato riservato, però, ad alcuni atleti lo scorso anno in occasione della finale del Grand Prix tenutasi a Cagliari anno (https://www.triathlonmania.it/triathlon/altro-caso-di-deroga-illegale-al-regolamento-fitri/ ).

 

By
@novellimarco
backtotop