Mute Triathlon

Parte la World triathlon mixed relay: USA subito vittoriosi

USA vincitori a Nottingham

USA vincitori a Nottingham

E’ partita ieri a Nottingham la World triathlon mixed relay, riservato alle staffette che si giocheranno la qualificazione per Tokyo 2020, dove sarà assegnata per la prima volta una medaglia nella formula a squadre.

Al via 18 squadre , tra le quali anche quella italiana , composta da Olmo, Stateff, Steinhauser , Pozzatti.

Nella prima frazione  Kasper e Beaugrandt fanno subito selezione , riuscendo a scappare in bici grazie alla spinta dell’americana, mentre il giovane talento francese fa valere le sue doti di eccellente podista dando il cambio a Le Corre in testa alla gara , con qualche secondo di vantaggio sugli USA.  L’atleta francese  non si guarda in dietro e decide di andarsene in solitaria, ma da dietro inizia la rimonta dell’Australia con Royle e dell’Inghilterra con Bishop, seguiti dalla Nuova Zelanda con Reid, Sud Africa con Murray e il Canada con Mislawchuk.

La Francia si presenta al 3° cambio ancora in testa con un buon vantaggio, ma la Gauthier viene ripresa dall’americana Zaferes già nella frazione natatoria, per poi staccarsi durante i 7 km del ciclismo. Gli Usa si presentano quindi in testa all’ultimo cambio con McElroy che è inseguito da Australia , Inghilterra e Francia. L’atleta a stelle e strisce mantiene la testa della gara , nel nuoto e nel ciclismo, ma da dietro Jonathan Brownlee spinge sull’acceleratore , con Bailie che tenta di resistere al ritmo infernale del campione inglese.

Nonostante il miglior tempo di frazione , l’inglese non riesce a raggiungere McElroy, che regala agli USA la vittoria, davanti all’Inghilterra e alla Francia, che grazie all’ottima prova di Bergere riesce a conquistare l’ultimo gradino del podio sopravanzando l’Australia.

Per quanto riguarda i colori azzurri , il nostro quartetto chiude al 9° posto su 16 squadre arrivate al traguardo. La prima frazionista Angelica Olmo ha fornito un’ottima prestazione, rimanendo incollata alle inseguitrici della Beaugrandt e Kasper, cambiando in 5° posizione assoluta. Di fatto la lotta per le prime posizione per i colori azzurri si è conclusa qui, infatti Stateff chiude la sua frazione con il quintultimo tempo, lasciando il testimone a Steinhauser con il gruppo dei migliori già lontano. Bravi Steinhauser e Pozzatti e rintuzzare il tentativo di recupero dell’Ungheria e a lasciare dietro Germania e Nuova Zelanda, scivolate indietro dopo una disastrosa terza frazione.

Bene gli atleti del marchio italiano Dedaelementi, con Kasper che ha conquistato la vittoria con la sua squadra , Bailie che ha chiuso ai piedi del podio con l’Australia e Mislawchuck che è stato protagonista nel Canada

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Parte la World triathlon mixed relay: USA subito vittoriosi

9th giugno, 2018
USA vincitori a Nottingham

USA vincitori a Nottingham

E’ partita ieri a Nottingham la World triathlon mixed relay, riservato alle staffette che si giocheranno la qualificazione per Tokyo 2020, dove sarà assegnata per la prima volta una medaglia nella formula a squadre.

Al via 18 squadre , tra le quali anche quella italiana , composta da Olmo, Stateff, Steinhauser , Pozzatti.

Nella prima frazione  Kasper e Beaugrandt fanno subito selezione , riuscendo a scappare in bici grazie alla spinta dell’americana, mentre il giovane talento francese fa valere le sue doti di eccellente podista dando il cambio a Le Corre in testa alla gara , con qualche secondo di vantaggio sugli USA.  L’atleta francese  non si guarda in dietro e decide di andarsene in solitaria, ma da dietro inizia la rimonta dell’Australia con Royle e dell’Inghilterra con Bishop, seguiti dalla Nuova Zelanda con Reid, Sud Africa con Murray e il Canada con Mislawchuk.

La Francia si presenta al 3° cambio ancora in testa con un buon vantaggio, ma la Gauthier viene ripresa dall’americana Zaferes già nella frazione natatoria, per poi staccarsi durante i 7 km del ciclismo. Gli Usa si presentano quindi in testa all’ultimo cambio con McElroy che è inseguito da Australia , Inghilterra e Francia. L’atleta a stelle e strisce mantiene la testa della gara , nel nuoto e nel ciclismo, ma da dietro Jonathan Brownlee spinge sull’acceleratore , con Bailie che tenta di resistere al ritmo infernale del campione inglese.

Nonostante il miglior tempo di frazione , l’inglese non riesce a raggiungere McElroy, che regala agli USA la vittoria, davanti all’Inghilterra e alla Francia, che grazie all’ottima prova di Bergere riesce a conquistare l’ultimo gradino del podio sopravanzando l’Australia.

Per quanto riguarda i colori azzurri , il nostro quartetto chiude al 9° posto su 16 squadre arrivate al traguardo. La prima frazionista Angelica Olmo ha fornito un’ottima prestazione, rimanendo incollata alle inseguitrici della Beaugrandt e Kasper, cambiando in 5° posizione assoluta. Di fatto la lotta per le prime posizione per i colori azzurri si è conclusa qui, infatti Stateff chiude la sua frazione con il quintultimo tempo, lasciando il testimone a Steinhauser con il gruppo dei migliori già lontano. Bravi Steinhauser e Pozzatti e rintuzzare il tentativo di recupero dell’Ungheria e a lasciare dietro Germania e Nuova Zelanda, scivolate indietro dopo una disastrosa terza frazione.

Bene gli atleti del marchio italiano Dedaelementi, con Kasper che ha conquistato la vittoria con la sua squadra , Bailie che ha chiuso ai piedi del podio con l’Australia e Mislawchuck che è stato protagonista nel Canada

By
@novellimarco
backtotop