Mute Triathlon

Paratriathlon: tutti i campioni italiani 2013

DAL SITO FITRI
Sabato 21settembre 2013 a Lido delle Nazioni  (Ferrara), grazie alla volontà dell’organizzatore Paolo Temporin e al supporto della Federazione Italiana Triathlon, si è disputata la prima edizione del Campionato Italiano Paratriatlhon.
In una splendida cornice di pubblico e in un evento di primissima qualità si sono sfidati 27 paratriatleti italiani in rappresentanza di tutte e 7 le categorie maschili e di 3 delle femminili .
Forti emozioni per il pubblico e per gli atleti in quello che risulta essere l’evento più partecipato del settore mai disputato in Italia.
Per la prima volta in gara nel triathlon erano presenti ben 7 atleti della categoria TRI1 con le handbike e le wheelchair d’atletica. Molto alto il livello della competizione. Ad imporsi nella gara Giovanni Achenza, atleta sardo in forza al Padova Triathlon che ha condotta gara di testa sin dalla frazione di nuoto, dietro di lui il giovane Simone Baldini ed in terza posizione Haki Doku. Ottime prestazione anche per Lele Panizza di Ravenna, già Ironman e triathleta navigato, e Lorenzo Major, entrambi penalizzati dall’aver utilizzato la carrozzina non da corsa, ma entrambi desiderosi di
provare le emozioni di questo grande sport, alla pari di Federico Mestroni che, fuori gara, ha svolto solo le frazioni di ciclismo e corsa. Tra le donne esordio vincente per la napoletana Manuela Migliaccio; tanta grinta per lei in questo suo nuovo percorso.
Tra i TRI2 conferma di Gianni Sasso dopo gli ottimi risultati di Londra su Giorgio Vanerio in un positivo esordio.
Nella categoria TRI3 gara vincente del Campione del mondo Michele Ferrarin che regola il caparbio e giovanissimo Juri Fiori, in costante miglioramento e l’esordiente Mauro Mazza.
Nel Tri4 ancora una vittoria per Alessio Borgato sull’inossidabile ValterCarnovali e sull’esordiente Mirko Angeletti. Al quarto posto Luigi Zanetti ed immediatamente dietro di lui Alessandro Carvani Minetti, nel coronamento del sogno di concludere la frazione ciclistica autonomamente con la propria bici nonostante le problematiche ad entrambi gli arti superiori. Solo pochi mesi fa questo traguardo sembrava irraggiungibile e questa per lui rappresenta una grandissima vittoria.
Nei Tri5 si aggiudica il titolo Alessandro Colombo, a coronamento di una stagione sempre in crescendo. Dietro di lui ottimo esordio di Gianluca Cacciamano ed al terzo posto ottima prestazione di Dario Ingravallo che, nonostante a pochi metri dal traguardo sia caduto perché la protesi della gamba si è sfilata, si è rialzato da solo ed ha tagliato il traguardo a mani alzate, scrivendo una bella pagina del nostro sport.
Tra i tandem nei TRi6a il caparbio Matteo Fanchini con Danilo Ciscato batte Alberto Ceriani con Claudio Pellegri ed il promettente Fabio Lotti con Sebastien Atienzar mentre nei TRi6b conferma del guerriero della Trianacria
Maurizio Romeo con Matteo Annovazzi sull’altro giovanissimo Manuel Marson con Alessandro Burato. Bellissima la loro gara cosi come quella delle campionesse Maria Cristina Luisani (Tri6a) con Patrizia Spadaccini e Luigia
Vivenzio (TRI6b) con Mara Mosole “Questa gara è la ciliegina sulla torta in un anno fantastico – afferma Neil Mac leod project manager del settore paratriathlon –  il grosso lavoro svolto dallo staff federale ha  permesso di ottenere in quest’anno un considerevole incremento del numero e della qualità degli eventi di paratriathlon nonché una sempre più assidua e crescente partecipazione degli atleti.  Una crescita che ha effetti positivi anche sulla qualità degli atleti,capaci di esprimersi sempre più ad alti livelli anche contro avversari internazionali sempre più competitivi .
 La strada da percorrere è ancora lunga ma i risultati ci confortano che la direzione intrapresa è quella giusta.
Un ringraziamento particolare va a Paolo Temporin insieme a sua figlia Sara ed a tutto il suo staff per aver supportato l’organizzazione di questi primi campionati italiani, scrivendo, di fatto, una pagina di storia di questo sport.
Un sentito ringraziamento va infine al direttore tecnico Simone Biava e a tutto il suo staff  per aver condiviso e per continuare a condividere le tante fatiche, ma anche le grandi gioie di questo affascinante percorso che è il paratriathlon italiano. (N.ML.)
– seguono approfondimenti della Direzione Tecnica –

Da non perdere l’emozionante video e la Photogallery di Marco Bardella

Campioni Italiani Paratriathlon 2013

Tri 1 Achenza Giovanni
Tri 2 Sasso Gianni
Tri 3 Ferrarin Michele
Tri 4 Alessio Borgato
Tri 5 Alessandro Colombo
Tri 6a Fanchini Matteo
Tri 6b Romeo Maurio

Tri 1 Manuela Migliaccio
Tri 6a Luisani Maria Cristina
Tri6b Luigia Vivenzio

CLASSIFICHE 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Paratriathlon: tutti i campioni italiani 2013

24th settembre, 2013

DAL SITO FITRI
Sabato 21settembre 2013 a Lido delle Nazioni  (Ferrara), grazie alla volontà dell’organizzatore Paolo Temporin e al supporto della Federazione Italiana Triathlon, si è disputata la prima edizione del Campionato Italiano Paratriatlhon.
In una splendida cornice di pubblico e in un evento di primissima qualità si sono sfidati 27 paratriatleti italiani in rappresentanza di tutte e 7 le categorie maschili e di 3 delle femminili .
Forti emozioni per il pubblico e per gli atleti in quello che risulta essere l’evento più partecipato del settore mai disputato in Italia.
Per la prima volta in gara nel triathlon erano presenti ben 7 atleti della categoria TRI1 con le handbike e le wheelchair d’atletica. Molto alto il livello della competizione. Ad imporsi nella gara Giovanni Achenza, atleta sardo in forza al Padova Triathlon che ha condotta gara di testa sin dalla frazione di nuoto, dietro di lui il giovane Simone Baldini ed in terza posizione Haki Doku. Ottime prestazione anche per Lele Panizza di Ravenna, già Ironman e triathleta navigato, e Lorenzo Major, entrambi penalizzati dall’aver utilizzato la carrozzina non da corsa, ma entrambi desiderosi di
provare le emozioni di questo grande sport, alla pari di Federico Mestroni che, fuori gara, ha svolto solo le frazioni di ciclismo e corsa. Tra le donne esordio vincente per la napoletana Manuela Migliaccio; tanta grinta per lei in questo suo nuovo percorso.
Tra i TRI2 conferma di Gianni Sasso dopo gli ottimi risultati di Londra su Giorgio Vanerio in un positivo esordio.
Nella categoria TRI3 gara vincente del Campione del mondo Michele Ferrarin che regola il caparbio e giovanissimo Juri Fiori, in costante miglioramento e l’esordiente Mauro Mazza.
Nel Tri4 ancora una vittoria per Alessio Borgato sull’inossidabile ValterCarnovali e sull’esordiente Mirko Angeletti. Al quarto posto Luigi Zanetti ed immediatamente dietro di lui Alessandro Carvani Minetti, nel coronamento del sogno di concludere la frazione ciclistica autonomamente con la propria bici nonostante le problematiche ad entrambi gli arti superiori. Solo pochi mesi fa questo traguardo sembrava irraggiungibile e questa per lui rappresenta una grandissima vittoria.
Nei Tri5 si aggiudica il titolo Alessandro Colombo, a coronamento di una stagione sempre in crescendo. Dietro di lui ottimo esordio di Gianluca Cacciamano ed al terzo posto ottima prestazione di Dario Ingravallo che, nonostante a pochi metri dal traguardo sia caduto perché la protesi della gamba si è sfilata, si è rialzato da solo ed ha tagliato il traguardo a mani alzate, scrivendo una bella pagina del nostro sport.
Tra i tandem nei TRi6a il caparbio Matteo Fanchini con Danilo Ciscato batte Alberto Ceriani con Claudio Pellegri ed il promettente Fabio Lotti con Sebastien Atienzar mentre nei TRi6b conferma del guerriero della Trianacria
Maurizio Romeo con Matteo Annovazzi sull’altro giovanissimo Manuel Marson con Alessandro Burato. Bellissima la loro gara cosi come quella delle campionesse Maria Cristina Luisani (Tri6a) con Patrizia Spadaccini e Luigia
Vivenzio (TRI6b) con Mara Mosole “Questa gara è la ciliegina sulla torta in un anno fantastico – afferma Neil Mac leod project manager del settore paratriathlon –  il grosso lavoro svolto dallo staff federale ha  permesso di ottenere in quest’anno un considerevole incremento del numero e della qualità degli eventi di paratriathlon nonché una sempre più assidua e crescente partecipazione degli atleti.  Una crescita che ha effetti positivi anche sulla qualità degli atleti,capaci di esprimersi sempre più ad alti livelli anche contro avversari internazionali sempre più competitivi .
 La strada da percorrere è ancora lunga ma i risultati ci confortano che la direzione intrapresa è quella giusta.
Un ringraziamento particolare va a Paolo Temporin insieme a sua figlia Sara ed a tutto il suo staff per aver supportato l’organizzazione di questi primi campionati italiani, scrivendo, di fatto, una pagina di storia di questo sport.
Un sentito ringraziamento va infine al direttore tecnico Simone Biava e a tutto il suo staff  per aver condiviso e per continuare a condividere le tante fatiche, ma anche le grandi gioie di questo affascinante percorso che è il paratriathlon italiano. (N.ML.)
– seguono approfondimenti della Direzione Tecnica –

Da non perdere l’emozionante video e la Photogallery di Marco Bardella

Campioni Italiani Paratriathlon 2013

Tri 1 Achenza Giovanni
Tri 2 Sasso Gianni
Tri 3 Ferrarin Michele
Tri 4 Alessio Borgato
Tri 5 Alessandro Colombo
Tri 6a Fanchini Matteo
Tri 6b Romeo Maurio

Tri 1 Manuela Migliaccio
Tri 6a Luisani Maria Cristina
Tri6b Luigia Vivenzio

CLASSIFICHE 

By
@novellimarco
backtotop