Mute Triathlon

ORGANIZZARE UNA GARA SOTTO L’EGIDA F.I.TRI

Come organizzare una gara Fitri

Spesso ci si lamenta dell’organizzazione di alcune gare, ma quante volte abbiamo pensato a cosa c’è dietro alla macchiana organizzativa ? Per trattare al meglio questo argomento abbiamo chiesto a Marco Scotti, organizzatore dell’ Elbaman, di raccontarci come si organizza una gara per la F.I.TRI.

 

Inizialmente parlerò delle cose “da fare”, ovvero i passi obbligatori a livello burocratico che sono necessari per rendere la gara legalmente autorizzata da tutti gli enti preposti.

Successivamente si parlerà delle cose che “dovrebbero essere fatte” ovvero una serie di consigli piu’ o meno dettati dall’esperienza che mi sento di dare alfine di riuscire a gestire al meglio la competizione in programma, sia essa una gara regionale su distanza super sprint promozionale piuttosto che una competizione di Campionato Italiano Assoluto.

Per i lettori, prima, una breve presentazione personale. Mi chiamo Marco Scotti, sono nato nel 1974 e mi sono laureato in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano nel 1999. Sono originario della Provincia di Lecco, ma da qualche anno mi sono spostato di qualche km per motivi di lavoro nel basso Ticino in Svizzera.

Mi sono avvicinato al bellissimo mondo del triathlon nel 1997 partecipando alla mia prima competizione l’anno successivo. Non avendo nessun background sportivo in nessuna delle tre discipline e non possedendo alcuna genetica particolarmente “dotata”, non posso di certo vantare alcun risultato interessante, ma sono in ogni caso orgoglioso di tutte le gare che ho portato a termine (considerando tutte le discipline ormai abbondantemente piu’ di 200).

Ho iniziato a collaborare all’organizzazione di gare sportive nel 2003 appassionandomi da subito a questa attività e nel 2005 è nata l’avventura Elbaman, unica competizione nazionale su distanza full (iron), evento che conduco in totale autonomia come unico responsabile da inizio 2008.

La prossima è l’ottava edizione, come sempre nell’ultimo weekend di Settembre.

 

Partiamo ora con le cose concrete…

 

COSA FARE PER INSERIRE UNA GARA NEL CALENDARIO F.I.TRI.

 

Passi burocratici obbligatori.

 

  1. Una competizione può essere iscritta nel calendario F.I.Tri. solo da una Società/Associazione Sportiva regolarmente affiliata per l’anno in cui si svolgerà la manifestazione. E’ quindi necessario avere come base l’autorizzazione della Associazione e del consiglio direttivo secondo le norme che ogni Associazione si da.
  2. L’inserimento nel calendario F.I.Tri. può avvenire solo  se la competizione si svolge su distanze ufficialmente riconosciute dalla F.I.Tri. stessa. Il tutto è dettagliato nel Regolamento Tecnico (RT) in vigore con eventuali annotazioni aggiuntive nella Circolare Gare emanata di anno in anno. Sulla circolare gare sono dettagliate le modalità ed i costi da sostenere per poter richiedere l’inserimento nel calendario. Alcune gare devono essere richieste attraverso il locale Comitato Regionale o Delegato Regionale, mentre altre direttamente alla F.I.Tri. Eventuali domande possono essere rivolte al sempre disponibile ufficio gare F.I.Tri. (contatti su www.F.I.Tri..it/F.I.Tri..php ).

Attenzione che il nominativo comunicato alla F.I.Tri. come “responsabile di gara” non può in ogni caso prendere parte alla gara stessa come atleta.

AUTORIZZAZIONI COMUNALI/PROVINCIALI/REGIONALI

Ci sono varie casistiche a seconda di come il territorio viene impegnato:

  • Le autorizzazioni di competizioni, il cui percorso interessa il territorio di un solo comune, sono emesse dal Sindaco del comune stesso.
  • Le autorizzazioni di competizioni, interessanti più comuni del territorio provinciale, sono emesse dagli uffici Provinciali preposti e subordinate all’osservanza delle disposizioni contenute nell’apposito Regolamento e nelle vigenti disposizioni di legge.
  • Nel caso di competizioni che interessano territori provinciali diversi appartenenti alla stessa Regione, l’autorizzazione viene rilasciata da quella in cui insiste l’estesa chilometrica prevalente. E’ buona norma inviare però a tutti gli uffici Provinciali interessati una nota informativa.
  • Se il percorso interessi più Province appartenenti a Regioni diverse, la domanda deve essere inviata a tutte le Province interessate le quali, autonomamente, rilasceranno l’autorizzazione.

Note

  • Fare attenzione alle disposizioni particolari di cui ogni Provincia (ed a volte Comune) si dota richiedendo eventuali marche da bollo e/o tasse di rimborso per la procedura di autorizzazione.
  •  Anche per autorizzazioni che esulano dall’autorità del Sindaco del/dei Comuni interessati, è buona norma richiedere nulla-osta autorizzativo anche ad essi.

Per gare con nuoto in mare informarsi presso la locale Capitaneria di Porto riguardo le procedure per ottenere l’autorizzazione per svolgere la frazione natatoria.

 

Per ora può bastare… nella prossima puntata iniziamo con i consigli pratici su come poter intraprendere l’avventura organizzativa.

Sportivi saluti a tutti.

Marco Scotti

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

ORGANIZZARE UNA GARA SOTTO L’EGIDA F.I.TRI

21st luglio, 2012

Come organizzare una gara Fitri

Spesso ci si lamenta dell’organizzazione di alcune gare, ma quante volte abbiamo pensato a cosa c’è dietro alla macchiana organizzativa ? Per trattare al meglio questo argomento abbiamo chiesto a Marco Scotti, organizzatore dell’ Elbaman, di raccontarci come si organizza una gara per la F.I.TRI.

 

Inizialmente parlerò delle cose “da fare”, ovvero i passi obbligatori a livello burocratico che sono necessari per rendere la gara legalmente autorizzata da tutti gli enti preposti.

Successivamente si parlerà delle cose che “dovrebbero essere fatte” ovvero una serie di consigli piu’ o meno dettati dall’esperienza che mi sento di dare alfine di riuscire a gestire al meglio la competizione in programma, sia essa una gara regionale su distanza super sprint promozionale piuttosto che una competizione di Campionato Italiano Assoluto.

Per i lettori, prima, una breve presentazione personale. Mi chiamo Marco Scotti, sono nato nel 1974 e mi sono laureato in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano nel 1999. Sono originario della Provincia di Lecco, ma da qualche anno mi sono spostato di qualche km per motivi di lavoro nel basso Ticino in Svizzera.

Mi sono avvicinato al bellissimo mondo del triathlon nel 1997 partecipando alla mia prima competizione l’anno successivo. Non avendo nessun background sportivo in nessuna delle tre discipline e non possedendo alcuna genetica particolarmente “dotata”, non posso di certo vantare alcun risultato interessante, ma sono in ogni caso orgoglioso di tutte le gare che ho portato a termine (considerando tutte le discipline ormai abbondantemente piu’ di 200).

Ho iniziato a collaborare all’organizzazione di gare sportive nel 2003 appassionandomi da subito a questa attività e nel 2005 è nata l’avventura Elbaman, unica competizione nazionale su distanza full (iron), evento che conduco in totale autonomia come unico responsabile da inizio 2008.

La prossima è l’ottava edizione, come sempre nell’ultimo weekend di Settembre.

 

Partiamo ora con le cose concrete…

 

COSA FARE PER INSERIRE UNA GARA NEL CALENDARIO F.I.TRI.

 

Passi burocratici obbligatori.

 

  1. Una competizione può essere iscritta nel calendario F.I.Tri. solo da una Società/Associazione Sportiva regolarmente affiliata per l’anno in cui si svolgerà la manifestazione. E’ quindi necessario avere come base l’autorizzazione della Associazione e del consiglio direttivo secondo le norme che ogni Associazione si da.
  2. L’inserimento nel calendario F.I.Tri. può avvenire solo  se la competizione si svolge su distanze ufficialmente riconosciute dalla F.I.Tri. stessa. Il tutto è dettagliato nel Regolamento Tecnico (RT) in vigore con eventuali annotazioni aggiuntive nella Circolare Gare emanata di anno in anno. Sulla circolare gare sono dettagliate le modalità ed i costi da sostenere per poter richiedere l’inserimento nel calendario. Alcune gare devono essere richieste attraverso il locale Comitato Regionale o Delegato Regionale, mentre altre direttamente alla F.I.Tri. Eventuali domande possono essere rivolte al sempre disponibile ufficio gare F.I.Tri. (contatti su www.F.I.Tri..it/F.I.Tri..php ).

Attenzione che il nominativo comunicato alla F.I.Tri. come “responsabile di gara” non può in ogni caso prendere parte alla gara stessa come atleta.

AUTORIZZAZIONI COMUNALI/PROVINCIALI/REGIONALI

Ci sono varie casistiche a seconda di come il territorio viene impegnato:

  • Le autorizzazioni di competizioni, il cui percorso interessa il territorio di un solo comune, sono emesse dal Sindaco del comune stesso.
  • Le autorizzazioni di competizioni, interessanti più comuni del territorio provinciale, sono emesse dagli uffici Provinciali preposti e subordinate all’osservanza delle disposizioni contenute nell’apposito Regolamento e nelle vigenti disposizioni di legge.
  • Nel caso di competizioni che interessano territori provinciali diversi appartenenti alla stessa Regione, l’autorizzazione viene rilasciata da quella in cui insiste l’estesa chilometrica prevalente. E’ buona norma inviare però a tutti gli uffici Provinciali interessati una nota informativa.
  • Se il percorso interessi più Province appartenenti a Regioni diverse, la domanda deve essere inviata a tutte le Province interessate le quali, autonomamente, rilasceranno l’autorizzazione.

Note

  • Fare attenzione alle disposizioni particolari di cui ogni Provincia (ed a volte Comune) si dota richiedendo eventuali marche da bollo e/o tasse di rimborso per la procedura di autorizzazione.
  •  Anche per autorizzazioni che esulano dall’autorità del Sindaco del/dei Comuni interessati, è buona norma richiedere nulla-osta autorizzativo anche ad essi.

Per gare con nuoto in mare informarsi presso la locale Capitaneria di Porto riguardo le procedure per ottenere l’autorizzazione per svolgere la frazione natatoria.

 

Per ora può bastare… nella prossima puntata iniziamo con i consigli pratici su come poter intraprendere l’avventura organizzativa.

Sportivi saluti a tutti.

Marco Scotti

 

By
@novellimarco
backtotop