Mute Triathlon

Obbligo di certificato medico e linee guida per defibrillatori. Ulteriori chiarimenti

 Tratto da  TUTTO SUL NO PROFIT

Obbligo di certificato medico e linee guida per dotazione e impiego di defibrillatori: misure di prevenzione per attività sportiva non agonistica.
 
La Gazzetta Ufficiale n. 214 del 13 settembre 2012 ha pubblicato il Decreto Legge 13 settembre 2012 n. 158 recante le “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”.
 
Come noto, il Decreto Legge è un provvedimento provvisorio avente forza di legge, adottato in casi straordinari di necessità e urgenza dal Governo. Entra in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma gli effetti prodotti sono provvisori, perché i Decreti Legge perdono efficacia sin dall’inizio se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione.
 
Ciò premesso, alla luce delle considerazioni appena fatte, appare di primaria importanza chiarire il contenuto del Decreto nella parte attinente le “misure di prevenzione … per l’attività sportiva non agonistica” (Articolo 7 del Decreto Legge 13 settembre 2012 numero 158 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 13 settembre 2012). Tale articolo infatti, al suo punto 11, stabilisce che: “Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attività sportiva non agonistica o amatoriale il Ministro della salute, con proprio decreto, adottato di concerto con il Ministro delegato al turismo e allo sport, dispone garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica (a tal proposito abbiamo prodotto una guida gratuita), nonché linee guida per l’effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione e l’impiego, da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita”.
 
Ripercorrendo il testo della norma per le parti che ci occupano, emerge dunque che con questo Decreto Legge il Ministro della salute intende disporre linee guida per la dotazione e l’impiego, da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita. Sulla base di queste premesse d’obbligo è tenere monitorata la questione, precisando sin da subito che il testo dell’attuale Decreto Legge fa riferimento a linee guida che dovranno essere disposte, evidentemente in un secondo momento, per salvaguardare la salute dei cittadini, ed attinenti, tra l’altro, all’utilizzo ed all’impiego di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri ulteriori dispositivi salvavita (chiaramente da individuare in maniera più precisa).
 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Obbligo di certificato medico e linee guida per defibrillatori. Ulteriori chiarimenti

5th ottobre, 2012

 Tratto da  TUTTO SUL NO PROFIT

Obbligo di certificato medico e linee guida per dotazione e impiego di defibrillatori: misure di prevenzione per attività sportiva non agonistica.
 
La Gazzetta Ufficiale n. 214 del 13 settembre 2012 ha pubblicato il Decreto Legge 13 settembre 2012 n. 158 recante le “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”.
 
Come noto, il Decreto Legge è un provvedimento provvisorio avente forza di legge, adottato in casi straordinari di necessità e urgenza dal Governo. Entra in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma gli effetti prodotti sono provvisori, perché i Decreti Legge perdono efficacia sin dall’inizio se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione.
 
Ciò premesso, alla luce delle considerazioni appena fatte, appare di primaria importanza chiarire il contenuto del Decreto nella parte attinente le “misure di prevenzione … per l’attività sportiva non agonistica” (Articolo 7 del Decreto Legge 13 settembre 2012 numero 158 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 13 settembre 2012). Tale articolo infatti, al suo punto 11, stabilisce che: “Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attività sportiva non agonistica o amatoriale il Ministro della salute, con proprio decreto, adottato di concerto con il Ministro delegato al turismo e allo sport, dispone garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica (a tal proposito abbiamo prodotto una guida gratuita), nonché linee guida per l’effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione e l’impiego, da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita”.
 
Ripercorrendo il testo della norma per le parti che ci occupano, emerge dunque che con questo Decreto Legge il Ministro della salute intende disporre linee guida per la dotazione e l’impiego, da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita. Sulla base di queste premesse d’obbligo è tenere monitorata la questione, precisando sin da subito che il testo dell’attuale Decreto Legge fa riferimento a linee guida che dovranno essere disposte, evidentemente in un secondo momento, per salvaguardare la salute dei cittadini, ed attinenti, tra l’altro, all’utilizzo ed all’impiego di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri ulteriori dispositivi salvavita (chiaramente da individuare in maniera più precisa).
 
By
@novellimarco
backtotop