Mute Triathlon

Nella WTS Bermuda torna a dare spettacolo Gomez. Buona la prova di Olmo

                      Prima vittoria in WTS per Coninx

La seconda tappa della stagione 2019 della WTS ha fatto scalo a Bermuda, con un podio a sorpresa tra gli uomini, mentre tra le donne vittorie per la favorita della vigilia.

In campo femminile la gara è stata caratterizzata da una fuga a 3 in bici, con l’americana Zaferes, spalleggiata dell’inglese Learmonth e dalla norvegese Miller che prendono il largo nella seconda frazione, presentandosi in T2 con un vantaggio di oltre 2′ sul gruppo delle inseguitrici con le azzurre Olmo e Betto. Nella frazione finale l’americana prende subito il comando solitario della gara, mentre la Miller perde terreno e la Learmonth che mantiene saldamente la seconda piazza. La Zaferes centra l’ennesimo successo, precedendo l’inglese, mentre al terzo posto chiude la canadese Brown, che dopo un’ottima bici, riesce ad agguantare il bronzo grazie al secondo parziale assoluto nella frazione finale, 16″ più lenta dell’inglese Stanford, del team DedaElementi, che conquista il 13° posto finale, dopo essere entrata in T2 molto attardata. Solo 19° la francese Beaugrand, che dimostra di essere sempre in difficoltà nelle gare con percorsi ciclistici duri.

In campo maschile tutti quelli che si aspettavano un testa a testa tra il francese Luis e lo spagnolo Mola, sono rimasti delusi. Nella prima parte della frazione ciclistica  un gruppo capitanato dallo spagnolo Gomez, dall’inglese Brownlee e da Luis, ha preso la testa della gara, ma da dietro il duo norvegese Iden – Blummenfelt rinviene prepotentemente, trascinando il secondo gruppo a ricongiungersi al primo. Lo spagnolo Mola rimane però attardato e il suo ritardo aumenta giro dopo giro. In T2 il gruppo dei migliori arriva quasi compatto, con Iden-Luis-Gomez- Coninx-Blummenfelt che rimangono insieme per 3/4 dell’ultima frazione. Il finale è al cardiopalma, con il francese Coninx che riesce a conquistare la sua prima vittoria in Wts, precedendo l’eterno Gomez, vero protagonista della gara e Iden che lascia fuori dal podio Luis. Solo 26mo Mola, in evidente difficoltà su un percorso duro come quello delle Bermuda.

Ben 6 gli italiani in gara, con la sola Olmo che può gioire per una prova di sostanza, che la porta a chiudere nella top 10, con un ottimo 7° posto finale . Solita gara per Alice Betto, nel gruppo delle inseguitrici con la Olmo sino in T2 , quando è iniziata la frazione di corsa , che l’ha vista , come nelle altre volte, perdere terreno km dopo  km, per chiudere al 16° posto, a quasi 5′ dalla vincitrice e superata anche da alcune atlete del gruppo che si trovava a quasi 2′ di distacco in T2. Tra le azzurre è stata decisamente la più lenta nella frazione podistica. Steinhauser  ha chiuso la frazione di bici nel terzo gruppo, ha chiuso la gara con una buona frazione di corsa che le ha permesso di risalire sino alla 22° posizione, lontana comunque  dalla testa della gara. Gara da dimenticare per la Mazzetti, già fuori dai giochi dopo il nuoto , ritirata nella frazione ciclistica.

Tra gli uomini anche per Fabian solita gara, davanti nelle prime due frazioni e impietosa perdita di posizioni nella frazione podistica , che lo ha visto chiudere al 27° posto, pagando circa 3′ solo negli ultimi 10 km, superato anche da atleti del gruppo degli inseguitori, giunto in T2 con un distacco abissale. Ancora peggio Stateff, che  per l’ennesima volta dimostra come le WTS siano un banco di prova troppo arduo per lui, con la frazione ciclistica che lo ha visto perdere terreno, per poi chiudere al penultimo posto assoluto, con un distacco finale di oltre 7′ da Coninx.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Nella WTS Bermuda torna a dare spettacolo Gomez. Buona la prova di Olmo

29th aprile, 2019

                      Prima vittoria in WTS per Coninx

La seconda tappa della stagione 2019 della WTS ha fatto scalo a Bermuda, con un podio a sorpresa tra gli uomini, mentre tra le donne vittorie per la favorita della vigilia.

In campo femminile la gara è stata caratterizzata da una fuga a 3 in bici, con l’americana Zaferes, spalleggiata dell’inglese Learmonth e dalla norvegese Miller che prendono il largo nella seconda frazione, presentandosi in T2 con un vantaggio di oltre 2′ sul gruppo delle inseguitrici con le azzurre Olmo e Betto. Nella frazione finale l’americana prende subito il comando solitario della gara, mentre la Miller perde terreno e la Learmonth che mantiene saldamente la seconda piazza. La Zaferes centra l’ennesimo successo, precedendo l’inglese, mentre al terzo posto chiude la canadese Brown, che dopo un’ottima bici, riesce ad agguantare il bronzo grazie al secondo parziale assoluto nella frazione finale, 16″ più lenta dell’inglese Stanford, del team DedaElementi, che conquista il 13° posto finale, dopo essere entrata in T2 molto attardata. Solo 19° la francese Beaugrand, che dimostra di essere sempre in difficoltà nelle gare con percorsi ciclistici duri.

In campo maschile tutti quelli che si aspettavano un testa a testa tra il francese Luis e lo spagnolo Mola, sono rimasti delusi. Nella prima parte della frazione ciclistica  un gruppo capitanato dallo spagnolo Gomez, dall’inglese Brownlee e da Luis, ha preso la testa della gara, ma da dietro il duo norvegese Iden – Blummenfelt rinviene prepotentemente, trascinando il secondo gruppo a ricongiungersi al primo. Lo spagnolo Mola rimane però attardato e il suo ritardo aumenta giro dopo giro. In T2 il gruppo dei migliori arriva quasi compatto, con Iden-Luis-Gomez- Coninx-Blummenfelt che rimangono insieme per 3/4 dell’ultima frazione. Il finale è al cardiopalma, con il francese Coninx che riesce a conquistare la sua prima vittoria in Wts, precedendo l’eterno Gomez, vero protagonista della gara e Iden che lascia fuori dal podio Luis. Solo 26mo Mola, in evidente difficoltà su un percorso duro come quello delle Bermuda.

Ben 6 gli italiani in gara, con la sola Olmo che può gioire per una prova di sostanza, che la porta a chiudere nella top 10, con un ottimo 7° posto finale . Solita gara per Alice Betto, nel gruppo delle inseguitrici con la Olmo sino in T2 , quando è iniziata la frazione di corsa , che l’ha vista , come nelle altre volte, perdere terreno km dopo  km, per chiudere al 16° posto, a quasi 5′ dalla vincitrice e superata anche da alcune atlete del gruppo che si trovava a quasi 2′ di distacco in T2. Tra le azzurre è stata decisamente la più lenta nella frazione podistica. Steinhauser  ha chiuso la frazione di bici nel terzo gruppo, ha chiuso la gara con una buona frazione di corsa che le ha permesso di risalire sino alla 22° posizione, lontana comunque  dalla testa della gara. Gara da dimenticare per la Mazzetti, già fuori dai giochi dopo il nuoto , ritirata nella frazione ciclistica.

Tra gli uomini anche per Fabian solita gara, davanti nelle prime due frazioni e impietosa perdita di posizioni nella frazione podistica , che lo ha visto chiudere al 27° posto, pagando circa 3′ solo negli ultimi 10 km, superato anche da atleti del gruppo degli inseguitori, giunto in T2 con un distacco abissale. Ancora peggio Stateff, che  per l’ennesima volta dimostra come le WTS siano un banco di prova troppo arduo per lui, con la frazione ciclistica che lo ha visto perdere terreno, per poi chiudere al penultimo posto assoluto, con un distacco finale di oltre 7′ da Coninx.

By
@novellimarco
backtotop