Mute Triathlon

Nel duathlon di Natale DeAmbrogio e Moriondo tra la confusione

La confusione ha caratterizzato il Duahlon di Natale che si è corso ieri e che di fatto ha chiuso la stagione agonistica 2012.
Nella gara maschile il primo a tagliare il traguardo è stato il biker Falco Gianluca, partito come amatore, ma lo stesso si è reso protagonista di comportamenti poco consoni ad uno sportivo ed è stato squalificato. Il fattaccio è avvenuto al rientro in T2, quando Falco prima di scendere dalla bici ,si è slacciato il casco e se lo è tolto, al richiamo dei giudici e all’invito a tornare indietro e correggere l’infrazione l’atleta ha risposto con una serie di insulti . Naturale la squalifica a fine gara, anche se l’organizzatore lo ha premiato lo stesso come primo classificato, sbagliando per due volte, in quanto Falco essendosi tesserato “sul campo” non rientrava nella categoria assoluti e per stilare le classifiche definitive bisogna attendere che siano esposte le squalifiche. La gara è andata quindi al giovane del Torino Triathlon Aldo Deamborgio, che ha preceduto Stefano Emanuele (Pianeta Acqua) e Simone Roasio (Valle Gesso Sport).
Tra le donne Moriondo Barbara della società organizzatrice la spunta su Ilaria Titone (Acquatica) e Elisa Almondo (Sai Freccie Bianche), in una gara in cui le staffette hanno creato la solita confusione tra gli atleti individuali che non capivano chi fossero i “diretti rivali”. La gara ha visto poca partecipazione individuale , con 82 iscritti tra uomini e donne , mentre sono state ben 45 le steffette.

CLASSIFICHE

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Nel duathlon di Natale DeAmbrogio e Moriondo tra la confusione

24th dicembre, 2012

La confusione ha caratterizzato il Duahlon di Natale che si è corso ieri e che di fatto ha chiuso la stagione agonistica 2012.
Nella gara maschile il primo a tagliare il traguardo è stato il biker Falco Gianluca, partito come amatore, ma lo stesso si è reso protagonista di comportamenti poco consoni ad uno sportivo ed è stato squalificato. Il fattaccio è avvenuto al rientro in T2, quando Falco prima di scendere dalla bici ,si è slacciato il casco e se lo è tolto, al richiamo dei giudici e all’invito a tornare indietro e correggere l’infrazione l’atleta ha risposto con una serie di insulti . Naturale la squalifica a fine gara, anche se l’organizzatore lo ha premiato lo stesso come primo classificato, sbagliando per due volte, in quanto Falco essendosi tesserato “sul campo” non rientrava nella categoria assoluti e per stilare le classifiche definitive bisogna attendere che siano esposte le squalifiche. La gara è andata quindi al giovane del Torino Triathlon Aldo Deamborgio, che ha preceduto Stefano Emanuele (Pianeta Acqua) e Simone Roasio (Valle Gesso Sport).
Tra le donne Moriondo Barbara della società organizzatrice la spunta su Ilaria Titone (Acquatica) e Elisa Almondo (Sai Freccie Bianche), in una gara in cui le staffette hanno creato la solita confusione tra gli atleti individuali che non capivano chi fossero i “diretti rivali”. La gara ha visto poca partecipazione individuale , con 82 iscritti tra uomini e donne , mentre sono state ben 45 le steffette.

CLASSIFICHE

By
@novellimarco
backtotop