Mute Triathlon

Modifiche nelle date dei campionati italiani: quando riusciremo ad avere un calendario definitvo?

 

Cambio di data per il Campionato italiano di triathlon cross che “torna” al 29 Giugno come da richiesta gare , la sede sarà sempre Montorfano. Viene tolta l’assegnazione del C.I. duathlon no draft al Piacenza Vivo triathlon per la mancata riaffiliazione della stessa e quindi riaperto il bando di concorso per definire chi organizzerà la gara.
Siamo quindi a inizio Gennaio con il calendario che manca ancora di alcuni titoli italiani, per non parlare delle gare di rank, per la gioia delle squadre che devono pianificare la stagione per trasferte ecc, per non parlare degli atleti. Questo “gioco” poi di cambio di date in corsa e di assegnazioni tolte non fa altro che ritardare la stesura del calendario completo e a infrangere l’ennesima promessa elettorale dell’attuale dirigenza che aveva appunto preventivato l’uscita dei calendari dei vari titoli e circuiti in netto anticipo rispetto alle precedenti stagioni, ma la realtà è che arriveremo a fine Gennaio senza avere tutte le date dei titoli tricolori, senza parlare del Grand Prix che ancora non ha le sue date, anche se già si sa che Rimini sarà la prima data, mentre per la finale di Ottobre non ci si aspettano molte sorprese sull’assegnazione della sede.
Tornando alla “questione” della riassegnazione del C.I. di duathlon no draft, la ragione è quasi sicuramente da identificarsi alla perdita di anzianità del Piacenza Triathlon che ha cambiato denominazione, ma se vogliamo mettere i puntini sulle I allora altre gare non hanno l’anzianità richiesta dalla circolare gare eppure hanno ottenuto l’assegnazione di Campionati Italiani o di gare di circuiti vari. La Federazione stessa ha effettuato diversi cambi di programma in corso, sia a livello di regolamento che di date ecc, però sembrerebbe che siamo di fronte a “figli e figliastri” e a “due pesi due misure”.
Pubblichiamo il comunicato stampa dell’ Ex Piacenza Triathlon che mette in risalto come la Federazione abbia agito in maniera poco “elegante” con la società:

Con questo comunicato si vogliono tranquillizzare tutti i sostenitori del Piacenza Triathlon che possono aver letto la news comparsa oggi sul sito Fitri, nella quale viene riaperto il bando dell’assegnazione del titolo Italiano di Duathlon Classico per mancata riaffiliazione della società assegnataria(NOI).Dopo aver inviato tutti gli incartamenti per la nuova società eravamo in attesa di conoscere le decisioni del consiglio in merito all’assegnazione del Titolo, che poteva essere confermata a noi per ovvi motivi di continuità; invece, senza darci nessuna comunicazione, oggi è uscita la news senza considerare che la vecchia società avrebbe di fatto ancora 20 giorni per riaffiliarsi. E’ vero che la società ASD Piacenza Triathlon non si è riaffiliata, ma perchè è nata una nuova Polisportiva che contiene al suo interno tutti i tecnici, dirigenti e atleti della vecchia società con in più l’apertura di altre sezioni all’interno della polisportiva quali running, bici, orienteering e una sezione per il servizio di cronometraggio elettronico. Quindi la società cresce ed è più Viva che mai. L’assegnazione del Titolo Italiano di Duathlon se non sarà confermata a noi sarà solo per un cavillo burocratico, essendo sulla carta una nuova società. Agli addetti del Triathlon non sfuggirà il fatto che l’organizzazione di un buon evento non dipende dalla data di affiliazione sulla carta, ma dalla competenza del direttore di gara e di tutto il suo staff. Credo che la nostra società per questo non abbia bisogno di referenze. Comunque la gara di Duathlon Classico non è una di quelle gare che fanno “cassetta”, ma il percorso di Nibbiano ben si adatta ad un no-draft che troppo spesso è eluso da molti atleti per mancanza di controlli, mentre a Nibbiano il percorso selettivo senza essere troppo impegnativo è ideale per scongiurare scie. Bettini Stefano è ora il Presidente del nuovo sodalizio ed è garante della buona riuscita degli eventi organizzati dalla sezione Triathlon del Piacenza Sport che comunque, tanto per far capire la continuità della cosa, si chiama sempre Piacenza Triathlon Vivo. Spero di aver tolto ogni dubbio a chi ci continua a sostenere.

 

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Modifiche nelle date dei campionati italiani: quando riusciremo ad avere un calendario definitvo?

9th gennaio, 2014

 

Cambio di data per il Campionato italiano di triathlon cross che “torna” al 29 Giugno come da richiesta gare , la sede sarà sempre Montorfano. Viene tolta l’assegnazione del C.I. duathlon no draft al Piacenza Vivo triathlon per la mancata riaffiliazione della stessa e quindi riaperto il bando di concorso per definire chi organizzerà la gara.
Siamo quindi a inizio Gennaio con il calendario che manca ancora di alcuni titoli italiani, per non parlare delle gare di rank, per la gioia delle squadre che devono pianificare la stagione per trasferte ecc, per non parlare degli atleti. Questo “gioco” poi di cambio di date in corsa e di assegnazioni tolte non fa altro che ritardare la stesura del calendario completo e a infrangere l’ennesima promessa elettorale dell’attuale dirigenza che aveva appunto preventivato l’uscita dei calendari dei vari titoli e circuiti in netto anticipo rispetto alle precedenti stagioni, ma la realtà è che arriveremo a fine Gennaio senza avere tutte le date dei titoli tricolori, senza parlare del Grand Prix che ancora non ha le sue date, anche se già si sa che Rimini sarà la prima data, mentre per la finale di Ottobre non ci si aspettano molte sorprese sull’assegnazione della sede.
Tornando alla “questione” della riassegnazione del C.I. di duathlon no draft, la ragione è quasi sicuramente da identificarsi alla perdita di anzianità del Piacenza Triathlon che ha cambiato denominazione, ma se vogliamo mettere i puntini sulle I allora altre gare non hanno l’anzianità richiesta dalla circolare gare eppure hanno ottenuto l’assegnazione di Campionati Italiani o di gare di circuiti vari. La Federazione stessa ha effettuato diversi cambi di programma in corso, sia a livello di regolamento che di date ecc, però sembrerebbe che siamo di fronte a “figli e figliastri” e a “due pesi due misure”.
Pubblichiamo il comunicato stampa dell’ Ex Piacenza Triathlon che mette in risalto come la Federazione abbia agito in maniera poco “elegante” con la società:

Con questo comunicato si vogliono tranquillizzare tutti i sostenitori del Piacenza Triathlon che possono aver letto la news comparsa oggi sul sito Fitri, nella quale viene riaperto il bando dell’assegnazione del titolo Italiano di Duathlon Classico per mancata riaffiliazione della società assegnataria(NOI).Dopo aver inviato tutti gli incartamenti per la nuova società eravamo in attesa di conoscere le decisioni del consiglio in merito all’assegnazione del Titolo, che poteva essere confermata a noi per ovvi motivi di continuità; invece, senza darci nessuna comunicazione, oggi è uscita la news senza considerare che la vecchia società avrebbe di fatto ancora 20 giorni per riaffiliarsi. E’ vero che la società ASD Piacenza Triathlon non si è riaffiliata, ma perchè è nata una nuova Polisportiva che contiene al suo interno tutti i tecnici, dirigenti e atleti della vecchia società con in più l’apertura di altre sezioni all’interno della polisportiva quali running, bici, orienteering e una sezione per il servizio di cronometraggio elettronico. Quindi la società cresce ed è più Viva che mai. L’assegnazione del Titolo Italiano di Duathlon se non sarà confermata a noi sarà solo per un cavillo burocratico, essendo sulla carta una nuova società. Agli addetti del Triathlon non sfuggirà il fatto che l’organizzazione di un buon evento non dipende dalla data di affiliazione sulla carta, ma dalla competenza del direttore di gara e di tutto il suo staff. Credo che la nostra società per questo non abbia bisogno di referenze. Comunque la gara di Duathlon Classico non è una di quelle gare che fanno “cassetta”, ma il percorso di Nibbiano ben si adatta ad un no-draft che troppo spesso è eluso da molti atleti per mancanza di controlli, mentre a Nibbiano il percorso selettivo senza essere troppo impegnativo è ideale per scongiurare scie. Bettini Stefano è ora il Presidente del nuovo sodalizio ed è garante della buona riuscita degli eventi organizzati dalla sezione Triathlon del Piacenza Sport che comunque, tanto per far capire la continuità della cosa, si chiama sempre Piacenza Triathlon Vivo. Spero di aver tolto ogni dubbio a chi ci continua a sostenere.

 

 

By
@novellimarco
backtotop