Mute Triathlon

L’ultima tappa della World Cup non sorride agli azzurri

podio Corea

Si è chiusa oggi la stagione della world cup 2015 con la tappa coreana di Tongyeong.

In campo femminile la gara è vissuta su una fuga in bici a 12 orchestrata dalla Norden, che ha visto il gruppo di testa entrare in T2 con un vantaggio di circa 2 minuti sulle più dirette inseguitrici. Negli ultimi impegnativi 10 km conquista la vittoria la giapponese Sato che ha la meglio della elvetica Annen e della giapponese Takahashi. In gara una sola azzurra, Charlotte Bonin che esce dall’acqua già attardata e continua a perdere terreno anche nelle successive due frazioni chiudendo desolatamente al 30° posto ad oltre 6′ dalla giapponese. Purtroppo l’azzurra è andata oltre il “cut off” , per cui nessun punto portato a casa. Si chiude quindi nel peggiore dei modi la stagione disastrosa della valdostana.

Nella gara maschile invece si presenta in T2 un gruppo di oltre 50 atleti con Facchinetti, Secchiero e Barnaby, ma nei 10 km finali è l’inglese Sharp a portare a casa il gradino più altro del podio, precedendo lo spagnolo Castro Fajardo e l’ “eterno” australiano Atkinson. Lontani gli azzurri con Facchinetti 24° che conquista comunque qualche punto per il rank mondiale , Secchiero 29° e Barnaby 34° . Uccellari si è dovuto ritirare dopo un contatto in bici appena uscito dalla T1.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

L’ultima tappa della World Cup non sorride agli azzurri

24th ottobre, 2015

podio Corea

Si è chiusa oggi la stagione della world cup 2015 con la tappa coreana di Tongyeong.

In campo femminile la gara è vissuta su una fuga in bici a 12 orchestrata dalla Norden, che ha visto il gruppo di testa entrare in T2 con un vantaggio di circa 2 minuti sulle più dirette inseguitrici. Negli ultimi impegnativi 10 km conquista la vittoria la giapponese Sato che ha la meglio della elvetica Annen e della giapponese Takahashi. In gara una sola azzurra, Charlotte Bonin che esce dall’acqua già attardata e continua a perdere terreno anche nelle successive due frazioni chiudendo desolatamente al 30° posto ad oltre 6′ dalla giapponese. Purtroppo l’azzurra è andata oltre il “cut off” , per cui nessun punto portato a casa. Si chiude quindi nel peggiore dei modi la stagione disastrosa della valdostana.

Nella gara maschile invece si presenta in T2 un gruppo di oltre 50 atleti con Facchinetti, Secchiero e Barnaby, ma nei 10 km finali è l’inglese Sharp a portare a casa il gradino più altro del podio, precedendo lo spagnolo Castro Fajardo e l’ “eterno” australiano Atkinson. Lontani gli azzurri con Facchinetti 24° che conquista comunque qualche punto per il rank mondiale , Secchiero 29° e Barnaby 34° . Uccellari si è dovuto ritirare dopo un contatto in bici appena uscito dalla T1.

By
@novellimarco
backtotop