Mute Triathlon

Lisa Norden profeta in patria a Stoccolma

Vincere in casa è sempre un’emozione anche per la medaglia d’argento olimpica Lisa Norden. La svedese ha condotto la gara sin sall’inizio, dettando il ritmo in bici e scaricando quasi subito la compagnia della cilena Riveros.
La frazione di nuoto crea una piccola selezione, con un gruppetto di 7 atlete che cerca la fuga, ma verso la metà della seconda frazione  viene ripreso dalle inseguitrici tirate dalla giovane neo zelandese McIlory. Sempre sotto la spinta della ventenne scappano in 12, tra di loro la nostra Betto, mentre la Mazzetti naviga nelle retrovie a quasi 1′. La fuga va quasi in porto , come per gli uomini le inseguitrici si ricongiungono con le leaders solo in T2. La Norden prende subito il largo, con la sola Riveros che cerca di resisterle, ma cede quasi subito, dietro è la sorprendente olandese Caelers con una gara in progressione a conquistare il 2° posto, davanti alla Riveros, 4° la tedesca Haug che precede l’australiana Densham. Ottimo 9° posto per Alice Betto, mentre Anna Maria Mazzetti (fose alle prese ancora con l’infortunio patito a Londra) non va oltre il 36° posto.

A breve su www.triathlon.org i video e le classifiche delle gare di oggi.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Lisa Norden profeta in patria a Stoccolma

25th agosto, 2012

Vincere in casa è sempre un’emozione anche per la medaglia d’argento olimpica Lisa Norden. La svedese ha condotto la gara sin sall’inizio, dettando il ritmo in bici e scaricando quasi subito la compagnia della cilena Riveros.
La frazione di nuoto crea una piccola selezione, con un gruppetto di 7 atlete che cerca la fuga, ma verso la metà della seconda frazione  viene ripreso dalle inseguitrici tirate dalla giovane neo zelandese McIlory. Sempre sotto la spinta della ventenne scappano in 12, tra di loro la nostra Betto, mentre la Mazzetti naviga nelle retrovie a quasi 1′. La fuga va quasi in porto , come per gli uomini le inseguitrici si ricongiungono con le leaders solo in T2. La Norden prende subito il largo, con la sola Riveros che cerca di resisterle, ma cede quasi subito, dietro è la sorprendente olandese Caelers con una gara in progressione a conquistare il 2° posto, davanti alla Riveros, 4° la tedesca Haug che precede l’australiana Densham. Ottimo 9° posto per Alice Betto, mentre Anna Maria Mazzetti (fose alle prese ancora con l’infortunio patito a Londra) non va oltre il 36° posto.

A breve su www.triathlon.org i video e le classifiche delle gare di oggi.

By
@novellimarco
backtotop