Mute Triathlon

L’esempio di Gregory Barnaby fa scuola

Tutti si ricordano il nobile gesto del giovane Gregory Barnaby (707) nell’ultima edizione del Triathlon di Bardolino quando ha restituito a pochi metri dal traguardo  il secondo posto all’australiano ex Los Tigres Good che poco prima aveva sbaglaito strada. Domenica 25 agosto in Brasile si è corso il 70.3 Brasil che ha visto il brasiliano Igor Amorelli protagonista di un gesto “alla Barnaby”. In testa alla gara c’era Jérémy Jurkiewicz  che a 100m dall’arrivo comincia a festetggiare sicuro della vittoria, guardandosi indietro per ben due volte per controllare che fosse effettivamente solo. Ma quando il leader si trovava a meno di 20m dall’arrivo spunta da dietro a tutta velocità il brasiliano Igor Amorelli che Jurkiewicz non ha visto. Amorelli  accortosi che l’avversario stava festeggiando e non si era accorto di lui, rallenta proprio nel momento in cui sta per tagliare il traguardo e regala la vittoria a Jurkiewicz. Nel dopo gara il brasiliano ha dichiarato che non sarebbe stata una vittoria meritata e che non gli sarebbe piaciuto vincere in quel modo .

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

L’esempio di Gregory Barnaby fa scuola

5th settembre, 2013

Tutti si ricordano il nobile gesto del giovane Gregory Barnaby (707) nell’ultima edizione del Triathlon di Bardolino quando ha restituito a pochi metri dal traguardo  il secondo posto all’australiano ex Los Tigres Good che poco prima aveva sbaglaito strada. Domenica 25 agosto in Brasile si è corso il 70.3 Brasil che ha visto il brasiliano Igor Amorelli protagonista di un gesto “alla Barnaby”. In testa alla gara c’era Jérémy Jurkiewicz  che a 100m dall’arrivo comincia a festetggiare sicuro della vittoria, guardandosi indietro per ben due volte per controllare che fosse effettivamente solo. Ma quando il leader si trovava a meno di 20m dall’arrivo spunta da dietro a tutta velocità il brasiliano Igor Amorelli che Jurkiewicz non ha visto. Amorelli  accortosi che l’avversario stava festeggiando e non si era accorto di lui, rallenta proprio nel momento in cui sta per tagliare il traguardo e regala la vittoria a Jurkiewicz. Nel dopo gara il brasiliano ha dichiarato che non sarebbe stata una vittoria meritata e che non gli sarebbe piaciuto vincere in quel modo .

By
@novellimarco
backtotop