Mute Triathlon

La replica della 47 Anno Domini sul “caso Signorini”

La 47 Anno Domini Triathlon, società organizzatrice dei Campionati Italiani di Lovadina, respinge i denigratori addebiti avanzati dal Presidente della Stradivari in relazione al presunto occultamento di informazioni relative all’incidente incorso all’atleta Signorini in quanto, semplicemente, nessuna richiesta è mai pervenuta dalla Società di Cremona.

Le diffamanti insinuazioni sono ancora più stupefacenti se si considera che il sottoscritto ha ricevuto ripetute telefonate dall’omologo cremonese nei giorni antecedenti la manifestazione per questue, scontistiche, trattamenti di favore, ma nemmeno una telefonata o una email è pervenuta per avere informazioni in relazione all’incidente.

Malgrado le avverse condizioni del tempo, la sicurezza per gli atleti in gara ha rappresentato la priorità della società organizzativa e l’accaduto, seppur spiacevole, deve qualificarsi come un ordinario incidente di gara che non può sminuire il successo organizzativo dell’evento.

La nostra associazione augura una pronta guarigione all’atleta e ribadisce piena collaborazione in ordine alla raccolta di informazioni ritenute utili, stigmatizza però l’utilizzo di un metodo e stile comunicativo calunnioso e disdicevole, di certo non in linea con lo spirito di collaborazione a cui, si immagina, dovrebbero ispirarsi tutte le società affiliate.

Il Presidente della 47 Anno Domini Triathlon
Andrea Tombacco

 

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


  1. nickname on 9 ottobre 2013 at 09:35 said:

    Mi son sempre chiesto come mai non succedevano incidenti con moto che andavano a tutta birra superando atleti in bici e gridando da lontano di non stare in scia ma senza segnare numeri o ammonizioni… Boh.

Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

La replica della 47 Anno Domini sul “caso Signorini”

8th ottobre, 2013

La 47 Anno Domini Triathlon, società organizzatrice dei Campionati Italiani di Lovadina, respinge i denigratori addebiti avanzati dal Presidente della Stradivari in relazione al presunto occultamento di informazioni relative all’incidente incorso all’atleta Signorini in quanto, semplicemente, nessuna richiesta è mai pervenuta dalla Società di Cremona.

Le diffamanti insinuazioni sono ancora più stupefacenti se si considera che il sottoscritto ha ricevuto ripetute telefonate dall’omologo cremonese nei giorni antecedenti la manifestazione per questue, scontistiche, trattamenti di favore, ma nemmeno una telefonata o una email è pervenuta per avere informazioni in relazione all’incidente.

Malgrado le avverse condizioni del tempo, la sicurezza per gli atleti in gara ha rappresentato la priorità della società organizzativa e l’accaduto, seppur spiacevole, deve qualificarsi come un ordinario incidente di gara che non può sminuire il successo organizzativo dell’evento.

La nostra associazione augura una pronta guarigione all’atleta e ribadisce piena collaborazione in ordine alla raccolta di informazioni ritenute utili, stigmatizza però l’utilizzo di un metodo e stile comunicativo calunnioso e disdicevole, di certo non in linea con lo spirito di collaborazione a cui, si immagina, dovrebbero ispirarsi tutte le società affiliate.

Il Presidente della 47 Anno Domini Triathlon
Andrea Tombacco

 

By
@novellimarco
backtotop