Mute Triathlon

La disfatta della staffetta azzurra chiude un Europeo da incubo per l’Italia

Francia campione d'Europa nella mixed relay

Francia campione d’Europa nella mixed relay

Dopo aver fallito nettamente l’obbiettivo minimo prefissato per le gare individuali (top 8 ), anche nella gara a squadre gli atleti azzurri sono naufragati e hanno chiuso con un risultato  mediocre , anche questo nettamente lontano dalle aspettative della vigilia.

La prima selezione la provano in prima frazione Francia e Belgio, con la Michel che rientra sulle concorrenti in testa già nei primi metri della frazione ciclistica, per poi attuare il forcing decisivo portandosi dietro la francese , mentre dientro si forma un gruppetto con Zane per l’Italia. La frazione di corsa vede il Belgio cambiare per primo con la Francia attaccata, mentre alle loro spalle c’è bagarre.

Le Corre cerca di forzare in seconda frazione , ma non riesce a creare grande selezione, soprattutto grazie ad Alarza, che dopo la grandissima prestazione di ieri, chiude una frazione monstre dando il cambio in testa alla sua squadra.

La terza frazione spacca la gara, grazie all’immensa campionessa Nicola Spirig, che si esibisce nel suo solito show sulle due ruote, dando la seconda lezione in due giorni alla giovane campionessa francese Beaugrand, staccandola di ruota dopo essere rientrata sulle altete al comando. Nonostante il tentativo di rimonta della francese , la svizzera inizia l’ultima frazione in testa  , con i transalpini a 8″.

Ultima frazione con un testa a testa fra Svizzera e Francia, che di fatto termina dopo pochi metri fuori dalla T2 , quando Coninx allunga e regala il titolo europeo alla sua nazione. Svizzera d’argento, mentre la medaglia di bronzo va ad un ottimo belgio, protagonista in quasi tutte le fasi della gara.

Male il quartetto azzurro, che alla vigilia puntava ad una top 5 come  obbiettivo minimo , con alcune speranze di medaglia. Già dopo i primi mentri della frazione di corsa della Zane, le speranze azzurre di un buon risultato sono svanite, sono naufragate definitivamente quando a Pozzatti sono stati inflitti 15″ di penalità per uno “scambio di opinioni” con l’atelta russo all’uscita dell’acqua. Il distacco degli azzurri è sempre rimasto intorno a 1’30”, salito a 1’39” a fine gara , con il  deludente 9° posto finale , in un contesto più che abordabile viste le numerosissime assenze di big.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

La disfatta della staffetta azzurra chiude un Europeo da incubo per l’Italia

11th agosto, 2018
Francia campione d'Europa nella mixed relay

Francia campione d’Europa nella mixed relay

Dopo aver fallito nettamente l’obbiettivo minimo prefissato per le gare individuali (top 8 ), anche nella gara a squadre gli atleti azzurri sono naufragati e hanno chiuso con un risultato  mediocre , anche questo nettamente lontano dalle aspettative della vigilia.

La prima selezione la provano in prima frazione Francia e Belgio, con la Michel che rientra sulle concorrenti in testa già nei primi metri della frazione ciclistica, per poi attuare il forcing decisivo portandosi dietro la francese , mentre dientro si forma un gruppetto con Zane per l’Italia. La frazione di corsa vede il Belgio cambiare per primo con la Francia attaccata, mentre alle loro spalle c’è bagarre.

Le Corre cerca di forzare in seconda frazione , ma non riesce a creare grande selezione, soprattutto grazie ad Alarza, che dopo la grandissima prestazione di ieri, chiude una frazione monstre dando il cambio in testa alla sua squadra.

La terza frazione spacca la gara, grazie all’immensa campionessa Nicola Spirig, che si esibisce nel suo solito show sulle due ruote, dando la seconda lezione in due giorni alla giovane campionessa francese Beaugrand, staccandola di ruota dopo essere rientrata sulle altete al comando. Nonostante il tentativo di rimonta della francese , la svizzera inizia l’ultima frazione in testa  , con i transalpini a 8″.

Ultima frazione con un testa a testa fra Svizzera e Francia, che di fatto termina dopo pochi metri fuori dalla T2 , quando Coninx allunga e regala il titolo europeo alla sua nazione. Svizzera d’argento, mentre la medaglia di bronzo va ad un ottimo belgio, protagonista in quasi tutte le fasi della gara.

Male il quartetto azzurro, che alla vigilia puntava ad una top 5 come  obbiettivo minimo , con alcune speranze di medaglia. Già dopo i primi mentri della frazione di corsa della Zane, le speranze azzurre di un buon risultato sono svanite, sono naufragate definitivamente quando a Pozzatti sono stati inflitti 15″ di penalità per uno “scambio di opinioni” con l’atelta russo all’uscita dell’acqua. Il distacco degli azzurri è sempre rimasto intorno a 1’30”, salito a 1’39” a fine gara , con il  deludente 9° posto finale , in un contesto più che abordabile viste le numerosissime assenze di big.

By
@novellimarco
backtotop