Mute Triathlon

La Coppa delle Regioni di Campogalliano chiude la stagione giovanile.

A Campogalliano la Coppa delle Regioni ha chiuso di fatto l’attività giovanile nazionale per quanto riguarda il 2012.
I primi a partire sono stati i maschi con i favori del pronostico per il Lazio, che grazie al gruppo del Minerva Roma poteva schierare almeno 2 formazioni da podio. E’ infatti Salvino a spingere subito sull’acceleratore in acqua, distanziando Foti (Sicilia) , Mosso (Piemonte) Ladisa (Toscana) e un piccolo gruppetto che comunque si ricompatta in bici. Il Piemonte cambia in testa con Sicilia e Lazio a inseguire. Nella seconda frazione sembrerebbe che in due possano prendere il largo, ma l’Emilia Romagna comincia a rimontare e si presenta in ultima frazione in 5° posizione con Veneto, Lazio, Piemonte e Lazio a giocarsi il podio. Si arriva in gruppo agli ultimi 1500m con Chitti (Emilia Romagna) unico Junior del gruppo di testa che fa valere le sue doti da podista (dopo un’ottima frazione in bici) e porta la sua squadra alla vittoria, dietro è Ugazio (Piemonte) a precedere il Lazio con Cattabriga e il Veneto , ma a causa di un errore in zona cambio, la squalidfica del Lazio porta il Veneto sul podio. (vedi foto del podio)

Tra le donne le favorite erano Piemonte e Lombardia. Il nuoto parte fortissimo, con  Marcon (Veneto) che mette tutte in fila ma Piccinelli (Piemonte) è subito dietro, Toscana con Grassi insegue insieme a Lazio con Tamburri , perde un po’ terreno la Lombradia con Zanlungo. E’ proprio la Grassi a dare il cambio in testa a Fincato, dietro Lazio, Emilia Romagna e Piemonte. In seconda frazione  il numero decisivo di Giulia Sforza (Piemonte) che in bici scappa da sola e si presenta sola a dare il cambio a Parodi. Dietro sono 20 i secondi  che distanziano l’ Emila Romagna con Ugolini , vicinissimo il Lazio con la Fioravanti , poi  Toscana con Romano e Lombardia con Olmo. Parodi tiene duro nei primi 200m, ma Olmo comincia a recuperare 25″ circa (era entrata in acqua a 1’40” circa), recupero che procede in bici grazie all’aiuto della Romano. Parodi si presenta all’ultima frazione con un buon margine sul gruppo con Emila Romagna , Lazio e Toscana, ma Lombardia  e Toscana sono oramai vicine. Parodi controlla e porta il Piemonte alla vittoria, a soli 10″ arriva la Lombardia grazie ad uno strepitoso recupero di Olmo, bruciando il Lazio .
L’attività nazionale giovanile va ora in “ferie”, è stato un anno molto lungo (iniziato a inizio Aprile con la Coppa Italia e Campionati Italiani di Duathlon, ancora prima con la Coppa Primavera) e intenso.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

La Coppa delle Regioni di Campogalliano chiude la stagione giovanile.

30th settembre, 2012

A Campogalliano la Coppa delle Regioni ha chiuso di fatto l’attività giovanile nazionale per quanto riguarda il 2012.
I primi a partire sono stati i maschi con i favori del pronostico per il Lazio, che grazie al gruppo del Minerva Roma poteva schierare almeno 2 formazioni da podio. E’ infatti Salvino a spingere subito sull’acceleratore in acqua, distanziando Foti (Sicilia) , Mosso (Piemonte) Ladisa (Toscana) e un piccolo gruppetto che comunque si ricompatta in bici. Il Piemonte cambia in testa con Sicilia e Lazio a inseguire. Nella seconda frazione sembrerebbe che in due possano prendere il largo, ma l’Emilia Romagna comincia a rimontare e si presenta in ultima frazione in 5° posizione con Veneto, Lazio, Piemonte e Lazio a giocarsi il podio. Si arriva in gruppo agli ultimi 1500m con Chitti (Emilia Romagna) unico Junior del gruppo di testa che fa valere le sue doti da podista (dopo un’ottima frazione in bici) e porta la sua squadra alla vittoria, dietro è Ugazio (Piemonte) a precedere il Lazio con Cattabriga e il Veneto , ma a causa di un errore in zona cambio, la squalidfica del Lazio porta il Veneto sul podio. (vedi foto del podio)

Tra le donne le favorite erano Piemonte e Lombardia. Il nuoto parte fortissimo, con  Marcon (Veneto) che mette tutte in fila ma Piccinelli (Piemonte) è subito dietro, Toscana con Grassi insegue insieme a Lazio con Tamburri , perde un po’ terreno la Lombradia con Zanlungo. E’ proprio la Grassi a dare il cambio in testa a Fincato, dietro Lazio, Emilia Romagna e Piemonte. In seconda frazione  il numero decisivo di Giulia Sforza (Piemonte) che in bici scappa da sola e si presenta sola a dare il cambio a Parodi. Dietro sono 20 i secondi  che distanziano l’ Emila Romagna con Ugolini , vicinissimo il Lazio con la Fioravanti , poi  Toscana con Romano e Lombardia con Olmo. Parodi tiene duro nei primi 200m, ma Olmo comincia a recuperare 25″ circa (era entrata in acqua a 1’40” circa), recupero che procede in bici grazie all’aiuto della Romano. Parodi si presenta all’ultima frazione con un buon margine sul gruppo con Emila Romagna , Lazio e Toscana, ma Lombardia  e Toscana sono oramai vicine. Parodi controlla e porta il Piemonte alla vittoria, a soli 10″ arriva la Lombardia grazie ad uno strepitoso recupero di Olmo, bruciando il Lazio .
L’attività nazionale giovanile va ora in “ferie”, è stato un anno molto lungo (iniziato a inizio Aprile con la Coppa Italia e Campionati Italiani di Duathlon, ancora prima con la Coppa Primavera) e intenso.

By
@novellimarco
backtotop