Mute Triathlon

Kitzbuehel regala spettacolo e una conferma: Alistar Brownlee è di un altro pianeta!

Si è corsa Sabato a Kitzbuehel una edizione spettacolare della WCS con una formula che prevedeva percorso durissimi sia per il ciclismo (11.5 di salita con ultimo km con pendenze tra il 18 %e il 22%) che per il podismo.
Che Alistar Brownlee fosse indubbiamente una spanna sopra tutti si sapeva, ma rimaneva il dubbio (sinceramente solo a poche persone) se anche su percorsi dove la frazione ciclistica fosse selettiva il risultato sarebbe stato lo stesso. I pochissimi dubbi sono stati chiariti dopo pochi km della frazione ciclistica quando il fenomeno inglese ha lasciato tutti sul posto senza scattare e ha allungato decisamente sul resto die concorrenti che mano a mano sono diventati piccoli puntini dietro ad Alistar per poi scomparire del tutto alle sue spalle. Lo spagnol Gomez è naufragato sulle ripide ascese austriache, il suo connazionale Mola ha dimostrato che forse è lui la nuova alternativa ai due fratelli inglesi, mentre il sempreverde svizzero Riederer ha dimostrato che quando la bici presenta percorsi impegnativi lui è sempre competitivo. Gli azzurri in gara hanno pagato dazio sul duro percorso ciclistico, con Molinari che era nel primo gruppo ma dopo pochi km si è staccato, mentre Casadei da dietro ha  cercato di limitare i danni. Alla fine Casadei (Fiamme Oro) ha chiuso 34° mentre Giulio Molinari ha chiuso 38°. Da segnalare che per una volta Brownlee non ha fatto realizzare il miglior parziale podistico, concedendosi una simpatica parata finale con i soliti saluti a tutto il pubblico presente sulla finisch line e simulando uno stop and go.
In campo femminile ancora inglesi protagonisti con un’altra dimostrazione di superiorità da parte di un atleta britannico, Jodie Stimpsons (recente vincitrice dell’ultima tappa della Bunderliga) che se ne va in bici per trionfare davanti alla australiana Jackson che precede la tedesca Huag. L’italiana Charlotte Bonin (Fiamme Azzurre) chiude 24°.

RISULTATI

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Kitzbuehel regala spettacolo e una conferma: Alistar Brownlee è di un altro pianeta!

8th luglio, 2013

Si è corsa Sabato a Kitzbuehel una edizione spettacolare della WCS con una formula che prevedeva percorso durissimi sia per il ciclismo (11.5 di salita con ultimo km con pendenze tra il 18 %e il 22%) che per il podismo.
Che Alistar Brownlee fosse indubbiamente una spanna sopra tutti si sapeva, ma rimaneva il dubbio (sinceramente solo a poche persone) se anche su percorsi dove la frazione ciclistica fosse selettiva il risultato sarebbe stato lo stesso. I pochissimi dubbi sono stati chiariti dopo pochi km della frazione ciclistica quando il fenomeno inglese ha lasciato tutti sul posto senza scattare e ha allungato decisamente sul resto die concorrenti che mano a mano sono diventati piccoli puntini dietro ad Alistar per poi scomparire del tutto alle sue spalle. Lo spagnol Gomez è naufragato sulle ripide ascese austriache, il suo connazionale Mola ha dimostrato che forse è lui la nuova alternativa ai due fratelli inglesi, mentre il sempreverde svizzero Riederer ha dimostrato che quando la bici presenta percorsi impegnativi lui è sempre competitivo. Gli azzurri in gara hanno pagato dazio sul duro percorso ciclistico, con Molinari che era nel primo gruppo ma dopo pochi km si è staccato, mentre Casadei da dietro ha  cercato di limitare i danni. Alla fine Casadei (Fiamme Oro) ha chiuso 34° mentre Giulio Molinari ha chiuso 38°. Da segnalare che per una volta Brownlee non ha fatto realizzare il miglior parziale podistico, concedendosi una simpatica parata finale con i soliti saluti a tutto il pubblico presente sulla finisch line e simulando uno stop and go.
In campo femminile ancora inglesi protagonisti con un’altra dimostrazione di superiorità da parte di un atleta britannico, Jodie Stimpsons (recente vincitrice dell’ultima tappa della Bunderliga) che se ne va in bici per trionfare davanti alla australiana Jackson che precede la tedesca Huag. L’italiana Charlotte Bonin (Fiamme Azzurre) chiude 24°.

RISULTATI

By
@novellimarco
backtotop