Mute Triathlon

IRONMAN FRANCE: 13 Ironman con le bolle!

Oxygen a Nizza

28 giugno 2015, per molti ossigenati è una data segnata in rosso nel calendario da tempo, almeno da un anno. Lo scorso luglio infatti è partito il progetto “Tutti con il Pres” in cui si è deciso di accompagnare il presidente OXYGEN, Fabrizio Minarini, in un’impresa difficilissima: conseguire una delle pochissime slot per partecipare ai mondiali di IRONMAN alle Hawaii. Ben 14 ossigenati hanno deciso di accompagnare Fabrizio in questo sogno, sia durante gli allenamenti di un anno intero, sia nei momenti a Nizza. Non importa se l’obiettivo KONA per il momento è rimandato, la squadra ha vissuto un anno magico con lo splendido finale di un weekend in cui i legami si sono ancora di più saldati, si sono create e consolidate nuove amicizie, si è vissuto a pieno uno dei momenti più importanti per un triatleta: l’IRONMAN!

Alla fine sono in 14 gli atleti OXYGEN che hanno partecipato, 2 donne e 11 uomini finisher, ed uno squalificato per un problema di comunicazione con il giudice. In questo post vi portiamo i tempi ufficiali e le parole dei nostri IRONMAN di Nizza.

Partiamo dalle prime due donne OXYGEN a chiudere un IRONMAN:

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Guicharnaud, Rannveig

ISL

13

49

1091

01:05:43

06:24:26

04:45:02

12:25:04

In questo momento Ranna è ancora in giro con la famiglia che l’ha rapita dopo l’IM. I suoi commenti sono stati di felicità per la gara, ma con una piccola delusione per la corsa: e dire che si era risparmiata sul percorso bici. Aspettiamo i tuoi commenti per aggiornare questo articolo, intanto complimenti da tutto l’Oxygen per il tuo primo Ironman corso da grandissima atleta.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Tundo, Silvia Mari Federica

ITA

31

122

2016

01:48:39

07:40:51

04:48:40

14:38:15

Per realizzate la mia piccola prima e grande impresa devo ringraziare: Giorgio x gli insegnamenti tenaci, il mio coach Simone diamantini per aver creduto in me , mia mamma e le amiche Nicoletta , Marisa, Nadia, Rita e Simona per il supporto morale e logistico nell’ organizzazione e gestione dei miei bambini durante la trasferta nizzarda

Continuamo con la classifica OXYGEN maschile:

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Galbally Herrero, Javier

ESP

31

171

179

01:01:47

05:33:50

03:41:29

10:31:18

Cercherò di fare corta questa storia. 15/07/2014, mi iscrivo all’IM france 2015 (in quel momento sembrava una bella idea). 05/01/2015, guidato da Tommi inizio gli allenamenti per l’ironman. 23/01/2015, una macchina decide di non fermarsi a una rotonda mentre io ero in bici e mi investe. Rotula sinistra rotta. Il dottore ride quando gli dico che io ho un IM da fare a fine Giugno. Tommi smette di fare l’allenatore e si mette due mesi a fare lo psicologo. Carmen mi sopporta per un mese e mezzo fermo a casa (credetemi, quello è più difficile che darmi da mangiare). 07/03/2015, riprendo gli allenamenti iniziando da uno stato di forma lamentabile. 28/06/2015, IM France, chiudo in 10h31’18”, posto 179/2700.

Grazie Pres per iniziare questa avventura. Grazie a tutti quelli che in pista mi hanno urlato mentre io giravo come una trottola. Grazie Fede per quei 6km. Grazie Ste per spingermi a battere il tuo record, che ancora rimane. Grazie Andreas dei giri in bici. Grazie Max dei giri di Ranco.

Grazie a tutti gli altri oxy-ironman. Grazie Carmen. Grazie Tommi per crederci sempre e per farmi prendere quel cazzo di ultimo braccialetto.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Dioguardi Burgio, Massimo

ITA

49

269

278

01:01:17

05:47:26

03:49:04

10:47:16

Prima esperienza sulla distanza Ironman vissuta con il giusto mix di rispetto e dedizione, voglia di esagerare e paura di fallire. Ma come affrontare una gara così impegnativa? Da solo o con un coach professionista? La mia scelta è stata quella di affidarmi a Norberto Broggini, un amico prima che un fortissimo compagno di squadra che ha voluto scommettere su di me in una distanza a lui sconosciuta. Risultato? 6 mesi di allenamenti, disciplina e motivazione, allenamenti insieme e tanti momenti di solitudine. Ciò che ricordo con maggiore affetto sono i momenti duri in cui credevo di cedere: dalle prime influenze che mi hanno messo KO per un mese e non mi hanno permesso di chiudere le prime gare di stagione propedeutiche alla preparazione, alla prova percorso bike Nizza di aprile che mi ha letteralmente distrutto e annientato. Per finire con maggio, mese di massimo carico, in cui non riuscivo a finire gli allenamenti e ho anche pensato di rendere la mia bici un bel mobile per casa. Per fortuna anche in quei momenti ho avuto accanto persone magnifiche: Sara in primis che mi ha sostenuto sempre spingendomi a non mollare, Norberto che è riuscito a frenare le mie smanie di “fare di più” iniziali e voglia di “fare di meno” finali, introducendo addirittura il giorno di riposo settimanale, sconosciuto fino all’anno prima. Fabrizio, Javier, Mario, Caraffini, Gaze e ovviamente il mitico mastro Tommaso, oltre agli altri compagni, sono stati amici presenti per ogni consiglio e momento insieme fino ad un inaspettato Giovanni Vanini che è riuscito a farmi cambiare punto di vista su un mio punto debole, il nuoto.

Andiamo ai numeri: in 6 mesi di allenamenti ho nuotato per 240km pedalato per 5200km e corso 1200km per un totale di 240h di allenamenti, molti dei quali con sveglia alle 5 del mattino. L’obiettivo non era ben definito, almeno fino a maggio quando con Norberto per la prima volta abbiamo ipotizzato un tempo finale fattibile “11h”, anche se sapevamo che in una gara così lunga nulla è certo e tutto può accadere. Risultato finale 10h47’16” nonostante pugni in faccia in mare, richiami dei giudici in bici e la tanto attesa crisi in maratona superata grazie ai calcoli di Norberto, alle parole di Tommaso, al consiglio di Ranna sulla coca-cola e alle grida di incitamento di Sara, mamma e zia oltre che della squadra al completo.

Rifarei tutto? Assolutamente si, con un’unica modifica: dare un bacio a Sara sul tappeto dell’arrivo. Scusa amore mio, ma dovevo far finire quell’incubo prima possibile.

Minarini, Fabrizio

ITA

16

302

315

00:58:14

05:35:58

04:06:52

10:54:16

Edizione imperdibile dell’Ironman di Nizza tante aspettative e soprattutto tanti Ossigenati/e presenti alla partenza e a bordo gara per il tifo, già qui possiamo dire di avere vinto la scommessa partita un anno fa! Per quanto riguarda la mia gara che dire, non ho raggiunto l’obbiettivo della qualifica e neanche quello di fare una bella gara, fino alla fine della frazione in bici era ancora fattibile, 2ndo dopo il nuoto e 6to dopo la bici nonostante le due penalità di 5’ (come sapete ingiuste). poi nella corsa qualcosa non ha funzionato, il caldo e un calo di tensione mi hanno fatto andare via di testa e dopo 2 decenti giri iniziali ho ritrovato la corsa solo negli ultimi 5km. Peccato, ma anche questo è l IRONMAN non sei sicuro di niente finchè non tagli il traguardo. Resta il calore dei miei compagni di squadra e quello dei nostri unici e magnifici tifosi e del bel dopo gara passato insieme, voglia di riprovarci? ancora non so ma qualcosa di certo brucia dentro….

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Comotti, Simone

ITA

91

385

399

01:12:53

05:57:03

03:47:12

11:07:14

Gara dura ed emozionante, vissuta con testa e corpo dal primo all’ultimo metro con il supporto e l’affetto della mia fan n.1 Alessandra… che mi sopporta anche per tutto il tempo in cui mi alleno, fondamentali le incitazioni e le urla del fan club dell’affiatatissima squadra Oxygen triathlon! Grazie a tutti

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Minarini, Enrico

ITA

96

715

742

01:03:50

05:57:20

04:34:54

11:46:41

Primo Ironman, tanti mesi di preparazione e sacrifici dove bisognava combinare gli impegni di famiglia (2 figli piccoli, Giulia 8 e Gabriele 4 anni), le responsabilità di un lavoro che mi porta a viaggiare in tutto il mondo in modo frequente e quella voglia matta di gareggiare in un IRONMAN e cercare di chiuderlo nel miglior modo possibile… 11h45minuti di pura fatica, emozione, gioia e quella medaglia di FINISHER che nessuno mi potrà mai togliere dal collo. Un grazie speciale va a mia moglie, Chiara, che per tutta la preparazione mi è stata vicina e mi ha aiutato a non farmi pesare le numerose ore di allenamento che ho sottratto a lei e ai miei figli e soprattutto mi ha consigliato nell’alimentazione e tenuto sotto controllo per avere sempre una forma fisica eccellente. Un abbraccio affettuoso ai miei 13 compagni di Team che hanno condiviso questa gara e i giorni passati a Nizza che rimarranno indelebili nella mia memoria, al Presidente Fabrizio che mi ha sempre dato tantissimi consigli e spronato a dare sempre il meglio di me in ogni allenamento e poi a tutto l’Oxygen club che non ha mai smesso di incoraggiare i 14 ossigenati nella loro missione di IRONMAN.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Farsetti, Mario

ITA

19

828

861

01:09:26

06:02:57

04:31:54

11:57:40

No comment.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Caligara, Lorenzo

ITA

236

938

979

01:03:04

06:55:18

03:58:48

12:11:45

“Non sono venuto a Nizza per gustarmi una insalata nizzarda, io sono di palato fino e mi sono orientato sull’ IromMan. Giornata fantastica, tutto è andato per il meglio, il nuoto uno spasso, il percorso in bici tosto ma incantevole, la corsa
dura si, ma tra due ali di folla che ti facevano letteralmente volare urlando il tuo nome! Emozioni a go-go e finale epico da film. Un ricordo indelebile, felice di esserci stato!”

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Acquaderni, Marco

ITA

108

968

1010

01:05:14

06:24:37

04:31:27

12:15:16

L’Ironman è sempre l’Ironman, non importa che sia già il secondo. Te lo immagini, ti prepari per giorni, prima in bici e poi di corsa al parco, senza dimenticare la tappa obbligata in piscina ma poi l’atmosfera di quel giorno, con la cuffia azzurra pronti per il via, ti travolge e quindi l’IronMan lo vivi, lo soffri e lo finisci! Grazie a tutti i compagni di squadra e al support team per esserci stati. Un grazie speciale alla Patty e al mio IronBaby Gio!

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Pitzolu, Daniele

ITA

256

1036

1083

01:15:38

06:58:25

03:55:15

12:23:13

Domenica 28 giugno 2015, Nizza, ore 6:29:59 calma piatta. Poi in un secondo si scatena l’inferno. Un branco di tonni si catapulta in mare e iniziano a volare schiaffi. Mi faccio strada in una selva di braccia e gambe e guadagno il primo giro di boa. Magari adesso si calmano… mmmhhh… no. Avanti così per 3.8 Km, e alla fine sono contento di riemergere dai flutti con la mia ora e 15 minuti. Via con la bici, la parte divertente. Le gambe girano, la folla acclama e i panorami sono mozzafiato. Rivedo circa 400 fondoschiena che avevo lasciato al palo nella frazione di nuoto, e che adesso arrampicano agili laddove io tengo i miei onesti 12 km/h (tanto poi vi riprendo…). La seconda metà della discesa la faccio senza freno anteriore, vittima di una spruzzata di gel che mi ha ricoperto mezza bici e mi ha aromatizzato i polpacci al sapore di frutti di bosco. Mi diverto di brutto e arrivo in T2 bello fresco (davvero???) e con le gambe agili, tant’è che Tommy mi rincorre per avvisarmi che stò “forse” andando un po’ troppo veloce (4:15) per finire una maratona come quella. Grazie infinite per avermi salvato la vita Tommy!!! Il percorso di corsa è disseminato di cadaveri, che spuntano come funghi soprattutto dopo la mezza maratona. Evito di unirmi alla schiera dei decessi solamente sfruttando tutti i ristori (nessuno escluso) per bere e riposare un po’, ma il tempo stringe. La soglia delle 4 ore è vicina e si fa sempre più minacciosa. Al primo giro passo Mario (anche questa volta mi ha dato una bella pettinata!!!) che però è già al secondo. A mia volta svernicio diverse decine di atleti (avete visto che vi ho ripresi, voi cari ciclisti?) e all’ultimo giro, quando oramai sono arrivato al lumicino, incontro anche Kanu e Mattia. soffrono ma non mollano, gli uomini di ferro!!! Due parole di incitamento (più di due non ce la faccio davvero) e poi allungo un po’ perchè le 4 ore sono quasi terminate. Non posso e non devo arrivare tardi! Al quarantesimo svernicio anche Ranna (distrutta ma oramai alla fine anche lei) e mi dirigo a passo (quasi) spedito verso la finish line. Di braccialetti colorati oramai ne ho a sufficienza per entrare a far parte dell’olimpo dei finisher. Procedo per gli ultimi metri dando il 5 a diversi sconosciuti che mi acclamano dagli spalti, e taglio il traguardo in 12h23m. Una lacrimuccia cerca di farsi strada, ma anche lei è troppo stanca. Procedo verso il meritato ristoro e trovo gli altri compagni di avventura che se la stanno raccontando. Beh ragazzi, anche questa è fatta!!! Tanta fatica, tanta sofferenza, tanta emozione :)

Grazie di cuore a tutti quanti per avermi permesso di arrivare fino a qui. Ci si rivede il prossimo anno (e speriamo che faccia un po’ più fresco!!!)

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Linge, Jens

DEU

410

1696

1798

01:18:21

07:08:45

05:01:13

13:53:06

It was my first ironman race and my second long distance triathlon after the Challenge Rimini in May. The swim in the sea was beautiful just after sunrise.
Although I knew the bike ride from our oxygen trip in April, it was much more appealing with beautiful weather. Altogether, a great experience! I would like to thank the whole club for all the technical and morale support and the advice on training and nutrition. As a newcomer, the bike trial ride in April was especially important for me as I knew what to expect at Col d’Ecre and Côte de St. Pons. Special thanks to Fabrizio whose email made me sign up for the ironman in 2 min without thinking it through (as the website carges your credit card immediately, there is no turning back), Alberto for pushing me to buy a bike (it arrived just in time!), Martin for the excellent company on the long training rides around lago maggiore and to Alpe di Neggia and, last but not least, my wife who didn’t see much of me during the weekends

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Dal Ferro, Mattia

ITA

175

1824

1935

01:19:11

06:53:10

05:40:47

14:18:48

Tempo 14h 18m. Primo Ironman. È stata un’esperienza fantastica, peccato per una maratona “corsa”male che non mi soddisfa a pieno.
Ringrazio chi era li con me a soffrire e ai tifosi oxy, che pur non conoscendomi mi hanno sostenuto tantissimo. Grazie davvero.

Ci vediamo presto per la festa IRONMAN!

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

IRONMAN FRANCE: 13 Ironman con le bolle!

7th luglio, 2015

Oxygen a Nizza

28 giugno 2015, per molti ossigenati è una data segnata in rosso nel calendario da tempo, almeno da un anno. Lo scorso luglio infatti è partito il progetto “Tutti con il Pres” in cui si è deciso di accompagnare il presidente OXYGEN, Fabrizio Minarini, in un’impresa difficilissima: conseguire una delle pochissime slot per partecipare ai mondiali di IRONMAN alle Hawaii. Ben 14 ossigenati hanno deciso di accompagnare Fabrizio in questo sogno, sia durante gli allenamenti di un anno intero, sia nei momenti a Nizza. Non importa se l’obiettivo KONA per il momento è rimandato, la squadra ha vissuto un anno magico con lo splendido finale di un weekend in cui i legami si sono ancora di più saldati, si sono create e consolidate nuove amicizie, si è vissuto a pieno uno dei momenti più importanti per un triatleta: l’IRONMAN!

Alla fine sono in 14 gli atleti OXYGEN che hanno partecipato, 2 donne e 11 uomini finisher, ed uno squalificato per un problema di comunicazione con il giudice. In questo post vi portiamo i tempi ufficiali e le parole dei nostri IRONMAN di Nizza.

Partiamo dalle prime due donne OXYGEN a chiudere un IRONMAN:

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Guicharnaud, Rannveig

ISL

13

49

1091

01:05:43

06:24:26

04:45:02

12:25:04

In questo momento Ranna è ancora in giro con la famiglia che l’ha rapita dopo l’IM. I suoi commenti sono stati di felicità per la gara, ma con una piccola delusione per la corsa: e dire che si era risparmiata sul percorso bici. Aspettiamo i tuoi commenti per aggiornare questo articolo, intanto complimenti da tutto l’Oxygen per il tuo primo Ironman corso da grandissima atleta.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Tundo, Silvia Mari Federica

ITA

31

122

2016

01:48:39

07:40:51

04:48:40

14:38:15

Per realizzate la mia piccola prima e grande impresa devo ringraziare: Giorgio x gli insegnamenti tenaci, il mio coach Simone diamantini per aver creduto in me , mia mamma e le amiche Nicoletta , Marisa, Nadia, Rita e Simona per il supporto morale e logistico nell’ organizzazione e gestione dei miei bambini durante la trasferta nizzarda

Continuamo con la classifica OXYGEN maschile:

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Galbally Herrero, Javier

ESP

31

171

179

01:01:47

05:33:50

03:41:29

10:31:18

Cercherò di fare corta questa storia. 15/07/2014, mi iscrivo all’IM france 2015 (in quel momento sembrava una bella idea). 05/01/2015, guidato da Tommi inizio gli allenamenti per l’ironman. 23/01/2015, una macchina decide di non fermarsi a una rotonda mentre io ero in bici e mi investe. Rotula sinistra rotta. Il dottore ride quando gli dico che io ho un IM da fare a fine Giugno. Tommi smette di fare l’allenatore e si mette due mesi a fare lo psicologo. Carmen mi sopporta per un mese e mezzo fermo a casa (credetemi, quello è più difficile che darmi da mangiare). 07/03/2015, riprendo gli allenamenti iniziando da uno stato di forma lamentabile. 28/06/2015, IM France, chiudo in 10h31’18”, posto 179/2700.

Grazie Pres per iniziare questa avventura. Grazie a tutti quelli che in pista mi hanno urlato mentre io giravo come una trottola. Grazie Fede per quei 6km. Grazie Ste per spingermi a battere il tuo record, che ancora rimane. Grazie Andreas dei giri in bici. Grazie Max dei giri di Ranco.

Grazie a tutti gli altri oxy-ironman. Grazie Carmen. Grazie Tommi per crederci sempre e per farmi prendere quel cazzo di ultimo braccialetto.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Dioguardi Burgio, Massimo

ITA

49

269

278

01:01:17

05:47:26

03:49:04

10:47:16

Prima esperienza sulla distanza Ironman vissuta con il giusto mix di rispetto e dedizione, voglia di esagerare e paura di fallire. Ma come affrontare una gara così impegnativa? Da solo o con un coach professionista? La mia scelta è stata quella di affidarmi a Norberto Broggini, un amico prima che un fortissimo compagno di squadra che ha voluto scommettere su di me in una distanza a lui sconosciuta. Risultato? 6 mesi di allenamenti, disciplina e motivazione, allenamenti insieme e tanti momenti di solitudine. Ciò che ricordo con maggiore affetto sono i momenti duri in cui credevo di cedere: dalle prime influenze che mi hanno messo KO per un mese e non mi hanno permesso di chiudere le prime gare di stagione propedeutiche alla preparazione, alla prova percorso bike Nizza di aprile che mi ha letteralmente distrutto e annientato. Per finire con maggio, mese di massimo carico, in cui non riuscivo a finire gli allenamenti e ho anche pensato di rendere la mia bici un bel mobile per casa. Per fortuna anche in quei momenti ho avuto accanto persone magnifiche: Sara in primis che mi ha sostenuto sempre spingendomi a non mollare, Norberto che è riuscito a frenare le mie smanie di “fare di più” iniziali e voglia di “fare di meno” finali, introducendo addirittura il giorno di riposo settimanale, sconosciuto fino all’anno prima. Fabrizio, Javier, Mario, Caraffini, Gaze e ovviamente il mitico mastro Tommaso, oltre agli altri compagni, sono stati amici presenti per ogni consiglio e momento insieme fino ad un inaspettato Giovanni Vanini che è riuscito a farmi cambiare punto di vista su un mio punto debole, il nuoto.

Andiamo ai numeri: in 6 mesi di allenamenti ho nuotato per 240km pedalato per 5200km e corso 1200km per un totale di 240h di allenamenti, molti dei quali con sveglia alle 5 del mattino. L’obiettivo non era ben definito, almeno fino a maggio quando con Norberto per la prima volta abbiamo ipotizzato un tempo finale fattibile “11h”, anche se sapevamo che in una gara così lunga nulla è certo e tutto può accadere. Risultato finale 10h47’16” nonostante pugni in faccia in mare, richiami dei giudici in bici e la tanto attesa crisi in maratona superata grazie ai calcoli di Norberto, alle parole di Tommaso, al consiglio di Ranna sulla coca-cola e alle grida di incitamento di Sara, mamma e zia oltre che della squadra al completo.

Rifarei tutto? Assolutamente si, con un’unica modifica: dare un bacio a Sara sul tappeto dell’arrivo. Scusa amore mio, ma dovevo far finire quell’incubo prima possibile.

Minarini, Fabrizio

ITA

16

302

315

00:58:14

05:35:58

04:06:52

10:54:16

Edizione imperdibile dell’Ironman di Nizza tante aspettative e soprattutto tanti Ossigenati/e presenti alla partenza e a bordo gara per il tifo, già qui possiamo dire di avere vinto la scommessa partita un anno fa! Per quanto riguarda la mia gara che dire, non ho raggiunto l’obbiettivo della qualifica e neanche quello di fare una bella gara, fino alla fine della frazione in bici era ancora fattibile, 2ndo dopo il nuoto e 6to dopo la bici nonostante le due penalità di 5’ (come sapete ingiuste). poi nella corsa qualcosa non ha funzionato, il caldo e un calo di tensione mi hanno fatto andare via di testa e dopo 2 decenti giri iniziali ho ritrovato la corsa solo negli ultimi 5km. Peccato, ma anche questo è l IRONMAN non sei sicuro di niente finchè non tagli il traguardo. Resta il calore dei miei compagni di squadra e quello dei nostri unici e magnifici tifosi e del bel dopo gara passato insieme, voglia di riprovarci? ancora non so ma qualcosa di certo brucia dentro….

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Comotti, Simone

ITA

91

385

399

01:12:53

05:57:03

03:47:12

11:07:14

Gara dura ed emozionante, vissuta con testa e corpo dal primo all’ultimo metro con il supporto e l’affetto della mia fan n.1 Alessandra… che mi sopporta anche per tutto il tempo in cui mi alleno, fondamentali le incitazioni e le urla del fan club dell’affiatatissima squadra Oxygen triathlon! Grazie a tutti

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Minarini, Enrico

ITA

96

715

742

01:03:50

05:57:20

04:34:54

11:46:41

Primo Ironman, tanti mesi di preparazione e sacrifici dove bisognava combinare gli impegni di famiglia (2 figli piccoli, Giulia 8 e Gabriele 4 anni), le responsabilità di un lavoro che mi porta a viaggiare in tutto il mondo in modo frequente e quella voglia matta di gareggiare in un IRONMAN e cercare di chiuderlo nel miglior modo possibile… 11h45minuti di pura fatica, emozione, gioia e quella medaglia di FINISHER che nessuno mi potrà mai togliere dal collo. Un grazie speciale va a mia moglie, Chiara, che per tutta la preparazione mi è stata vicina e mi ha aiutato a non farmi pesare le numerose ore di allenamento che ho sottratto a lei e ai miei figli e soprattutto mi ha consigliato nell’alimentazione e tenuto sotto controllo per avere sempre una forma fisica eccellente. Un abbraccio affettuoso ai miei 13 compagni di Team che hanno condiviso questa gara e i giorni passati a Nizza che rimarranno indelebili nella mia memoria, al Presidente Fabrizio che mi ha sempre dato tantissimi consigli e spronato a dare sempre il meglio di me in ogni allenamento e poi a tutto l’Oxygen club che non ha mai smesso di incoraggiare i 14 ossigenati nella loro missione di IRONMAN.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Farsetti, Mario

ITA

19

828

861

01:09:26

06:02:57

04:31:54

11:57:40

No comment.

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Caligara, Lorenzo

ITA

236

938

979

01:03:04

06:55:18

03:58:48

12:11:45

“Non sono venuto a Nizza per gustarmi una insalata nizzarda, io sono di palato fino e mi sono orientato sull’ IromMan. Giornata fantastica, tutto è andato per il meglio, il nuoto uno spasso, il percorso in bici tosto ma incantevole, la corsa
dura si, ma tra due ali di folla che ti facevano letteralmente volare urlando il tuo nome! Emozioni a go-go e finale epico da film. Un ricordo indelebile, felice di esserci stato!”

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Acquaderni, Marco

ITA

108

968

1010

01:05:14

06:24:37

04:31:27

12:15:16

L’Ironman è sempre l’Ironman, non importa che sia già il secondo. Te lo immagini, ti prepari per giorni, prima in bici e poi di corsa al parco, senza dimenticare la tappa obbligata in piscina ma poi l’atmosfera di quel giorno, con la cuffia azzurra pronti per il via, ti travolge e quindi l’IronMan lo vivi, lo soffri e lo finisci! Grazie a tutti i compagni di squadra e al support team per esserci stati. Un grazie speciale alla Patty e al mio IronBaby Gio!

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Pitzolu, Daniele

ITA

256

1036

1083

01:15:38

06:58:25

03:55:15

12:23:13

Domenica 28 giugno 2015, Nizza, ore 6:29:59 calma piatta. Poi in un secondo si scatena l’inferno. Un branco di tonni si catapulta in mare e iniziano a volare schiaffi. Mi faccio strada in una selva di braccia e gambe e guadagno il primo giro di boa. Magari adesso si calmano… mmmhhh… no. Avanti così per 3.8 Km, e alla fine sono contento di riemergere dai flutti con la mia ora e 15 minuti. Via con la bici, la parte divertente. Le gambe girano, la folla acclama e i panorami sono mozzafiato. Rivedo circa 400 fondoschiena che avevo lasciato al palo nella frazione di nuoto, e che adesso arrampicano agili laddove io tengo i miei onesti 12 km/h (tanto poi vi riprendo…). La seconda metà della discesa la faccio senza freno anteriore, vittima di una spruzzata di gel che mi ha ricoperto mezza bici e mi ha aromatizzato i polpacci al sapore di frutti di bosco. Mi diverto di brutto e arrivo in T2 bello fresco (davvero???) e con le gambe agili, tant’è che Tommy mi rincorre per avvisarmi che stò “forse” andando un po’ troppo veloce (4:15) per finire una maratona come quella. Grazie infinite per avermi salvato la vita Tommy!!! Il percorso di corsa è disseminato di cadaveri, che spuntano come funghi soprattutto dopo la mezza maratona. Evito di unirmi alla schiera dei decessi solamente sfruttando tutti i ristori (nessuno escluso) per bere e riposare un po’, ma il tempo stringe. La soglia delle 4 ore è vicina e si fa sempre più minacciosa. Al primo giro passo Mario (anche questa volta mi ha dato una bella pettinata!!!) che però è già al secondo. A mia volta svernicio diverse decine di atleti (avete visto che vi ho ripresi, voi cari ciclisti?) e all’ultimo giro, quando oramai sono arrivato al lumicino, incontro anche Kanu e Mattia. soffrono ma non mollano, gli uomini di ferro!!! Due parole di incitamento (più di due non ce la faccio davvero) e poi allungo un po’ perchè le 4 ore sono quasi terminate. Non posso e non devo arrivare tardi! Al quarantesimo svernicio anche Ranna (distrutta ma oramai alla fine anche lei) e mi dirigo a passo (quasi) spedito verso la finish line. Di braccialetti colorati oramai ne ho a sufficienza per entrare a far parte dell’olimpo dei finisher. Procedo per gli ultimi metri dando il 5 a diversi sconosciuti che mi acclamano dagli spalti, e taglio il traguardo in 12h23m. Una lacrimuccia cerca di farsi strada, ma anche lei è troppo stanca. Procedo verso il meritato ristoro e trovo gli altri compagni di avventura che se la stanno raccontando. Beh ragazzi, anche questa è fatta!!! Tanta fatica, tanta sofferenza, tanta emozione :)

Grazie di cuore a tutti quanti per avermi permesso di arrivare fino a qui. Ci si rivede il prossimo anno (e speriamo che faccia un po’ più fresco!!!)

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Linge, Jens

DEU

410

1696

1798

01:18:21

07:08:45

05:01:13

13:53:06

It was my first ironman race and my second long distance triathlon after the Challenge Rimini in May. The swim in the sea was beautiful just after sunrise.
Although I knew the bike ride from our oxygen trip in April, it was much more appealing with beautiful weather. Altogether, a great experience! I would like to thank the whole club for all the technical and morale support and the advice on training and nutrition. As a newcomer, the bike trial ride in April was especially important for me as I knew what to expect at Col d’Ecre and Côte de St. Pons. Special thanks to Fabrizio whose email made me sign up for the ironman in 2 min without thinking it through (as the website carges your credit card immediately, there is no turning back), Alberto for pushing me to buy a bike (it arrived just in time!), Martin for the excellent company on the long training rides around lago maggiore and to Alpe di Neggia and, last but not least, my wife who didn’t see much of me during the weekends

Name

Country

Div Rank

Gender Rank

Overall Rank

Swim

Bike

Run

Finish

Dal Ferro, Mattia

ITA

175

1824

1935

01:19:11

06:53:10

05:40:47

14:18:48

Tempo 14h 18m. Primo Ironman. È stata un’esperienza fantastica, peccato per una maratona “corsa”male che non mi soddisfa a pieno.
Ringrazio chi era li con me a soffrire e ai tifosi oxy, che pur non conoscendomi mi hanno sostenuto tantissimo. Grazie davvero.

Ci vediamo presto per la festa IRONMAN!

By
@novellimarco
backtotop