Mute Triathlon

Il Memorial Laurent Vidal in Francia

                        Memorial Laurent Vidal

Si è corsa in Francia una gara in memoria di Laurent Vidal, il famoso e amato triatleta francese scomparso 2 anni fa a causa di un malore. Stefano Spina era presente e ci ha inviato un piccolo resoconto della manifestazione:

 Sul grande schermo dietro il palco dell’animazione davanti alla spiaggia principale di Sète scorrono le immagini di Laurent Vidal, scomparso prematuramente solo due anni prima: il fratello maggiore fa il dj scaldando l’atmosfera, il papà è il direttore di corsa, ed in una giornata ventosissima ( siamo nel Languedoc, patria dei kite-surfers ed un motivo ci sarà pure…) sono 400 i partenti al triathlon sprint disputatosi il 28 aprile per commemorarlo. Oltre ad alcuni dei più forti triatleti attuali del panorama francese ( in un week end in cui però Coninx, Le Corre e Luis erano a Bermuda per la wts) sono soprattutto i suoi “amici” degli anni delle olimpiadi a cui prese parte ( Pechino, Londra) ad avere risposto presente all’invito lanciato dalla conterranea ed ex campionessa di Francia Nathalie Daumas; l’elenco è impressionante: Cedric Fleureton ( ex vice campione europeo di olimpico 2005 e 2006, 3° ai mondiali di corsa Trail in Italia nel 2017), David Hauss 4° all’olimpiade di Londra 2016, Sèbastien Berlier campione del mondo junior a Cleveland 1996 e terzo ai mondiali di lungo del 2007, Francois Chabaud, Patrick Girard, Delphine Py, Christophe Hamard, Franck Bignet; alcuni, infortunati hanno fatto delle frazioni in squadre a staffetta come Tony Moulai, Jessica Harrison e Carole Peon, altri erano solo spettatori come Pierre Dorez, Stephanie Gros e Pierre Houseaux. Le foto sul podio del loro gruppo, e le loro parole prima della premiazione che avrebbe sancito il trionfo di Aurelien Raphael ed Emmie Charayron resteranno come un bel momento di una giornata soleggiata ma ventosa e certo non calda con un nuoto in un acqua a 14,7° che obbligherà ad esempio Franck Bignet a nuotare ( parole sue) metà frazione a dorso perché aveva la respirazione bloccata dal freddo. Per i top del passato la sfida è stata vinta da David Hauss, 11° assoluto che a piedi ha staccato Cedric Fleureton ( 14°) Qualcuno scorrendo l’ordine d’arrivo ha visto in quei nomi un antipasto di quella gara delle leggende che si sarebbe dovuta disputare ad agosto 2018 e che forse è solo rimandata al triathlon di sète 2020.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Il Memorial Laurent Vidal in Francia

2nd maggio, 2019

                        Memorial Laurent Vidal

Si è corsa in Francia una gara in memoria di Laurent Vidal, il famoso e amato triatleta francese scomparso 2 anni fa a causa di un malore. Stefano Spina era presente e ci ha inviato un piccolo resoconto della manifestazione:

 Sul grande schermo dietro il palco dell’animazione davanti alla spiaggia principale di Sète scorrono le immagini di Laurent Vidal, scomparso prematuramente solo due anni prima: il fratello maggiore fa il dj scaldando l’atmosfera, il papà è il direttore di corsa, ed in una giornata ventosissima ( siamo nel Languedoc, patria dei kite-surfers ed un motivo ci sarà pure…) sono 400 i partenti al triathlon sprint disputatosi il 28 aprile per commemorarlo. Oltre ad alcuni dei più forti triatleti attuali del panorama francese ( in un week end in cui però Coninx, Le Corre e Luis erano a Bermuda per la wts) sono soprattutto i suoi “amici” degli anni delle olimpiadi a cui prese parte ( Pechino, Londra) ad avere risposto presente all’invito lanciato dalla conterranea ed ex campionessa di Francia Nathalie Daumas; l’elenco è impressionante: Cedric Fleureton ( ex vice campione europeo di olimpico 2005 e 2006, 3° ai mondiali di corsa Trail in Italia nel 2017), David Hauss 4° all’olimpiade di Londra 2016, Sèbastien Berlier campione del mondo junior a Cleveland 1996 e terzo ai mondiali di lungo del 2007, Francois Chabaud, Patrick Girard, Delphine Py, Christophe Hamard, Franck Bignet; alcuni, infortunati hanno fatto delle frazioni in squadre a staffetta come Tony Moulai, Jessica Harrison e Carole Peon, altri erano solo spettatori come Pierre Dorez, Stephanie Gros e Pierre Houseaux. Le foto sul podio del loro gruppo, e le loro parole prima della premiazione che avrebbe sancito il trionfo di Aurelien Raphael ed Emmie Charayron resteranno come un bel momento di una giornata soleggiata ma ventosa e certo non calda con un nuoto in un acqua a 14,7° che obbligherà ad esempio Franck Bignet a nuotare ( parole sue) metà frazione a dorso perché aveva la respirazione bloccata dal freddo. Per i top del passato la sfida è stata vinta da David Hauss, 11° assoluto che a piedi ha staccato Cedric Fleureton ( 14°) Qualcuno scorrendo l’ordine d’arrivo ha visto in quei nomi un antipasto di quella gara delle leggende che si sarebbe dovuta disputare ad agosto 2018 e che forse è solo rimandata al triathlon di sète 2020.

By
@novellimarco
backtotop