Mute Triathlon

Il caso doping De Stales: si è trattato di semplice negligenza

  Caso De Stales: si è trattata di semplice negligenza

Nel Settembre dello scorso anno l’atleta della A3 Triathlon Andrea De Stales era risultato positivo ad un controllo antidoping in occasione dell’ Irondelta di Lido delle Nazioni. Successivamente l’atleta è stato squalificato per 4 mesi, sino a Dicembre 2018. A distanza di qualche mese sono emerse le motivazioni della sentenza, in particolare si sono chiarite le dinamiche che hanno portato alla positività, che è stata frutto di una negligenza . L’atleta infatti, il giorno precedente alla manifestazione, a seguito di una importante reazione allergica, è dovuto ricorrere alle cure in pronto soccorso, durante le quali gli è stato somministrato del Bentelan, il farmaco che ha poi portato alla sua positività. Ad avvalorare la tesi di De Stales, oltre naturalmente al referto del pronto soccorso, anche le analisi del sangue effettuate all’ingresso del pronto soccorso, che hanno dimostrato la totale buona fede dello stesso, reo di fatto, di non aver compilato il TUE, come previsto in questi casi.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Il caso doping De Stales: si è trattato di semplice negligenza

7th maggio, 2019

  Caso De Stales: si è trattata di semplice negligenza

Nel Settembre dello scorso anno l’atleta della A3 Triathlon Andrea De Stales era risultato positivo ad un controllo antidoping in occasione dell’ Irondelta di Lido delle Nazioni. Successivamente l’atleta è stato squalificato per 4 mesi, sino a Dicembre 2018. A distanza di qualche mese sono emerse le motivazioni della sentenza, in particolare si sono chiarite le dinamiche che hanno portato alla positività, che è stata frutto di una negligenza . L’atleta infatti, il giorno precedente alla manifestazione, a seguito di una importante reazione allergica, è dovuto ricorrere alle cure in pronto soccorso, durante le quali gli è stato somministrato del Bentelan, il farmaco che ha poi portato alla sua positività. Ad avvalorare la tesi di De Stales, oltre naturalmente al referto del pronto soccorso, anche le analisi del sangue effettuate all’ingresso del pronto soccorso, che hanno dimostrato la totale buona fede dello stesso, reo di fatto, di non aver compilato il TUE, come previsto in questi casi.

By
@novellimarco
backtotop