Mute Triathlon

I risultati degli Junior impegnati a Quarteira

SI è corsa Domenica a Quarteira in Portogallo una tappa della Coppa Europa Junior di triathlon. Tre gli azzurri al via , Fioravanti e Salvino del Minerva Roma e Marco Corrà della 707 Triathlon. Ecco il resoconto del tecnico Paolo Corrà:
La vittoria è andata a Ivana Kuriakovae e Raphael Montoia.
“La prova maschile si rivela tiratissima fin dalle prime bracciate. Si formano tre gruppetti in acqua , ma alla fine la ‘spunta’ il norvegese Gundersem. Suo il miglior tempo all’uscita dalla acqua, seguito da 4 atleti in una manciata di secondi, il primo degli italiani in gara è Corrà Marco che esce in 5° posizione , un pò piu attardati da una decina di secondi, gli altri due italiani in gara Riccardo Salvino e Alessio Fioravanti intorno alla 15 esima posizione .T1 velocissima per Corrà che rimane insieme al primo gruppo in bici, all’inseguimento del norvegese che, al primo giro accusa un vantaggio di circa 23”; nel secondo gruppo Alessio Fioravanti, qualche problema fuori dalla T1 invece per Riccardo Salvino che perde la coda del gruppo travandosi a circa 20 secondi da Fioravanti. Nelle tre tornate della bici il gruppo si ricompatta e arriva con circa 30 atleti in T 2. Piu veloce di tutti l’irlandese Doherty che esce con un vantaggio di circa 5 secondi da Montoia e Van Egdon, piu attardati Corrà e Fioravanti. Salvino invece accusa un ritardo di circa 1’30 in T2. L’ultima frazione si decide al fotofinish con Montoia che fa sua la gara su Van Egdon. Di pochissimo, terzo, l’irlandese Doherty. All’arrivo i nostri azzurri si piazzano rispettivamente 14° Fioravanti, 22° Corrà e 44°Salvino. È stata una gara molto interessante dal punto di vista agonistico, c’erano atleti tra i migliori Juniores e la prova dei nostri junior è da considerarsi positiva soprattutto per quel che rigurda le prime due frazioni. Manca ancora qualcosa nella corsa ed esperienza nell’interpretare la gara nelle fasi cruciali, come per esempio l’ingresso in zona cambio in T2. Sicuramente i ragazzi faranno tesoro di questa importante esperienza nel loro percorso di crescita. (Paolo Corrà)

CLASSIFICHE

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

I risultati degli Junior impegnati a Quarteira

10th aprile, 2013

SI è corsa Domenica a Quarteira in Portogallo una tappa della Coppa Europa Junior di triathlon. Tre gli azzurri al via , Fioravanti e Salvino del Minerva Roma e Marco Corrà della 707 Triathlon. Ecco il resoconto del tecnico Paolo Corrà:
La vittoria è andata a Ivana Kuriakovae e Raphael Montoia.
“La prova maschile si rivela tiratissima fin dalle prime bracciate. Si formano tre gruppetti in acqua , ma alla fine la ‘spunta’ il norvegese Gundersem. Suo il miglior tempo all’uscita dalla acqua, seguito da 4 atleti in una manciata di secondi, il primo degli italiani in gara è Corrà Marco che esce in 5° posizione , un pò piu attardati da una decina di secondi, gli altri due italiani in gara Riccardo Salvino e Alessio Fioravanti intorno alla 15 esima posizione .T1 velocissima per Corrà che rimane insieme al primo gruppo in bici, all’inseguimento del norvegese che, al primo giro accusa un vantaggio di circa 23”; nel secondo gruppo Alessio Fioravanti, qualche problema fuori dalla T1 invece per Riccardo Salvino che perde la coda del gruppo travandosi a circa 20 secondi da Fioravanti. Nelle tre tornate della bici il gruppo si ricompatta e arriva con circa 30 atleti in T 2. Piu veloce di tutti l’irlandese Doherty che esce con un vantaggio di circa 5 secondi da Montoia e Van Egdon, piu attardati Corrà e Fioravanti. Salvino invece accusa un ritardo di circa 1’30 in T2. L’ultima frazione si decide al fotofinish con Montoia che fa sua la gara su Van Egdon. Di pochissimo, terzo, l’irlandese Doherty. All’arrivo i nostri azzurri si piazzano rispettivamente 14° Fioravanti, 22° Corrà e 44°Salvino. È stata una gara molto interessante dal punto di vista agonistico, c’erano atleti tra i migliori Juniores e la prova dei nostri junior è da considerarsi positiva soprattutto per quel che rigurda le prime due frazioni. Manca ancora qualcosa nella corsa ed esperienza nell’interpretare la gara nelle fasi cruciali, come per esempio l’ingresso in zona cambio in T2. Sicuramente i ragazzi faranno tesoro di questa importante esperienza nel loro percorso di crescita. (Paolo Corrà)

CLASSIFICHE

By
@novellimarco
backtotop