Mute Triathlon

I principi base dell’allenamento

I principi base dell'allenamento

Quando si parla di qualsiasi disciplina sportiva, l’argomento più trattato è sicuramente quello dell’allenamento. Per definizione l’allenamento è :

 “un processo pedagogico educativo complesso che si concretizza nell’organizzazione dell’esercizio fisico ripetuto in qualità, quantità ed intensità tali da produrre carichi progressivamente crescenti in una continua variazione dei loro contenuti per stimolare i processi fisiologici di supercompensazione dell’organismo e migliorare le capacità fisiche, psichiche, tecniche e tattiche dell’atleta, al fine di esaltarne e consolidarne il rendimento in gara (Carlo Vittori)”

Come potete vedere si parla di un PROCESSO COMPLICATO, cioè di un campo ampio e complesso che attraverso vari processi punta ad ottimizzare e valorizzare al massimo le potenzialità di un atleta. Quando si parla di allenamento, bisogna tenere in considerazione un aspetto fondamentale:la PERSONALIZZAZIONE. Ogni atleta è diverso da tutti gli altri, gli stessi stimoli non producono lo stesso effetto su persone diverse, per cui un buon piano di allenamento deve considerare le caratteristiche di ogni atleta. Importante è anche fissare gli OBIETTIVI che si vogliono raggiungere, oltre che il LIVELLO DI PARTENZA dell’atleta che può essere facilmente calcolato con alcuni semplice tests da campo e la DISPONIBILITA’ di tempo per allenarsi (un Elite ha anche tutta la giornata da dedicare all’allenamento, un amatore ha lavoro e altre priorità). Ottenuti questi “dati” si può iniziare a costruire una tabella di allemamento PERSONALIZZATA.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

I principi base dell’allenamento

19th luglio, 2012

I principi base dell'allenamento

Quando si parla di qualsiasi disciplina sportiva, l’argomento più trattato è sicuramente quello dell’allenamento. Per definizione l’allenamento è :

 “un processo pedagogico educativo complesso che si concretizza nell’organizzazione dell’esercizio fisico ripetuto in qualità, quantità ed intensità tali da produrre carichi progressivamente crescenti in una continua variazione dei loro contenuti per stimolare i processi fisiologici di supercompensazione dell’organismo e migliorare le capacità fisiche, psichiche, tecniche e tattiche dell’atleta, al fine di esaltarne e consolidarne il rendimento in gara (Carlo Vittori)”

Come potete vedere si parla di un PROCESSO COMPLICATO, cioè di un campo ampio e complesso che attraverso vari processi punta ad ottimizzare e valorizzare al massimo le potenzialità di un atleta. Quando si parla di allenamento, bisogna tenere in considerazione un aspetto fondamentale:la PERSONALIZZAZIONE. Ogni atleta è diverso da tutti gli altri, gli stessi stimoli non producono lo stesso effetto su persone diverse, per cui un buon piano di allenamento deve considerare le caratteristiche di ogni atleta. Importante è anche fissare gli OBIETTIVI che si vogliono raggiungere, oltre che il LIVELLO DI PARTENZA dell’atleta che può essere facilmente calcolato con alcuni semplice tests da campo e la DISPONIBILITA’ di tempo per allenarsi (un Elite ha anche tutta la giornata da dedicare all’allenamento, un amatore ha lavoro e altre priorità). Ottenuti questi “dati” si può iniziare a costruire una tabella di allemamento PERSONALIZZATA.

By
@novellimarco
backtotop