Mute Triathlon

Finale spettacolare per la Super League triathlon !

                Spettacolo nella finale della Super League

Si è chiusa oggi la stagione 2018-2019 della Super League triathlon, formula spettacolare che Mc Cormack ha ripreso dalla F1 series che si correvano diversi anni fa in Australia.

La finale ha regalato emozioni e spettacolo , con una due giorni  all’insegna dell’ Elite a livello mondiale sia in campo femminile che maschile.

La prima giornata ha visto gli atleti sfidarsi nella formula  Eliminator  tre manche di  300m – 5 km – 2 km , con 20 atleti al via , gli ultimi 5 di ogni manche eliminati , fino ad arrivare ai 10 che si sono sfidati nell’ultma manche.

Tra le donne la più attesa era la francese Beaugrand, vista da molti come astro nascente del triathlon mondiale, con l’americana Zaferes in testa alla calssifica assoluta e favorita per la vittoria finale.  Dopo la prima manche dominata dall’australiana Jeffcoat e la seconda vinta dall’olandese Kalmer, sono arrivate a giocarsi la manche decisiva le francesi Beaugrand e Periault, la Klamer, le americane Zaferes, Spivey e Rappaport le australiane Jeffocat e Gentle e la giapponese Takahashi e la tedesca Lindemann. La vittoria finale va all’ americana Zaferes, che non lascia scampo alla Beaugrand che a sua volta ha la meglio sulla Gentle, autrice di tre manche in cui ha sempre dovuto rincorrere le avversarie in bici, a causa del gap accumulato nelle frazioni di nuoto.

Anche tra gli uomini era un francese, Luis , a presentarsi al via con i favori del pronostico, forte della sua leadership nella calssifica generale e delle sue ultime prestazioni. Il transalpino però non ha fatto i conti con la sfortuna che si è materializzata sotto forma di una foratura, che gli ha causato l’eliminazione già dalla prima manche. Con Luis out il sudafricano Shoeman aveva una grossa possibilità di poter piazzare il colpaccio, ma nella manche finale, ha perso il “treno buono” nelle ultime fasi della frazione di corsa finale, che ha visto presentarsi a giocarsi la vittoria un inedito duo, con l’inglese Jonathan Bronwlee che ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per avere la meglio solo allo sprint del canadese Tyler Mislawchuk, mentre al terzo posto ha chiuso l’australiano Ward, lasciando ai piedi del podio Shoeman.

Oggi la due giorni di gare si è conclusa con la formula enduro che ha regalato uno spettacolo entusiasmante, chiudendo nel migliore dei modi un circuito che ha raccolto numerosissimi consensi, non solo tra gli atleti.

La gara femminile si è decisa al photofinish, con la Beaugrand che con un guizzo finale precede la Zaferes, che sembrava aver piazzato l’allungo decisivo nel finale, mentre la Klamer chiude il podio. La classifica finale incorona l’americana davanti alla Kalmer e alla Beaugrand.

Anche la gara maschile parla francese, con Luis, più fresco rispetto agli altri, che allunga prepotentemente nella frazione finale di corsa , precedendo Jonathan Brownlee e Shoeman. Out nella seconda manche Murray, per un piccolo infortunio, giù dal podio finale che vede Luis conquistare la vittoria davanti a Shoeman e Brownlee.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Finale spettacolare per la Super League triathlon !

24th febbraio, 2019

                Spettacolo nella finale della Super League

Si è chiusa oggi la stagione 2018-2019 della Super League triathlon, formula spettacolare che Mc Cormack ha ripreso dalla F1 series che si correvano diversi anni fa in Australia.

La finale ha regalato emozioni e spettacolo , con una due giorni  all’insegna dell’ Elite a livello mondiale sia in campo femminile che maschile.

La prima giornata ha visto gli atleti sfidarsi nella formula  Eliminator  tre manche di  300m – 5 km – 2 km , con 20 atleti al via , gli ultimi 5 di ogni manche eliminati , fino ad arrivare ai 10 che si sono sfidati nell’ultma manche.

Tra le donne la più attesa era la francese Beaugrand, vista da molti come astro nascente del triathlon mondiale, con l’americana Zaferes in testa alla calssifica assoluta e favorita per la vittoria finale.  Dopo la prima manche dominata dall’australiana Jeffcoat e la seconda vinta dall’olandese Kalmer, sono arrivate a giocarsi la manche decisiva le francesi Beaugrand e Periault, la Klamer, le americane Zaferes, Spivey e Rappaport le australiane Jeffocat e Gentle e la giapponese Takahashi e la tedesca Lindemann. La vittoria finale va all’ americana Zaferes, che non lascia scampo alla Beaugrand che a sua volta ha la meglio sulla Gentle, autrice di tre manche in cui ha sempre dovuto rincorrere le avversarie in bici, a causa del gap accumulato nelle frazioni di nuoto.

Anche tra gli uomini era un francese, Luis , a presentarsi al via con i favori del pronostico, forte della sua leadership nella calssifica generale e delle sue ultime prestazioni. Il transalpino però non ha fatto i conti con la sfortuna che si è materializzata sotto forma di una foratura, che gli ha causato l’eliminazione già dalla prima manche. Con Luis out il sudafricano Shoeman aveva una grossa possibilità di poter piazzare il colpaccio, ma nella manche finale, ha perso il “treno buono” nelle ultime fasi della frazione di corsa finale, che ha visto presentarsi a giocarsi la vittoria un inedito duo, con l’inglese Jonathan Bronwlee che ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per avere la meglio solo allo sprint del canadese Tyler Mislawchuk, mentre al terzo posto ha chiuso l’australiano Ward, lasciando ai piedi del podio Shoeman.

Oggi la due giorni di gare si è conclusa con la formula enduro che ha regalato uno spettacolo entusiasmante, chiudendo nel migliore dei modi un circuito che ha raccolto numerosissimi consensi, non solo tra gli atleti.

La gara femminile si è decisa al photofinish, con la Beaugrand che con un guizzo finale precede la Zaferes, che sembrava aver piazzato l’allungo decisivo nel finale, mentre la Klamer chiude il podio. La classifica finale incorona l’americana davanti alla Kalmer e alla Beaugrand.

Anche la gara maschile parla francese, con Luis, più fresco rispetto agli altri, che allunga prepotentemente nella frazione finale di corsa , precedendo Jonathan Brownlee e Shoeman. Out nella seconda manche Murray, per un piccolo infortunio, giù dal podio finale che vede Luis conquistare la vittoria davanti a Shoeman e Brownlee.

By
@novellimarco
backtotop