Mute Triathlon

Finale Coppa Italia funestata dal maltempo

Finali di Coppa Italia a Lignano Sabbiadoro funestati dal maltempo e sconvolgimento del programma per le gare giovanili che sono appena terminate.
A farne le spese sono stati gli Junior e gli U23 che sarebbero dovuti partire per primi ma che hanno dovuto fare i conti con un violento nubifragio che si è abbattuto su Lignano. La Capitaneria di porto ha subito vietato la balneazione e le strade completamente allagate non permettevano lo svolgimento della frazione ciclistica. Si è deciso poi di trasformare il tutto in un aquathlon nuoto+bici senza però sapere se la gara sarebbe comunque valsa come finale di Coppa Italia (seguirà articolo di approfondimento della faccenda nei prossimi giorni).
Si è improvvisato quindi un 750m nuoto in vasca + 3000m corsa, una partenza falsa (nessuno ha dato il via ma ad un fischio dalla tribuna tutti sono partiti) non sanzionata e la gara ha preso il via con De Palma (Minerva Roma) che fa subito il nuoto mentre tra gli Junior e Parmigiani (Td Rimini) che segue da vicino Salvino (Minerva Roma) e Rigoni (Padovanuoto). Nella frazione finale De Palma controlla e vince la gara U23 davanti a Chitti (Cus Parma) e Pugliese (Torrino), mentre tra gli Junior la spunta Parmigiani (Td Rimini) davanti a Corrà (707) e Mosso (Virtus).
In campo femminile grazie ad una ottima frazione finale Papais (Td Rimini) vince la categoria Junior davanti alla compagna di squadra Iogna-Prat mentre chiude il podio la Steinhauser  (Bressanone). Tra le U23 grande prova di Teodolinda Camera (Virtus) che chiude davanti a Titone (Aquatica) e Rebecca Cornelli (Piacenza Vivo).
Per gli Youth invece una tregua del maltempo ha reso possibile correre la gara programmata.
I primi a partire sono stati gli Youth B con un nuoto decisamente lungo ( i primi a uscire dall’acqua in oltre 6’30”) e lunghissimo tratto per arrivare in T1, la gara ha vissuto una frazione ciclistica ricca di ….colpi di scena! Le cadute di volta in volta hanno colpito diversi dei favoriti, da Azzano (Cus Udine), a Cattabriga  e Gulienetti (Minerva), passando per Salvemini (Los Tigres) e diversi altri . Davanti si arriva in T2 con un gruppone compatto, a spuntarla dopo una strepitosa corsa Ugazio (atl. Bellinzago) che precede Chiodo (Virtus) e Pesavento (Padovanuoto). Tra le donne solita cavalcata della Olmo (Pianeta Acqua) che precede la “solita” Parodi (Virtus) e la Pozzuoli (Minerva).
Tra gli yuoth A la frazione finale ha deciso la gara con l’ottima prova di Spinazzè (Silca) che la spunta sui due favoriti Sosniok (Alta Pusteria) e Lazzaretto (Marostica), mentre tra le donne la favorita Moretti (Td Rimini) conquista la vittoria sulla scatenata Algeri (Canottieri Napoli) che ha la meglio su Missaglia (Pro Patria).

CLASSIFICHE

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Finale Coppa Italia funestata dal maltempo

28th settembre, 2013

Finali di Coppa Italia a Lignano Sabbiadoro funestati dal maltempo e sconvolgimento del programma per le gare giovanili che sono appena terminate.
A farne le spese sono stati gli Junior e gli U23 che sarebbero dovuti partire per primi ma che hanno dovuto fare i conti con un violento nubifragio che si è abbattuto su Lignano. La Capitaneria di porto ha subito vietato la balneazione e le strade completamente allagate non permettevano lo svolgimento della frazione ciclistica. Si è deciso poi di trasformare il tutto in un aquathlon nuoto+bici senza però sapere se la gara sarebbe comunque valsa come finale di Coppa Italia (seguirà articolo di approfondimento della faccenda nei prossimi giorni).
Si è improvvisato quindi un 750m nuoto in vasca + 3000m corsa, una partenza falsa (nessuno ha dato il via ma ad un fischio dalla tribuna tutti sono partiti) non sanzionata e la gara ha preso il via con De Palma (Minerva Roma) che fa subito il nuoto mentre tra gli Junior e Parmigiani (Td Rimini) che segue da vicino Salvino (Minerva Roma) e Rigoni (Padovanuoto). Nella frazione finale De Palma controlla e vince la gara U23 davanti a Chitti (Cus Parma) e Pugliese (Torrino), mentre tra gli Junior la spunta Parmigiani (Td Rimini) davanti a Corrà (707) e Mosso (Virtus).
In campo femminile grazie ad una ottima frazione finale Papais (Td Rimini) vince la categoria Junior davanti alla compagna di squadra Iogna-Prat mentre chiude il podio la Steinhauser  (Bressanone). Tra le U23 grande prova di Teodolinda Camera (Virtus) che chiude davanti a Titone (Aquatica) e Rebecca Cornelli (Piacenza Vivo).
Per gli Youth invece una tregua del maltempo ha reso possibile correre la gara programmata.
I primi a partire sono stati gli Youth B con un nuoto decisamente lungo ( i primi a uscire dall’acqua in oltre 6’30”) e lunghissimo tratto per arrivare in T1, la gara ha vissuto una frazione ciclistica ricca di ….colpi di scena! Le cadute di volta in volta hanno colpito diversi dei favoriti, da Azzano (Cus Udine), a Cattabriga  e Gulienetti (Minerva), passando per Salvemini (Los Tigres) e diversi altri . Davanti si arriva in T2 con un gruppone compatto, a spuntarla dopo una strepitosa corsa Ugazio (atl. Bellinzago) che precede Chiodo (Virtus) e Pesavento (Padovanuoto). Tra le donne solita cavalcata della Olmo (Pianeta Acqua) che precede la “solita” Parodi (Virtus) e la Pozzuoli (Minerva).
Tra gli yuoth A la frazione finale ha deciso la gara con l’ottima prova di Spinazzè (Silca) che la spunta sui due favoriti Sosniok (Alta Pusteria) e Lazzaretto (Marostica), mentre tra le donne la favorita Moretti (Td Rimini) conquista la vittoria sulla scatenata Algeri (Canottieri Napoli) che ha la meglio su Missaglia (Pro Patria).

CLASSIFICHE

By
@novellimarco
backtotop