Mute Triathlon

Etu Cup Gran Canaria: male gli azzurri

E’ andata in scena ieri nella Gran Canaria la prima tappa del circuito ETU 2018.

Diversi gli azzurri in gara, nonostante un livello decisamente abordabile, tutti sono finiti lontani dal podio o addirittura nelle retrovie.

In campo maschile la vittoria è andata all’esordiente tra gli elite, l’inglese classe 1998 Izzard , che dopo l’assolo in bici dello svizzero Bifford, ha sbaragliato la concorrenza con una solida frazione finale. Dietro di lui l’azero Pevtsov, autore del miglior parziale podistico, che precede in volata lo spagnolo Serrat Soane. Lontani gli azzurri, con Valerio Patanè, il migliore al traguardo, solo 24°, ancora più indietro Michele Sarzilla (36°), Tommaso Crivellaro (42°) , mentre chiudono nelle retrovie Fabio Pruiti (60°),  Gabriele Grimaldi (62°) e Antonio Limoli (65°).

Anche in campo femminile inglesi sugli scudi, con doppietta firmata da Taylor-Brown che supera nel finale la connazionale Stimpson. Ottimo terzo posto per la svizzera Derron. Delusione per le azzurre in gara , che viste le partenti , puntavano ad un risultato di prestigio. La migliore al traguardo è stata Giorgia Priarone, autrice di una buona prova podistica, ma , seppur migliorata, paga ancora ritardo nella frazione natatoria, mentre Mazzetti chiude 13° a oltre 2′ dalla testa della gara. Molto più indietro le altre azzurre, 24° Sara Papais, 46° Sara Moretti, mentre Cristina Ventura è stata doppiata durante la frazione ciclistica.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Comments are closed.

Altre Notizie

Etu Cup Gran Canaria: male gli azzurri

19th marzo, 2018

E’ andata in scena ieri nella Gran Canaria la prima tappa del circuito ETU 2018.

Diversi gli azzurri in gara, nonostante un livello decisamente abordabile, tutti sono finiti lontani dal podio o addirittura nelle retrovie.

In campo maschile la vittoria è andata all’esordiente tra gli elite, l’inglese classe 1998 Izzard , che dopo l’assolo in bici dello svizzero Bifford, ha sbaragliato la concorrenza con una solida frazione finale. Dietro di lui l’azero Pevtsov, autore del miglior parziale podistico, che precede in volata lo spagnolo Serrat Soane. Lontani gli azzurri, con Valerio Patanè, il migliore al traguardo, solo 24°, ancora più indietro Michele Sarzilla (36°), Tommaso Crivellaro (42°) , mentre chiudono nelle retrovie Fabio Pruiti (60°),  Gabriele Grimaldi (62°) e Antonio Limoli (65°).

Anche in campo femminile inglesi sugli scudi, con doppietta firmata da Taylor-Brown che supera nel finale la connazionale Stimpson. Ottimo terzo posto per la svizzera Derron. Delusione per le azzurre in gara , che viste le partenti , puntavano ad un risultato di prestigio. La migliore al traguardo è stata Giorgia Priarone, autrice di una buona prova podistica, ma , seppur migliorata, paga ancora ritardo nella frazione natatoria, mentre Mazzetti chiude 13° a oltre 2′ dalla testa della gara. Molto più indietro le altre azzurre, 24° Sara Papais, 46° Sara Moretti, mentre Cristina Ventura è stata doppiata durante la frazione ciclistica.

By
@novellimarco
backtotop