Mute Triathlon

ELEZIONI FEDERALI: Si presenta il primo schieramento ufficiale

A meno di 3 mesi dalle elezioni federali, c’è il primo schieramento che si presenta. Pubblichiamo il loro comunicato appena giuntoci:

 

 

Verrà presentata, tra qualche giorno, una  nuova candidatura alla guida del Triathlon Italiano per il prossimo quadriennio.Si tratta del concretizzarsi di un progetto straordinario di rinnovamento della nostra Federazione.

Un progetto nato per volontà dei tecnici e delle società di base e analizzato criticamente sui campi d’allenamento e di gara fino alla decisione di uno sforzo collettivo per gestire diversamente la FITri. Un progetto che, in poche settimane, ha trovato tantissime adesioni sul territorio nazionale, che ha legato in un patto d’acciaio tutte le più belle realtà di crescita e di sviluppo del Triathlon in Italia, che ha riportato nel pieno entusiasmo dell’attività alcune personalità importanti, troppo a lungo mortificate da politiche non condivisibili. Un progetto per una Federazione che sia guida e aiuto per le società e per gli atleti.

 Una Federazione che investe, che promuove progetti, ricerca, cultura, sogni, passione. Una Federazione con un diverso sistema di valori, che non escluda nessuno, che condivida con i suoi affiliati chiare e indiscutibili priorità.

 Per questo motivo il nostro programma,  già completo e dettagliato, vuole migliorarsi e arricchirsi attraverso il contributo di tutti coloro che operano nel mondo del Triathlon.

Il nostro Candidato Presidente è un manager che ha accettato di mettersi al comando di questo movimento condividendone progetti e obiettivi e  dando il suo fondamentale apporto nella stesura del programma. Una persona che dispone di quelle competenze manageriali che possono far fare alla FITri il necessario salto di qualità. Una persona che ha dato la sua disponibilità ad occuparsi della Federazioni in maniera prioritaria.

Intorno al Presidente ci saranno persone competenti di sport, un consiglio efficiente e unito, pronto a mettere in pratica un programma ambizioso.

 Nei prossimi giorni uscirà il comunicato stampa ufficiale e nelle prossime settimane ci sarà l’occasione per condividere il programma con le Società che non sono ancora state contattate, per arricchirlo di proposte e di prospettive.

 Si tratta di una rivoluzione che, come tutte le rivoluzioni vincenti, è animata dalla passione, è percorsa da idee di rinnovamento, è rivolta al futuro.

 Alessandro Alessandri

Simone Biava

Marco Comotto

Fabrizio Lancellotti

Mario Miglio

Luigi Pericoli

Ezio Rossero

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


  1. Beh, Rossero non si è mai candidato, è un nome conosciuto in campo giovanile, idem Comotto. Lancellotti lo conoscono in pochi è un’ottima persona, Miglio credo che non abbia bisogno di presentazioni, idem Alessandri. Per quanto riguarda il candidato credo aspettino di far uscire un programma ufficiale con i nomi ufficiali. Io a breve farò un piccolo commento sul quadriennio di questa federazione e sui possibili schieramenti

  2. MikyN on 25 agosto 2012 at 11:20 said:

    Non sembrano proprio nomi nuovi, aspettiamo di vedere questo fiorire di idee nuove… ma allora perchè il programma non lo pubblicano? Dov’è? E questo fantomatico candidato presidente, perchè non rivelarne il nome?

    Come inizio non è il massimo.

Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

ELEZIONI FEDERALI: Si presenta il primo schieramento ufficiale

24th agosto, 2012

A meno di 3 mesi dalle elezioni federali, c’è il primo schieramento che si presenta. Pubblichiamo il loro comunicato appena giuntoci:

 

 

Verrà presentata, tra qualche giorno, una  nuova candidatura alla guida del Triathlon Italiano per il prossimo quadriennio.Si tratta del concretizzarsi di un progetto straordinario di rinnovamento della nostra Federazione.

Un progetto nato per volontà dei tecnici e delle società di base e analizzato criticamente sui campi d’allenamento e di gara fino alla decisione di uno sforzo collettivo per gestire diversamente la FITri. Un progetto che, in poche settimane, ha trovato tantissime adesioni sul territorio nazionale, che ha legato in un patto d’acciaio tutte le più belle realtà di crescita e di sviluppo del Triathlon in Italia, che ha riportato nel pieno entusiasmo dell’attività alcune personalità importanti, troppo a lungo mortificate da politiche non condivisibili. Un progetto per una Federazione che sia guida e aiuto per le società e per gli atleti.

 Una Federazione che investe, che promuove progetti, ricerca, cultura, sogni, passione. Una Federazione con un diverso sistema di valori, che non escluda nessuno, che condivida con i suoi affiliati chiare e indiscutibili priorità.

 Per questo motivo il nostro programma,  già completo e dettagliato, vuole migliorarsi e arricchirsi attraverso il contributo di tutti coloro che operano nel mondo del Triathlon.

Il nostro Candidato Presidente è un manager che ha accettato di mettersi al comando di questo movimento condividendone progetti e obiettivi e  dando il suo fondamentale apporto nella stesura del programma. Una persona che dispone di quelle competenze manageriali che possono far fare alla FITri il necessario salto di qualità. Una persona che ha dato la sua disponibilità ad occuparsi della Federazioni in maniera prioritaria.

Intorno al Presidente ci saranno persone competenti di sport, un consiglio efficiente e unito, pronto a mettere in pratica un programma ambizioso.

 Nei prossimi giorni uscirà il comunicato stampa ufficiale e nelle prossime settimane ci sarà l’occasione per condividere il programma con le Società che non sono ancora state contattate, per arricchirlo di proposte e di prospettive.

 Si tratta di una rivoluzione che, come tutte le rivoluzioni vincenti, è animata dalla passione, è percorsa da idee di rinnovamento, è rivolta al futuro.

 Alessandro Alessandri

Simone Biava

Marco Comotto

Fabrizio Lancellotti

Mario Miglio

Luigi Pericoli

Ezio Rossero

By
@novellimarco
backtotop