Mute Triathlon

Duathlon Galliate: Hofer e Priarone tra le numerose polemiche

 

La terza tappa del circuito di duathlon di Galliate si è conclusa con un ottimo spettacolo a livello tecnico, ma con molte polemiche per diversi aspetti organizzativi che non sono piaciuti agli atelti e che hanno creato parecchio malumore tra gli stessi a fine gara, eppure lo splendido scenario della z.c. nella piazza di fronte al castello e una bella giornata primaverile sembravano la perfetta cornice per un’ottima prima edizione.
La gara femminile è stata la prima a prendere il via con la favorita Sara Dossena che prende subito il largo già al primo km, ma Giorgia Priarone (Td Rimini) non sembra voler mollare. In bici capolavoro della giovane piemontese  che raggiunge e stacca la Dossena giungiendo in T2 con 1′ di vantaggio sulla portacolori della Trisports.it.  Nell’ultima frazione Priarone mantiene la testa della gara  e vince davanti alla Dossena , mentre per il terzo gradino del podio la spunta la giovane Parodi (ASD Virtus).
La gara maschile ha visto al via i due protagonisti dell’inizio stagione, il carabiniere altoatesino Daniel Hofer e il parmense Dario Chitti, oltre che a diversi atleti di livello.
La prima frazione non fa selezione, così come la frazione ciclistica, per cui tutto si decide negli ultimi 2.5 km dove Daniel Hofer fa segnare una prestazione mostruosa e vince tranquillamente davanti al compagno di allenamenti e amico Dario Chitti che precede a sua volta il giovane Alberto Della Pasqua (Td Rimini) autore di una ottima prova.
La frazione ciclistica è stata caratterizzata da nunerose auto sul percorso nonostante per le gare di circuito fosse obbligatoria la chiusura TOTALE del traffico, addirittura un paio di macchine sul percorso podistico. Alcuni tratti della seconda frazione presentavano asfalto in pessime condizioni con numerose buche tappate alla bene e meglio. Nella frazione podistica un atleta nelle prime posizioni ha centrato un paletto di ferro presente  sul percorso, la partenza con curva a gomito e strettoia dopo neanche 100m non è piaciuta a molti  e ha causato un prevedibile ingorgo con cadute e spinte nella gara maschile.
Nel dopo gara si è assistito come al Mugello a premiazioni “farsa” per gli age group, con Hofer, nazionali e militatri vari premiati nelle varie categorie, per la felicità dei veri age group . Qualche atleta ha espresso il suo disappunto anche al presidente della commisione age group presente alle premiazioni.
Pasta party finale con acqua a pagamento (1 euro a bottiglietta) e , ciliegina sulla torta, le  4 mele destinate come premio ai 3° di categoria ! Forse sarebbe stata meglio una stretta di mano !

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Duathlon Galliate: Hofer e Priarone tra le numerose polemiche

31st marzo, 2014

 

La terza tappa del circuito di duathlon di Galliate si è conclusa con un ottimo spettacolo a livello tecnico, ma con molte polemiche per diversi aspetti organizzativi che non sono piaciuti agli atelti e che hanno creato parecchio malumore tra gli stessi a fine gara, eppure lo splendido scenario della z.c. nella piazza di fronte al castello e una bella giornata primaverile sembravano la perfetta cornice per un’ottima prima edizione.
La gara femminile è stata la prima a prendere il via con la favorita Sara Dossena che prende subito il largo già al primo km, ma Giorgia Priarone (Td Rimini) non sembra voler mollare. In bici capolavoro della giovane piemontese  che raggiunge e stacca la Dossena giungiendo in T2 con 1′ di vantaggio sulla portacolori della Trisports.it.  Nell’ultima frazione Priarone mantiene la testa della gara  e vince davanti alla Dossena , mentre per il terzo gradino del podio la spunta la giovane Parodi (ASD Virtus).
La gara maschile ha visto al via i due protagonisti dell’inizio stagione, il carabiniere altoatesino Daniel Hofer e il parmense Dario Chitti, oltre che a diversi atleti di livello.
La prima frazione non fa selezione, così come la frazione ciclistica, per cui tutto si decide negli ultimi 2.5 km dove Daniel Hofer fa segnare una prestazione mostruosa e vince tranquillamente davanti al compagno di allenamenti e amico Dario Chitti che precede a sua volta il giovane Alberto Della Pasqua (Td Rimini) autore di una ottima prova.
La frazione ciclistica è stata caratterizzata da nunerose auto sul percorso nonostante per le gare di circuito fosse obbligatoria la chiusura TOTALE del traffico, addirittura un paio di macchine sul percorso podistico. Alcuni tratti della seconda frazione presentavano asfalto in pessime condizioni con numerose buche tappate alla bene e meglio. Nella frazione podistica un atleta nelle prime posizioni ha centrato un paletto di ferro presente  sul percorso, la partenza con curva a gomito e strettoia dopo neanche 100m non è piaciuta a molti  e ha causato un prevedibile ingorgo con cadute e spinte nella gara maschile.
Nel dopo gara si è assistito come al Mugello a premiazioni “farsa” per gli age group, con Hofer, nazionali e militatri vari premiati nelle varie categorie, per la felicità dei veri age group . Qualche atleta ha espresso il suo disappunto anche al presidente della commisione age group presente alle premiazioni.
Pasta party finale con acqua a pagamento (1 euro a bottiglietta) e , ciliegina sulla torta, le  4 mele destinate come premio ai 3° di categoria ! Forse sarebbe stata meglio una stretta di mano !

By
@novellimarco
backtotop