Mute Triathlon

Cigana e Casadei conquistano Laguna Phuket

Laguna Phuket

Non poteva concludersi nel migliore dei modi per i colori azzurri la 20ma edizione del triathlon di Laguna Phuket in Thailandia.
La gara sulle distanze di 1800/55/12 con modalità no draft è oramai un classico di fine stagione per numerosi elite che abbinano la trasferta con il Challenge su distanza 70.3 che si correrà Domenica sempre nella città thailandese. L’albo d’oro della manifestazione riporta grandi nomi del triathlon internazionale, da Lessing,Pigg a Frodeno, Colucci, Wild, Atkinson, Alexander, Bennet, con il nostro Max Cigana  che con 3 vittorie è il più vincente nella storia della gara.

Per non smentirsi il mestrino realizza l’ennesimo capolavoro , riuscendo sulle due ruote a piazzare un parziale tremendo riuscendo a recuperare 3’20” dai due leader e praticamente annullando il ritardo di 4’20” accumulati a nuoto.  Nella frazione di corsa Max riesce a recuperare uno dei due fuggitivi che era il suo compagno di allenamenti Alberto Casadei, mentre Casey Munro perdeva terreno. Il “duo veneto” giunge quindi al traguardo appaiato, regalandosi il classico arrivo con l’elefantino impreziosito dal tricolore che Casadei e Cigana hanno sventolato insieme sul traguardo. Al terzo posto a soli 17″ giunge Robins a completare il podio che per la prima volta vede due atleti a pari merito sul gradino più alto del podio.

In campo femminile la vittoria è andata a Parys Edwards che ha chiuso la sua prova in 2.54.53 precedendo Belinda Granger (2.58.51) e Katja Rabe (2.59.35). Tra gli age group azzurri, che come capita da parecchi anni sono giunti in terra thailandese con Triathlon Travel,  da segnalare la prestazione  (2° di categoria) dell’ideatore e il motore di questo progetto , l’ex azzurro Marco Marchese che per l’occasione  stato “scortato” dal suo grande amico e grande campione , lo spagnolo Marcel Zamora. Per quanto riguarda le donne la migliore azzurra è stata Silvia Tabacco.

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Cigana e Casadei conquistano Laguna Phuket

25th novembre, 2014

Laguna Phuket

Non poteva concludersi nel migliore dei modi per i colori azzurri la 20ma edizione del triathlon di Laguna Phuket in Thailandia.
La gara sulle distanze di 1800/55/12 con modalità no draft è oramai un classico di fine stagione per numerosi elite che abbinano la trasferta con il Challenge su distanza 70.3 che si correrà Domenica sempre nella città thailandese. L’albo d’oro della manifestazione riporta grandi nomi del triathlon internazionale, da Lessing,Pigg a Frodeno, Colucci, Wild, Atkinson, Alexander, Bennet, con il nostro Max Cigana  che con 3 vittorie è il più vincente nella storia della gara.

Per non smentirsi il mestrino realizza l’ennesimo capolavoro , riuscendo sulle due ruote a piazzare un parziale tremendo riuscendo a recuperare 3’20” dai due leader e praticamente annullando il ritardo di 4’20” accumulati a nuoto.  Nella frazione di corsa Max riesce a recuperare uno dei due fuggitivi che era il suo compagno di allenamenti Alberto Casadei, mentre Casey Munro perdeva terreno. Il “duo veneto” giunge quindi al traguardo appaiato, regalandosi il classico arrivo con l’elefantino impreziosito dal tricolore che Casadei e Cigana hanno sventolato insieme sul traguardo. Al terzo posto a soli 17″ giunge Robins a completare il podio che per la prima volta vede due atleti a pari merito sul gradino più alto del podio.

In campo femminile la vittoria è andata a Parys Edwards che ha chiuso la sua prova in 2.54.53 precedendo Belinda Granger (2.58.51) e Katja Rabe (2.59.35). Tra gli age group azzurri, che come capita da parecchi anni sono giunti in terra thailandese con Triathlon Travel,  da segnalare la prestazione  (2° di categoria) dell’ideatore e il motore di questo progetto , l’ex azzurro Marco Marchese che per l’occasione  stato “scortato” dal suo grande amico e grande campione , lo spagnolo Marcel Zamora. Per quanto riguarda le donne la migliore azzurra è stata Silvia Tabacco.

By
@novellimarco
backtotop