Mute Triathlon

Bene gli italiani a Laguna Puket. Esordio per Brembilla.

Le aspettative degli azzurri in questa trasferta a Laguna Puket erano alte, Massimo Cigana puntava al poker mentre Alberto Casadei cercava il colpaccio. Un po’ di sfortuna ha impedito ai nostri di conquistare la vittoria, con Casadei che conduceva la gara sino a pochi km dalla fine della frazione ciclistica quando una foratura lo ha costretto a rallentare e perdere terreno, mentre Cigana prendeva il comando delle operazioni presentandosi in T2 in testa. I 12 km finale hanno però visto la grande rimonta dello svizzero Wild che riesce a raggiungere e superare Cigana a soli 3 km dall’arrivo andando a conquistare la vittoria proprio davanti al mestrino, mentre  al terzo posto ha chiuso l’austriaco Simon Agoston che ha cercato di recuperare sul nostro Cigana , mentre quarto chiude lo sfortunato Casadei.
Anche in campo femminile i 12 km della frazione finale decidono la gara con la  Hauschildt ( strepitosa la sua stagione 2013 con la vittoria dei titoli ITU di lunga distanza e della finale del circuito 70.3) che supera la ceca Vodickova conquistando la vittoria , mentre chiude il podio l’inglese Tamsin.
Al via numerosi triathleti italiani grazie a Triathlon travel dell’ex azzurro di triathlon lungo Marco Marchese, oltre che l’ex nuotatore Emiliano Brembilla che grazie al progetto EB Pride ha fatto il suo esordio nella triplice proprio a Puket. Per la cronaca il migliore degli A.G. azzurri è stato David Galafassi seguito da Alessandro Clivio e da Schianchi. La migliore donna è stata Francesca Rigo con Elisabetta Fabro distaccata di meno di 2′.

CLASSIFICHE

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Bene gli italiani a Laguna Puket. Esordio per Brembilla.

25th novembre, 2013

Le aspettative degli azzurri in questa trasferta a Laguna Puket erano alte, Massimo Cigana puntava al poker mentre Alberto Casadei cercava il colpaccio. Un po’ di sfortuna ha impedito ai nostri di conquistare la vittoria, con Casadei che conduceva la gara sino a pochi km dalla fine della frazione ciclistica quando una foratura lo ha costretto a rallentare e perdere terreno, mentre Cigana prendeva il comando delle operazioni presentandosi in T2 in testa. I 12 km finale hanno però visto la grande rimonta dello svizzero Wild che riesce a raggiungere e superare Cigana a soli 3 km dall’arrivo andando a conquistare la vittoria proprio davanti al mestrino, mentre  al terzo posto ha chiuso l’austriaco Simon Agoston che ha cercato di recuperare sul nostro Cigana , mentre quarto chiude lo sfortunato Casadei.
Anche in campo femminile i 12 km della frazione finale decidono la gara con la  Hauschildt ( strepitosa la sua stagione 2013 con la vittoria dei titoli ITU di lunga distanza e della finale del circuito 70.3) che supera la ceca Vodickova conquistando la vittoria , mentre chiude il podio l’inglese Tamsin.
Al via numerosi triathleti italiani grazie a Triathlon travel dell’ex azzurro di triathlon lungo Marco Marchese, oltre che l’ex nuotatore Emiliano Brembilla che grazie al progetto EB Pride ha fatto il suo esordio nella triplice proprio a Puket. Per la cronaca il migliore degli A.G. azzurri è stato David Galafassi seguito da Alessandro Clivio e da Schianchi. La migliore donna è stata Francesca Rigo con Elisabetta Fabro distaccata di meno di 2′.

CLASSIFICHE

By
@novellimarco
backtotop