Mute Triathlon

Age Group sospeso dalla WTC per Doping

L’Age Group Kevin Moats è il primo caso di atleta non professionista sospeso dalla WTC e seguito di una positività al controllo antidopig.
Il controllo effettuato al 58nne il 30 Gennaio (fuori stagione) ha riscontrato valori di testosterone fuori norma ed è scattata quindi la squalifica per l’atleta, inizialmente stabilita in 2 anni , ma poi ridotta a 1.
Moats si è difeso dicendo che è in cura per ipertiroidismo e andropausa, il tutto certificato, ma non ha l’esenzione ai fini agonistici per l’utilizzo dei farmaci che lo hanno fatto risultare positivo al controllo.
Rob Barel, famosissimo triathleta “evergreen” ha così commentato sul suo profilo facebook la notizia:

I recall racing with Kevin Moats since Ironman 1987. Very sad to see him cheat like this. No excuses.

LEGGI ARTICOLO E INTERVISTA A MOATS

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


  1. Se è considerato doping o non corri o fai l’esenzione

  2. giuseppe on 26 ottobre 2012 at 16:14 said:

    Interessante. Ma io settimana scorsa avevo il raffreddore e mi sono spruzzato Rinazina per tre/quattro volte al giorno per tre quattro giorni.
    Cosa avrei dovuto fare? Chiamare la FITRI?
    Informarli che age (molto age) group che normalmente chiude tra gli ultimi si è curato con un farmaco che è potenzialmente dopante?
    Evitare di far gare?
    Evitare di usare la rinazina? E chi dorme poi la notte?

  3. miky on 24 ottobre 2012 at 16:52 said:

    cmq è inguardabile… tradotto, fa veramente ribrezzo. quasi quasi meglio uno co la panzetta…..

  4. nickname on 23 ottobre 2012 at 20:59 said:

    Avanti il prossimo, si faccia una bella pulizia.

Inserisci Il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altre Notizie

Age Group sospeso dalla WTC per Doping

23rd ottobre, 2012

L’Age Group Kevin Moats è il primo caso di atleta non professionista sospeso dalla WTC e seguito di una positività al controllo antidopig.
Il controllo effettuato al 58nne il 30 Gennaio (fuori stagione) ha riscontrato valori di testosterone fuori norma ed è scattata quindi la squalifica per l’atleta, inizialmente stabilita in 2 anni , ma poi ridotta a 1.
Moats si è difeso dicendo che è in cura per ipertiroidismo e andropausa, il tutto certificato, ma non ha l’esenzione ai fini agonistici per l’utilizzo dei farmaci che lo hanno fatto risultare positivo al controllo.
Rob Barel, famosissimo triathleta “evergreen” ha così commentato sul suo profilo facebook la notizia:

I recall racing with Kevin Moats since Ironman 1987. Very sad to see him cheat like this. No excuses.

LEGGI ARTICOLO E INTERVISTA A MOATS

By
@novellimarco
backtotop