Mute Triathlon

XTerrra Maui: Ruzafa abdica

51 Flares Filament.io 51 Flares ×

Duffy Maui

Lo spagnolo Ruben Ruzafa, recente vincitore del campionato mondiale di triathlon cross ITU, è sbarcato a Maui con l’intenzione di conquistare per la terza volta consecutiva anche il titolo XTerra.

Dopo un nuoto in cui ha limitato i danni, si è scatenato nella frazione sulle ruote grasse, dimostrando ancora una volta di essere fuori portata per tutti e riuscendo a entrare in T2 con un vantaggio di circa un minuto e mezzo sul suo più temibile rivale, l’americano Middaugh. Nell’ultima frazione, resa durissima dal caldo, lo spagnolo  però cede di schianto,  e dopo 15 anni torna sul gradino più alto del podio un americano grazie a Middaugh. Al secondo posto chiude il neozelandese Currie, mentre Ruzafa riesce a difendere con i denti il terzo posto dal prepotente ritorno del messicano Mendez.

Tra le donne non ha invece tradito le attese Flora Duffy (Bermuda), che riesce a conquistare un buon margine di vantaggio sulle sue rivali già nella frazione di nuoto, contentendo il ritorno della scozzese Paterson, miglior parziale nella seconda frazione . Una volta indossate le scarpe da running la campionessa mondiale di specialità ITU aumenta nuovamente il suo vantaggio sulla scozzese che deve accontentarsi del 2° posto finale mentre, grazie al miglior parziale nell’ultima frazione, chiude il podio l’americana Garrard.

Nessun elite azzurro al via tra gli uomini, tra le donne invece Elisabetta Curridori ha chiuso all’ 11° posto la gara mondiale. Migliori age group al traguardo Luca Figini in campo maschile, che chiude 37° e 5° di categoria e Annalaura Mancia tra le donne. Unico podio, quello conquistato da Grattavecchia, 2° nella cat. 35-39. Ecco nel dettaglio i risultati degli azzurri:

DONNE
151 Elisabetta Curridori  Pro          11     24:52 2:03:16 :54:30 3:22:38
562 Annalaura Mancia   35 – 39  125    30:29 2:45:55 1:13:17 4:29:41
624 Isabella Boccone      25 – 29 152                3:26:44 1:19:15 4:45:59
643 Valentina Verini       45 – 49 159    42:50 2:57:42 1:12:43 4:53:15
645 M. Rosaria Lazzari   50 – 54 160    34:57 2:53:02 1:25:374:53:36

UOMINI
37 Francesco Figini        30 – 34      9    28:48 1:39:30 :53:04 3:01:22 38 Carlo Gattavecchia   35 – 39       2     24:56 1:44:49 :51:37 3:01:22
84 Gabriele Caretta       25 – 29        8    24:49 1:52:59 :54:05 3:11:53
162 Enrico Nicoletti      25 – 29              22:36 1:56:56 1:04:41 3:24:13
234 Walter Bonazzi       50 – 54      10  30:02 2:03:42 1:02:32 3:36:16
294 Samuele Peroni      40 – 44             27:19 2:05:47 1:11:00 3:44:06
402 Mass. Gandossi      45 – 49              30:28 2:16:53 1:13:40 4:01:01
665 Claudio Panichi      65 – 69        7   31:47 3:12:04 1:20:32 5:04:23

51 Flares Twitter 0 Facebook 48 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 51 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

XTerrra Maui: Ruzafa abdica

3rd novembre, 2015
51 Flares Filament.io 51 Flares ×

Duffy Maui

Lo spagnolo Ruben Ruzafa, recente vincitore del campionato mondiale di triathlon cross ITU, è sbarcato a Maui con l’intenzione di conquistare per la terza volta consecutiva anche il titolo XTerra.

Dopo un nuoto in cui ha limitato i danni, si è scatenato nella frazione sulle ruote grasse, dimostrando ancora una volta di essere fuori portata per tutti e riuscendo a entrare in T2 con un vantaggio di circa un minuto e mezzo sul suo più temibile rivale, l’americano Middaugh. Nell’ultima frazione, resa durissima dal caldo, lo spagnolo  però cede di schianto,  e dopo 15 anni torna sul gradino più alto del podio un americano grazie a Middaugh. Al secondo posto chiude il neozelandese Currie, mentre Ruzafa riesce a difendere con i denti il terzo posto dal prepotente ritorno del messicano Mendez.

Tra le donne non ha invece tradito le attese Flora Duffy (Bermuda), che riesce a conquistare un buon margine di vantaggio sulle sue rivali già nella frazione di nuoto, contentendo il ritorno della scozzese Paterson, miglior parziale nella seconda frazione . Una volta indossate le scarpe da running la campionessa mondiale di specialità ITU aumenta nuovamente il suo vantaggio sulla scozzese che deve accontentarsi del 2° posto finale mentre, grazie al miglior parziale nell’ultima frazione, chiude il podio l’americana Garrard.

Nessun elite azzurro al via tra gli uomini, tra le donne invece Elisabetta Curridori ha chiuso all’ 11° posto la gara mondiale. Migliori age group al traguardo Luca Figini in campo maschile, che chiude 37° e 5° di categoria e Annalaura Mancia tra le donne. Unico podio, quello conquistato da Grattavecchia, 2° nella cat. 35-39. Ecco nel dettaglio i risultati degli azzurri:

DONNE
151 Elisabetta Curridori  Pro          11     24:52 2:03:16 :54:30 3:22:38
562 Annalaura Mancia   35 – 39  125    30:29 2:45:55 1:13:17 4:29:41
624 Isabella Boccone      25 – 29 152                3:26:44 1:19:15 4:45:59
643 Valentina Verini       45 – 49 159    42:50 2:57:42 1:12:43 4:53:15
645 M. Rosaria Lazzari   50 – 54 160    34:57 2:53:02 1:25:374:53:36

UOMINI
37 Francesco Figini        30 – 34      9    28:48 1:39:30 :53:04 3:01:22 38 Carlo Gattavecchia   35 – 39       2     24:56 1:44:49 :51:37 3:01:22
84 Gabriele Caretta       25 – 29        8    24:49 1:52:59 :54:05 3:11:53
162 Enrico Nicoletti      25 – 29              22:36 1:56:56 1:04:41 3:24:13
234 Walter Bonazzi       50 – 54      10  30:02 2:03:42 1:02:32 3:36:16
294 Samuele Peroni      40 – 44             27:19 2:05:47 1:11:00 3:44:06
402 Mass. Gandossi      45 – 49              30:28 2:16:53 1:13:40 4:01:01
665 Claudio Panichi      65 – 69        7   31:47 3:12:04 1:20:32 5:04:23

51 Flares Twitter 0 Facebook 48 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 51 Flares ×
By
@novellimarco
51 Flares Twitter 0 Facebook 48 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 51 Flares ×
backtotop