Mute Triathlon

XGardaman la parola ai protagonisti

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

 

XGardaman la parola ai protagonisti

Si è chiusa con unanimi consensi la prima edizione dell’ XGardaman, che ha visto numerosi atleti sfidarsi su 3 distanze nella modalità off road , il tutto nello splendido scenario del Lago di Garda.

Ecco i commenti dei protagonisti.

Marco Saia (Los Tigres) 1° uomo sulla distanza “half ironman”

Grandissima soddisfazione per questa mia vittoria, giocavo quasi in casa e ci tenevo particolarmente a ben figurare in questa gara decisamente dura e immersa nella natura del lago di garda.

Prima di tutto devo ringraziare mia moglie e mio figlio che sono sempre al mio fianco, tutti gli amici e i miei genitori che hanno seguito con trepidazione questa lunga giornata di sport.

Alle 8.00 lo start, il lago è una tavola così il nuoto, anche se decisamente più lungo del previsto, scorre veloce con i suoi 2 giri e un’ uscita dall’acqua che rende più spettacolare la frazione.

MTB 90km non è particolarmente tecnica ma certo il dislivello positivo di 2800mt e un continuo susseguirsi di brevi e intense salite, rende questa la frazione più impegnativa di giornata; oltre il 65% del tempo totale di gara sarà impegnato sulle ruote grasse.

Parto in testa con un cospicuo vantaggio ma so bene che devo attendere l’arrivo dei 3 fortissimi ragazzi del Team Como Bike, Fausto Fognini è il primo a raggiungermi ad un passo davvero impressionante, lo lascio sfilare senza alcuna reazione, è presto e per me fare un fuori giri ora significherebbe spendere troppo.

La giornata è davvero molto calda, in 90km bevo circa 6 borracce e mantengo sempre un’ottima intensità di pedalata, non sento difficoltà, il terreno è pressoche asciutto e non si corrono rischi nei tratti più tecnici di discesa.

Alla fine della bike mi trovo in quarta posizione, sono tranquillo visto che ho un distacco di 30” dal terzo e 4’ da secondo che comunque corrono molto meno di me, certo i 18’ dal primo sono tanti…..

Corro il primo giro molto regolare e guadagno tantissimo, sono terzo a 40” dal secondo e meno di 8’ dal primo, mia moglie mi incoraggia a pugni chiusi, è convinta che si può provare ad agganciare la testa della gara….. tutti mi dicono che è molto stanco e che non corre praticamente più!

Il percorso run è articolato in 2 giri da circa 10km, una prima e ultima parte agevole e veloce ma con un salitone centrale su un bellissimo sentiero nel bosco; in 3km guadagno altri 4’ ed il gioco è fatto, prendo la rampa a tutta e passo in testa andando a tagliare il traguardo nello splendido scenario del lungo lago di Toscolano.

Location splendida e organizzazione ottima, i tracciati sono duri ma se si gareggia in un triathlon Off Road è giusto così!!!

Sara Tavecchio (Tri Cremona Stradivari) 1° donna distanza “half ironman”

Gara fantastica estrema, innovativa.
Locations perfetta adatta per accogliere tipologia gara cross, in più bravi organizzatori che hanno coordinato 3 diverse distanze.
Nessun commento negativo sia da parte mia che, da tutti altri atleti che hanno preso via alle 3 distanze.

Prima frazione andata via liscia sapendo che il tempo non avrebbe sicuramente inciso nel  totale della gara.

Frazione bike 2 giri da 45.5 km , favolosa per quanto riguarda i paesaggi, le viste a picco sul lago …ma dura molto dura con 1300 m dislivello spaccati a giro.
Percorso molto vario.
Fino al km 24 vario, comprendeva tanti tratti di asfalto e misti, poi discese sterrate boschi single track.
Diciamo che realmente era la prima volta che coprivo una distanza simile in MTB … E non penso di esser stata l’unica….. Il problema e il pensiero di tutti era la gestione alimentazione e consumo nella frazione ciclistica.
Mi sono gestita egregiamente.
Frazione podistica-trail , sempre su 2 giri.
anche questa varia in un paesaggio spettacolare ma durissima considerando anche i 91 in MTB …
Grandissimo tifo e giornata spettacolare mi hanno accompagnato fino all’arrivo con direi un buon 8 vo tempo assoluto.
Comunque anche se sono vecchia, ho più soddisfazioni adesso che prima!!!!!
Finché ne avrò andrò avanti,  poi tirero’ i remi in barca !!!
Luca Molteni (Ironlario) 3° distanza “olimpica”
XGarda è stata una bella gara organizzata molto bene nonostante ci fossero al via tre distanze differenti con alcuni tratti di percorso comuni. Sicuramente è una gara che crescerà ulteriormente perchè la location è molto bella e strategica.
Per quanto riguarda la mia gara sono molto contento per aver ottenuto un doppio successo, come atleta per il mio terzo posto assoluto sulla distanza olimpica, come coach per la vittoria di Sara Tavecchio nel mezzo ironman
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

XGardaman la parola ai protagonisti

25th settembre, 2014
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

 

XGardaman la parola ai protagonisti

Si è chiusa con unanimi consensi la prima edizione dell’ XGardaman, che ha visto numerosi atleti sfidarsi su 3 distanze nella modalità off road , il tutto nello splendido scenario del Lago di Garda.

Ecco i commenti dei protagonisti.

Marco Saia (Los Tigres) 1° uomo sulla distanza “half ironman”

Grandissima soddisfazione per questa mia vittoria, giocavo quasi in casa e ci tenevo particolarmente a ben figurare in questa gara decisamente dura e immersa nella natura del lago di garda.

Prima di tutto devo ringraziare mia moglie e mio figlio che sono sempre al mio fianco, tutti gli amici e i miei genitori che hanno seguito con trepidazione questa lunga giornata di sport.

Alle 8.00 lo start, il lago è una tavola così il nuoto, anche se decisamente più lungo del previsto, scorre veloce con i suoi 2 giri e un’ uscita dall’acqua che rende più spettacolare la frazione.

MTB 90km non è particolarmente tecnica ma certo il dislivello positivo di 2800mt e un continuo susseguirsi di brevi e intense salite, rende questa la frazione più impegnativa di giornata; oltre il 65% del tempo totale di gara sarà impegnato sulle ruote grasse.

Parto in testa con un cospicuo vantaggio ma so bene che devo attendere l’arrivo dei 3 fortissimi ragazzi del Team Como Bike, Fausto Fognini è il primo a raggiungermi ad un passo davvero impressionante, lo lascio sfilare senza alcuna reazione, è presto e per me fare un fuori giri ora significherebbe spendere troppo.

La giornata è davvero molto calda, in 90km bevo circa 6 borracce e mantengo sempre un’ottima intensità di pedalata, non sento difficoltà, il terreno è pressoche asciutto e non si corrono rischi nei tratti più tecnici di discesa.

Alla fine della bike mi trovo in quarta posizione, sono tranquillo visto che ho un distacco di 30” dal terzo e 4’ da secondo che comunque corrono molto meno di me, certo i 18’ dal primo sono tanti…..

Corro il primo giro molto regolare e guadagno tantissimo, sono terzo a 40” dal secondo e meno di 8’ dal primo, mia moglie mi incoraggia a pugni chiusi, è convinta che si può provare ad agganciare la testa della gara….. tutti mi dicono che è molto stanco e che non corre praticamente più!

Il percorso run è articolato in 2 giri da circa 10km, una prima e ultima parte agevole e veloce ma con un salitone centrale su un bellissimo sentiero nel bosco; in 3km guadagno altri 4’ ed il gioco è fatto, prendo la rampa a tutta e passo in testa andando a tagliare il traguardo nello splendido scenario del lungo lago di Toscolano.

Location splendida e organizzazione ottima, i tracciati sono duri ma se si gareggia in un triathlon Off Road è giusto così!!!

Sara Tavecchio (Tri Cremona Stradivari) 1° donna distanza “half ironman”

Gara fantastica estrema, innovativa.
Locations perfetta adatta per accogliere tipologia gara cross, in più bravi organizzatori che hanno coordinato 3 diverse distanze.
Nessun commento negativo sia da parte mia che, da tutti altri atleti che hanno preso via alle 3 distanze.

Prima frazione andata via liscia sapendo che il tempo non avrebbe sicuramente inciso nel  totale della gara.

Frazione bike 2 giri da 45.5 km , favolosa per quanto riguarda i paesaggi, le viste a picco sul lago …ma dura molto dura con 1300 m dislivello spaccati a giro.
Percorso molto vario.
Fino al km 24 vario, comprendeva tanti tratti di asfalto e misti, poi discese sterrate boschi single track.
Diciamo che realmente era la prima volta che coprivo una distanza simile in MTB … E non penso di esser stata l’unica….. Il problema e il pensiero di tutti era la gestione alimentazione e consumo nella frazione ciclistica.
Mi sono gestita egregiamente.
Frazione podistica-trail , sempre su 2 giri.
anche questa varia in un paesaggio spettacolare ma durissima considerando anche i 91 in MTB …
Grandissimo tifo e giornata spettacolare mi hanno accompagnato fino all’arrivo con direi un buon 8 vo tempo assoluto.
Comunque anche se sono vecchia, ho più soddisfazioni adesso che prima!!!!!
Finché ne avrò andrò avanti,  poi tirero’ i remi in barca !!!
Luca Molteni (Ironlario) 3° distanza “olimpica”
XGarda è stata una bella gara organizzata molto bene nonostante ci fossero al via tre distanze differenti con alcuni tratti di percorso comuni. Sicuramente è una gara che crescerà ulteriormente perchè la location è molto bella e strategica.
Per quanto riguarda la mia gara sono molto contento per aver ottenuto un doppio successo, come atleta per il mio terzo posto assoluto sulla distanza olimpica, come coach per la vittoria di Sara Tavecchio nel mezzo ironman
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop