Mute Triathlon

Vittorie come da pronostici a Romano di Lombardia

109 Flares Filament.io 109 Flares ×

Podio uomini romano lombardia

Non ci sono state sorprese ieri nel duathlon sprint di Romano di Lombardia, tappa iniziale del circuito di duathlon 2015 come sempre ottimamente organizzato dalla Sport  and Wellness.

In campo femminile Giorgia Priarone (Td Rimini), reduce dal raduno di Baratti,   controlla le avversarie nei primi km e poi allunga arrivando in T2 con un vantaggio di 8″ sulla più diretta inseguitrice Alice Capone (Canottieri Napoli) che conduce un gruppetto con Federica Parodi (Virtus),Papais (Td Rimini), Cibin (Tri Novara) ,  ad inseguire a circa 37″ una coppia composta da Battistoni (707) e Orla (DDS). Nella frazione ciclistica  la Priarone allunga sulle inseguitrici, mentre da dietro risale prepotentemente Giulia Sforza (Atl. Bellinzago) che si ricongiunge con il gruppo della Capone portandosi dietro Orla, Battistoni, Iogna-Prat (TD Rimini).

In T2 il vantaggio della battistrada è però aumentato sulle inseguitrici e supera il minuto. Gli ultimi 2.5 km sono per lei pura accademia, mentre la lotta per gli altri due gradini del podio è avvincente, infatti saranno in 4 nell’arco di 12″ al traguardo. A spuntarla per il secondo posto è Alice Capone, mentre la “sempreverde” Monica Cibin ha la meglio per l’ultimo gradino del podio.

Copione praticamente identico tra gli uomini con dominio ancora più netto del carabiniere Massimo De Ponti che a parte i primi 2 km circa corsi in compagnia di Riccardo Mosso (Virtus), fa gara solitaria sino al traguardo, allungando decisamente in bici e chiudendo solitario sotto lo striscione di arrivo in prima posizione. La lotta per il secondo posto come in campo femminile è stata entusiasmante, con Stefano Luciani (Cusio Cup) che nella frazione ciclistica  da dietro ha riportato sotto diversi concorrenti al gruppo degli inseguitori di De Ponti capitanato dallo spagnolo Alberto Gil Gonzalez (Los Tigres), Riccardo Mosso,  Mattia Camporesi (Td Rimini), Valerio Patanè (Pro Patria Milano) , Gregory Barnaby (707) , Stefano Intagliata  e Riccardo De Palma (Minerva Roma).

Mentre De Ponti allunga solitario, il gruppo degli inseguitori aumenta di unità, una caduta (per fortuna senza gravi conseguenze) fa uscire di scena Mosso e Intagliata. In T2 De Ponti ha un vantaggio rassicurante , per lui gli ultimi 2.5 km sono pura accademia, mentre la lotta per gli altri due gradini del podio è apertissima, infatti chiudono ben 6 atleti in soli 20″ con Valerio Patanè che conquista un brillante argento davanti a Barnaby e allo spagnolo campione del mondo di categoria 2014 Alberto Gil Gonzalez. 5° posto per Riccardo De Palma e 6° per Luca Bonazzi (Freezone).

Tra le due gare valide come prima tappa del circuito di duathlon si è corsa la prima tappa dell’ italian paratriathlon series con una discreta partecipazione di atleti al via. I vincitori di categoria sono stati Giovanni Titolo (PT4), Alessio Borgato (PT3), Simone Baldini (Pt1), Manuel Marson (PT5), Michele Ferrarin (PT2), Nicoletta Palli (PT4-F) e Rita Cuccuru (PT1-F)

CLASSIFICHE

 

109 Flares Twitter 0 Facebook 107 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 109 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Vittorie come da pronostici a Romano di Lombardia

9th marzo, 2015
109 Flares Filament.io 109 Flares ×

Podio uomini romano lombardia

Non ci sono state sorprese ieri nel duathlon sprint di Romano di Lombardia, tappa iniziale del circuito di duathlon 2015 come sempre ottimamente organizzato dalla Sport  and Wellness.

In campo femminile Giorgia Priarone (Td Rimini), reduce dal raduno di Baratti,   controlla le avversarie nei primi km e poi allunga arrivando in T2 con un vantaggio di 8″ sulla più diretta inseguitrice Alice Capone (Canottieri Napoli) che conduce un gruppetto con Federica Parodi (Virtus),Papais (Td Rimini), Cibin (Tri Novara) ,  ad inseguire a circa 37″ una coppia composta da Battistoni (707) e Orla (DDS). Nella frazione ciclistica  la Priarone allunga sulle inseguitrici, mentre da dietro risale prepotentemente Giulia Sforza (Atl. Bellinzago) che si ricongiunge con il gruppo della Capone portandosi dietro Orla, Battistoni, Iogna-Prat (TD Rimini).

In T2 il vantaggio della battistrada è però aumentato sulle inseguitrici e supera il minuto. Gli ultimi 2.5 km sono per lei pura accademia, mentre la lotta per gli altri due gradini del podio è avvincente, infatti saranno in 4 nell’arco di 12″ al traguardo. A spuntarla per il secondo posto è Alice Capone, mentre la “sempreverde” Monica Cibin ha la meglio per l’ultimo gradino del podio.

Copione praticamente identico tra gli uomini con dominio ancora più netto del carabiniere Massimo De Ponti che a parte i primi 2 km circa corsi in compagnia di Riccardo Mosso (Virtus), fa gara solitaria sino al traguardo, allungando decisamente in bici e chiudendo solitario sotto lo striscione di arrivo in prima posizione. La lotta per il secondo posto come in campo femminile è stata entusiasmante, con Stefano Luciani (Cusio Cup) che nella frazione ciclistica  da dietro ha riportato sotto diversi concorrenti al gruppo degli inseguitori di De Ponti capitanato dallo spagnolo Alberto Gil Gonzalez (Los Tigres), Riccardo Mosso,  Mattia Camporesi (Td Rimini), Valerio Patanè (Pro Patria Milano) , Gregory Barnaby (707) , Stefano Intagliata  e Riccardo De Palma (Minerva Roma).

Mentre De Ponti allunga solitario, il gruppo degli inseguitori aumenta di unità, una caduta (per fortuna senza gravi conseguenze) fa uscire di scena Mosso e Intagliata. In T2 De Ponti ha un vantaggio rassicurante , per lui gli ultimi 2.5 km sono pura accademia, mentre la lotta per gli altri due gradini del podio è apertissima, infatti chiudono ben 6 atleti in soli 20″ con Valerio Patanè che conquista un brillante argento davanti a Barnaby e allo spagnolo campione del mondo di categoria 2014 Alberto Gil Gonzalez. 5° posto per Riccardo De Palma e 6° per Luca Bonazzi (Freezone).

Tra le due gare valide come prima tappa del circuito di duathlon si è corsa la prima tappa dell’ italian paratriathlon series con una discreta partecipazione di atleti al via. I vincitori di categoria sono stati Giovanni Titolo (PT4), Alessio Borgato (PT3), Simone Baldini (Pt1), Manuel Marson (PT5), Michele Ferrarin (PT2), Nicoletta Palli (PT4-F) e Rita Cuccuru (PT1-F)

CLASSIFICHE

 

109 Flares Twitter 0 Facebook 107 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 109 Flares ×
By
@novellimarco
109 Flares Twitter 0 Facebook 107 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 109 Flares ×
backtotop