Mute Triathlon

Poche sorprese nella due giorni giovanile di Tarzo Revine

88 Flares Filament.io 88 Flares ×

Podio Junior uomini

Si è chiusa la due giorni giovanile  di Tarzo Revine che ha assegnato i titoli italiani  di triathlon individuali e quelli a squadre.

Poche sorprese e moltissime conferme nelle gare individuali con gli Junior a aprire la lunga giornata di Sabato. Il favorito della vigilia Franco Pesavento (Triathlon Cremona Stradivari )  non ha tradito le attese, ma ha dovuto faticare più del previsto per piegare la resistenza di un tenace Stefano Micotti (Azzurra tri) , sempre a suo agio su percorsi ciclistici impegnativi, che ha condotto la fuga che ha portato tre atleti in testa alla gara in T2 (Micotti, Bozzato della Valle D’Aosta e Cattabriga della Minerva Roma). La rimonta dell’atleta del Cremona avviene però inesorabile nella frazione podistica, portandolo a chiudere solitario sotto l’arrivo con 37″ di vantaggio sull’ottimo Micotti che riesce a contenere la rimonta di Azzano (Cus Udine) che chiude a soli 10″ dal giovane atleta piemontese.

Scontata la gara femminile, con Angelica Olmo a fare gara solitaria e chiudere con quasi 1′ di vantaggio su Alessandra Tamburri (Minerva Roma), anche lei autrice di una gara in solitaria, mentre per il terzo posto , a 2′ dalla vinctrice, chiude Federica Parodi (Virtus) autrice del miglrio parziale nella frazione finale.

Tra gli Youth B il pronostico alla vigilia era abbastanza incerto, dopo un nuoto che non ha fatto molto selezione, scappavano via due atleti, Mirko Lazzaretto (Marostica) e Jakob Sosniok (LC Bozen) che affrontano l’ultima frazione con una trentina di secondi di vantaggio sul pericoloso Boraschi (Torrino tri). Gli ultimi 2.5 km di corsa incoronano uno strabordante Sosniok come campione Italiano, al secondo posto chiude a 30″ Lazzaretto che riesce a limitare i danni sull’arrembante Boraschi che giunge alle sue spalle di soli 6″.

Tra le donne pronostico quasi scontato per Carlotta Missaglia (Cus Pro Patria Milano), che come previsto colma sulle due ruote  il gap accumulato a nuoto, presentandosi però in T2 in compagnia di Tania Molinari (Piancenza Tri Vivo) e Caterina Cassinari (Pianeta Acqua). La vittoria per la favorita arriva alla fine di una frazione podistica più combattuta del previsto con l’argento che va a Cassinari e il bronzo a Molinari.

Chiude la giornata la gara riservata agli Youth A, con la vittoria in campo maschile per il campione italiano di categoria di acquathlon, Riccardo Brighi  (Amici del nuoto VVF) che precede di soli 5″ Davide Ingrilli (CNM Milano) e di 10″ Matteo Nonino (Cus Udine).

Epilogo con strascichi polemici per la gara Youth A che vede ancora una volta coinvolte le due protagoniste della stagione, Giada Romano (GR Sport Insieme) e Beatrice Mallozzi (Minerva Roma). Dopo un testa a testa durato fino alla T2, la giovane grossetana allunga decisamente nella frazione finale e taglia il traguardo davanti alla romana e a Chiara Lobba (Marostica). Arriva però a fine gara la squalifica per la Romano, che ironia della sorte aveva perso la volata nel campionato italiano di duathlon proprio con la Mallozzi che non era stata sanzionata nonostante abbia corso per diversi metri fuori dal percorso. La vittoria quindi passa a Mallozzi davanti a Lobba e Crestani (Marostica).

Anche nella gara a staffette poche sorprese, tra gli junior Minerva Roma con quartetto formato da Tamburri-Gala-Cattabriga e dalla rientrante Pozzuoli non ha problemi a portare a casa la vittoria, mentre per il secondo posto Pianeta Acqua sfrutta lo strapotere tra le donne di Angelica Olmo, mentre per il bronzo Riccardo Sesana regala alla Cus Pro Patria Milano il terzo gradino dle podio resistendo all’imperioso ritorno dell’Azzurra tri, campione uscente, con Ugazio.

Tra gli Youth invece epilogo emozionante , con la vittoria che si decide solo nel finale grazie ad uno strepitoso finale di Mirko Lazzaretto (Marostica) che riesce a recuperare e superare la squadra del Minerva Roma (Mallozzi-Pavolini-Foschi-Carboni) che chiude a soli 20″, mentre per il terzo posto la spunta la squadra di casa della Silca , trascinata da Spinazzè in ultima frazione.

88 Flares Twitter 0 Facebook 86 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 88 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Poche sorprese nella due giorni giovanile di Tarzo Revine

23rd luglio, 2015
88 Flares Filament.io 88 Flares ×

Podio Junior uomini

Si è chiusa la due giorni giovanile  di Tarzo Revine che ha assegnato i titoli italiani  di triathlon individuali e quelli a squadre.

Poche sorprese e moltissime conferme nelle gare individuali con gli Junior a aprire la lunga giornata di Sabato. Il favorito della vigilia Franco Pesavento (Triathlon Cremona Stradivari )  non ha tradito le attese, ma ha dovuto faticare più del previsto per piegare la resistenza di un tenace Stefano Micotti (Azzurra tri) , sempre a suo agio su percorsi ciclistici impegnativi, che ha condotto la fuga che ha portato tre atleti in testa alla gara in T2 (Micotti, Bozzato della Valle D’Aosta e Cattabriga della Minerva Roma). La rimonta dell’atleta del Cremona avviene però inesorabile nella frazione podistica, portandolo a chiudere solitario sotto l’arrivo con 37″ di vantaggio sull’ottimo Micotti che riesce a contenere la rimonta di Azzano (Cus Udine) che chiude a soli 10″ dal giovane atleta piemontese.

Scontata la gara femminile, con Angelica Olmo a fare gara solitaria e chiudere con quasi 1′ di vantaggio su Alessandra Tamburri (Minerva Roma), anche lei autrice di una gara in solitaria, mentre per il terzo posto , a 2′ dalla vinctrice, chiude Federica Parodi (Virtus) autrice del miglrio parziale nella frazione finale.

Tra gli Youth B il pronostico alla vigilia era abbastanza incerto, dopo un nuoto che non ha fatto molto selezione, scappavano via due atleti, Mirko Lazzaretto (Marostica) e Jakob Sosniok (LC Bozen) che affrontano l’ultima frazione con una trentina di secondi di vantaggio sul pericoloso Boraschi (Torrino tri). Gli ultimi 2.5 km di corsa incoronano uno strabordante Sosniok come campione Italiano, al secondo posto chiude a 30″ Lazzaretto che riesce a limitare i danni sull’arrembante Boraschi che giunge alle sue spalle di soli 6″.

Tra le donne pronostico quasi scontato per Carlotta Missaglia (Cus Pro Patria Milano), che come previsto colma sulle due ruote  il gap accumulato a nuoto, presentandosi però in T2 in compagnia di Tania Molinari (Piancenza Tri Vivo) e Caterina Cassinari (Pianeta Acqua). La vittoria per la favorita arriva alla fine di una frazione podistica più combattuta del previsto con l’argento che va a Cassinari e il bronzo a Molinari.

Chiude la giornata la gara riservata agli Youth A, con la vittoria in campo maschile per il campione italiano di categoria di acquathlon, Riccardo Brighi  (Amici del nuoto VVF) che precede di soli 5″ Davide Ingrilli (CNM Milano) e di 10″ Matteo Nonino (Cus Udine).

Epilogo con strascichi polemici per la gara Youth A che vede ancora una volta coinvolte le due protagoniste della stagione, Giada Romano (GR Sport Insieme) e Beatrice Mallozzi (Minerva Roma). Dopo un testa a testa durato fino alla T2, la giovane grossetana allunga decisamente nella frazione finale e taglia il traguardo davanti alla romana e a Chiara Lobba (Marostica). Arriva però a fine gara la squalifica per la Romano, che ironia della sorte aveva perso la volata nel campionato italiano di duathlon proprio con la Mallozzi che non era stata sanzionata nonostante abbia corso per diversi metri fuori dal percorso. La vittoria quindi passa a Mallozzi davanti a Lobba e Crestani (Marostica).

Anche nella gara a staffette poche sorprese, tra gli junior Minerva Roma con quartetto formato da Tamburri-Gala-Cattabriga e dalla rientrante Pozzuoli non ha problemi a portare a casa la vittoria, mentre per il secondo posto Pianeta Acqua sfrutta lo strapotere tra le donne di Angelica Olmo, mentre per il bronzo Riccardo Sesana regala alla Cus Pro Patria Milano il terzo gradino dle podio resistendo all’imperioso ritorno dell’Azzurra tri, campione uscente, con Ugazio.

Tra gli Youth invece epilogo emozionante , con la vittoria che si decide solo nel finale grazie ad uno strepitoso finale di Mirko Lazzaretto (Marostica) che riesce a recuperare e superare la squadra del Minerva Roma (Mallozzi-Pavolini-Foschi-Carboni) che chiude a soli 20″, mentre per il terzo posto la spunta la squadra di casa della Silca , trascinata da Spinazzè in ultima frazione.

88 Flares Twitter 0 Facebook 86 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 88 Flares ×
By
@novellimarco
88 Flares Twitter 0 Facebook 86 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 88 Flares ×
backtotop